fbpx
Domenica, 25 Settembre 2022

CRONACA NEWS

«Abbiamo deciso, tutti insieme, amministratori e dipendenti, di indire un sit-in in piazza della Resistenza per esprimere tutta la piena solidarietà al consigliere comunale e ai dipendenti che sono stati aggrediti ieri nella Casa comunale. Ma allo stesso tempo per denunciare un clima che si è fatto intollerabile e che sta minando non solo l'attività dell'istituzione ma il vivere civile».

Pubblicato in Cronaca

«Ancora una volta ci ritroviamo a dover rivendicare l'accesso ai luoghi che rappresentano un capo saldo per la città di Crotone». È quanto lamenta in una nota Fabio Riganello per le associazioni "A. Maslow" e "Nonostante tutto Resistiamo".

Pubblicato in Politica

«Dialogo, sinergia e lavoro di squadra – informa una nota –: queste le linee guida indicate da subito dal presidente della Provincia di Crotone Sergio Ferrari, che questa mattina ha presenziato al sit-in organizzato dalla Filt-Cgil per chiedere a Trenitalia Spa il rispetto del contratto di servizio per il trasporto pubblico ferroviario di interesse regionale ed in particolare il ripristino del servizio biglietteria a Crotone».

Pubblicato in In primo piano

Sit-in dei Mettere dei vigili del fuoco all'aeroporto di Crotone per mettere a norma la caserma, paventando altrimenti il rischio di bloccare i voli nel periodo natalizio. E' quanto hanno rivendicato i sindacati dei vigili del fuoco di Crotone che stamani hanno agitato la protesta davanti allo scalo per chiedere interventi di sistemazione alla caserma del distaccamento situato all''interno dell'aeroporto.

Pubblicato in In primo piano

Odiare non è un diritto! Il Movimento Politico “Liberi per Crotone” scende in piazza per chiedere al sindaco e al consiglio comunale di Crotone il rispetto dei diritti civili e sociali di ogni persona, senza distinzione alcuna, e invita i cittadini a partecipare al sit-in che si terrà lunedì 7 dicembre alle 11 in piazza della Resistenza.

Pubblicato in Politica

Le segreterie nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, Ugl Telecomunicazioni richiedono il rinvio del cambio di appalto delle attività di Anac e Comune di Roma previsto per il prossimo 1 ottobre, per dare la possibilità di «individuare soluzioni congrue che evitino un dramma sociale per circa 200, tra lavoratrici e lavoratori, operanti nei siti produttivi di Roma e Crotone».

Pubblicato in In primo piano
Pagina 1 di 3