Mercoledì, 12 Agosto 2020

 

CRONACA NEWS

CUTRO - Rinvenuta una serra utilizzata per la coltivazione e confezionamento di marijuana. I carabinieri della Stazione di Cutro hanno tratto in arresto un 29enne del luogo, per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Pubblicato in Cronaca

marijuana ciro marina carabinieri serraScoperta dai carabinieri a Ciro’ Marina una serra con 30 piante di marijuana allestita in una casa privata. Sequestrati dai militari anche 600 grammi della sostanza stupefacente. Sono stati i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cirò Marina a intervenire presso l’abitazione, a seguito di attività investigative che hanno portato a individuare questa mattina un laboratorio clandestino attrezzato di tutto punto per la coltivazione e l’essicazione di marijuana. Il proprietario dell’abitazione, un quarantacinquenne di Cirò Marina, inoltre è stato trovato in possesso di 609 grammi di sostanza stupefacente, 20 semi di Cannabis Indica e due bilancini di precisione anche questi posti sotto sequestro. L’intervento dei Carabinieri è stato propiziato da alcuni movimenti sospetti di assuntori e consumatori abituali nella zona. Predisposto quindi un servizio di monitoraggio della zona, si è arrivati all’individuazione dell’abitazione dove questa mattina è stata eseguita la perquisizione. In prima battuta è stato perquisito l’appartamento, dove non si ritrovava alcun elemento utile. È stato solo in un secondo momento che gli investigatori hanno deciso di dedicarsi alle pertinenze dello stabile, ovvero a un garage e un magazzino. Sebbene il garage non contenesse nulla relativo all’indagine, una volta entrati nel magazzino i militari si sono ritrovati dinnanzi a un vero e proprio laboratorio botanico professionale, dotato di un sistema di isolamento termico, illuminazione, lampade di calore, timer di attivazione e un sistema di ricircolo dell’aria. All’interno del laboratorio erano posizionate ben 30 piante di marijuana in via di maturazione. L’uomo quindi è stato tratto in arresto e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria di Crotone.

 

 

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca

marijuana polizia provinciaÈ stato arrestato ieri un pluripregiudicato 56enne crotonese per furto aggravato di energia elettrica, l'uomo è inoltre indagato per il reato di produzione, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente. Il tutto è emerso a seguito di una perquisizione domiciliare presso l'abitazione dell'uomo. L'attività di Polizia giudiziaria ha portato alla scoperta, in un appartamento di proprietà, ma non nella disponibilità dell'ente Provincia di Crotone, in fase di ristrutturazione e attiguo a quello abitato dal G. S., le cui porte d'ingresso erano assicurate con dei lucchetti, al rinvenimento di una serra artificiale, con relativo impianto di illuminazione e ventilazione, composta da 9 piantine di marijuana dell'altezza di circa 70 centimetri.

furto energia genericoÈ stato poi accertato, anche con l'ausilio di personale tecnico-verificatore dell'Enel che il descritto impianto assumeva la necessaria energia elettrica da un contatore Enel manomesso, sito nel secondo dei due appartamenti in ristrutturazione. Ulteriori verifiche hanno permesso di accertare che l'arrestato, di fatto, occupava anche tale immobile con proprie masserizie e che dallo stesso fuoriusciva un cavo elettrico che alimentava l'appartamento occupato, mediante un allaccio abusivo e diretto alla rete Enel. Pertanto, G. S. è stato tratto in arresto in flagranza di reato. Il soggetto è stato rimesso immediatamente in libertà fa sapere il legale di Gerace Salvatore e risponderà dei reati contestati a pide libero.

 

 

 

 

 

Salva

Pubblicato in Cronaca