fbpx
Sabato, 25 Maggio 2024

CRONACA NEWS

reddito cittadinanza sole24oreCi sono 34 province del Sud e delle isole in testa alla classifica dei potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza. A Crotone quasi una famiglia su tre ha un Isee sotto 9mila euro, cosi' da rientrare nel perimetro della misura annunciata dal Governo. A Napoli, Palermo e Caltanissetta rientra una famiglia su cinque. A Bolzano invece ha i requisiti solo una famiglia su 40, a Belluno e Sondrio una su 30. Lo dimostra l'analisi del Sole 24 Ore del Lunedi' sugli Isee ordinari presentati in Italia nel 2016 (ultimo dato disponibile) e monitorati dal ministero del Lavoro. Secondo quando annunciato, potranno avere il reddito di cittadinanza le famiglie con un Isee fino a 9.360 euro annui. I valori dell'Isee sono storicamente piu' bassi nel Mezzogiorno. Fatte 100, dunque le famiglie con i requisiti d'ammissione, 49 sono al Sud e nelle Isole, 19 al centro e 32 al Nord. Venendo al nodo risorse, se l'obiettivo e' raggiungere i due milioni e mezzo di famiglie con i requisiti di Isee, i 9 miliardi stanziati si traducono in una media di 294 euro mensili a famiglia. Meno della meta' dei 780 euro indicati come obiettivo e meno dei 305 euro che sono oggi il valore medio del reddito d'inclusione. Con la differenza che quest'ultimo va a una platea sei volte piu' piccola, di 370mila famiglie.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

m5s reddito cittadinanza«Una partecipazione sentita – è scritto in una nota a fima di Andrea Correggia e Ilario Sorgiovanni – quella che ha salutato lo scorso sabato pomeriggio, nella sala Mancuso della Parrocchia San Domenico, l'incontro promosso dal M5S e dal meetup “Amici Beppe Grillo” di Crotone sul "Reddito di Cittadinanza", tema al centro di un acceso dibattito a livello nazionale. "Nessuno deve rimanere indietro", questo l'obiettivo principale sotteso alla proposta del Movimento 5 Stelle tramite l'istituzione di un reddito di cittadinanza, da intendere non come assistenzialismo passivo, ma come forma di tutela sociale volta, sostanzialmente, alla riattivazione del sistema economico. Infatti, tramite la previsione di incentivi e benefici per le aziende che impieghino al loro interno i soggetti interessati, è collegato direttamente all'occupazione e alla creazione di impresa. L'incontro ha preso il via proprio con la spiegazione dei contenuti del Disegno di legge n. 1148 presentato dal M5s, riguardante appunto l'istituzione del Reddito di cittadinanza. Nel dettaglio, sono stati indicati i potenziali beneficiari, gli obblighi imposti per accedere e mantenere il beneficio, i costi e le risorse finanziarie da reperire per la realizzazione di tale misura, la previsione di un necessario rafforzamento dei Centri per l'impiego e, infine, la creazione di un apposito sistema di controllo ancorato all'interscambio informatico dei dati dei beneficiari, tra l'Agenzia delle Entrate ed il Ministero competente, con la rivalutazione, anno per anno, della situazione reddituale di chi chiede sostegno. A seguire, la consigliera M5s Regione Lazio, Valentina Corrado, crotonese d'origine, ha spiegato come in alcuni Comuni a 5 stelle sia stato già realizzato un Reddito di cittadinanza "locale", portando come esempio concreto la realtà del Comune di Pomezia, in cui la stessa vive. Attraverso tagli ai costi della politica e una gestione virtuosa della cosa pubblica nonché delle risorse previste in bilancio, a Pomezia, senza attingere ad altre fonti se non a quelle comunali, è stato possibile garantire a soggetti in condizioni di particolare disagio e, quindi, a rischio di esclusione sociale, un sostegno economico pari a 500,00 euro, mediante appositi bandi del settore Politiche sociali del Comune. La consigliera regionale Corrado, ha continuando insistendo sulla necessità di farsi attivamente promotori di un cambiamento e ha invitato tutti i cittadini a partecipare alla vita politica -istituzionale di Crotone, presenziando, innanzitutto, le commissioni ed i consigli comunali, per "far sentire il fiato sul collo" agli amministratori locali, soprattutto sulle scelte riguardanti la destinazione delle royalties provenienti da Eni SpA. Proprio prendendo spunto dal virtuoso esempio pometino, si è passati a ragionare sulla necessità/opportunità di intervenire allo stesso modo nella città di Crotone. L'elevata percentuale di disoccupati unitamente alle difficoltà di migliaia di famiglie crotonesi in stato di grave difficoltà economica imporrebbero infatti una seria proposta di misure a sostegno del reddito. Si è evidenziato come, a differenza del comune di Pomezia, nei capitoli di bilancio del Comune di Crotone, la previsione e la disponibilità nel settore delle politiche sociali, con riferimento ai "soggetti a rischio di esclusione sociale", è pari a zero euro, quando, invece, l'analisi del contesto sociale cittadino imporrebbe una seria proposta di misure di sostegno al reddito. Proprio nell'ambito delle politiche sociali persiste la mancanza di una progettualità efficace, tanto a livello locale quanto regionale, che è la causa principale dello spreco di risorse preziose, destinate a sostenere l'occupazione e contrastare la povertà. L'evento è stato concluso dall'intervento del consigliere comunale M5S, Andrea Correggia, che ha posto l'accento sull'emergenza abitativa della nostra città; lo stesso ha illustrato i risultati di uno studio condotto, in particolare, nel quartiere Fondo Gesù, alla luce del quale ha delineato una proposta volta ad affrontare in maniera decisa il problema. Si tratta di porre fine ad una serie di clientelismi e di ingiustizie riscontrate nel settore dell'edilizia residenziale popolare convenzionata, di competenza del Comune di Crotone. Lo stesso ha, inoltre, evidenziato che l'attuale amministrazione comunale non ha dimostrato alcun interessamento in merito. Proprio per questo, il consigliere Correggia ha reso noto che presenterà al prossimo consiglio comunale, previsto per lunedì 27 c.m., una mozione per discutere proprio di tale annoso problema e chiederà alla Giunta comunale una diagnosi del patrimonio immobiliare privato, con particolare riferimento alle unità abitative attualmente non locate. I cittadini hanno mostrato interesse, ponendo delle domande sugli argomenti esposti sia agli eletti del M5s, che agli attivisti presenti. Ancora una volta il Movimento 5 Stelle sposa l'idea di una politica al servizio dei cittadini e se ne fa portavoce!».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

ilario sorgiovanni2«Il reddito di cittadinanza locale per Crotone è una misura urgente, che bisogna adottare per risolvere la crisi nera in cui è crollata la città». Lo afferma il candidato Sindaco M5s di Crotone Ilario Sorgiovanni, che aggiunge: «Il tasso di disoccupazione di Crotone e provincia è il più alto d’Italia ed è raddoppiato negli ultimi 11 anni, superando il 30%. La statistica è ancora peggiore se consideriamo la disoccupazione giovanile, che sfonda di prepotenza il 60%, crescendo del 26% negli ultimi 11 anni. È il segnale equivocabile di come la nostra città abbia sofferto la crisi e l’incapacità di chi l’ha governata negli ultimi 10 anni».


«Il reddito di cittadinanza – spiega il Cinque Stelle – non è soltanto una misura di sostegno al reddito, ma una necessità sociale. Dando alle famiglie crotonesi il necessario sostentamento, eviteremo che i giovani si accostino alla malavita organizzata per ottenere guadagni facili. Ovviamente garantiremo il reddito di cittadinanza locale soltanto a chi ne avrà realmente bisogno ed in cambio di un servizio reso alla cittdinanza, saremo ferrei nel toglierlo a chi non rispetta le regole del gioco, visto che saranno previste anche misure per il reinserimento nel mondo del lavoro».


«Il M5s – conclude Sorgiovanni – a livello nazionale ha già depositato la proposta di legge per istituire il reddito di cittadinanza con le adeguate coperture economiche. La misura non viene discussa per l’ostracismo del Pd, che preferisce destinare le risorse economiche all’arricchimento delle lobby di cui è portavoce. Quando guideremo Crotone punteremo dritti verso il reddito di cittadinanza locale».

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 5 di 5