Lunedì, 18 Gennaio 2021

CRONACA NEWS

Congesi comunica che «nei giorni scorsi è stata individuata una copiosa perdita sulla condotta idrica in uscita dal serbatoio di accumulo denominato "Vescovatello alto". Considerata l'entità della perdita, per procedere alla riparazione della stessa è necessario sospendere la relativa fornitura idropotabile».

Pubblicato in Cronaca

Congesi, la società che si occupa del servizio idrico in città comunica che in questi giorni sta rilevando un aumento dei consumi idrici ai serbatoi di Vescovatello, aumenti fisiologici dovuti fondamentalmente all'aumento delle temperature.

Pubblicato in In primo piano

Congesi, la società che si occupa del servizio idrico in città, comunica quanto segue: «Da circa un’ora Sorical sta pompando verso i serbatoi di Vescovatello solo l'acqua proveniente da Sant’Anna; la portata residua è al momento di 120 l/s a fronte dei 250 l/s normali, in serata la portata si ridurra' ulteriormente a 100l/s. Con queste portate forniremo da ora e fino a domani mattina solo le zone asservite al serbatoio di "Vescovatello alto": Tufolo, Farina, via Magna Grecia, via Matteotti, via Libertà, centro storico».

Pubblicato in In primo piano

piazza volontariatoCrotone avrà una piazza dedicata ai volontari. La giunta comunale ha infatti approvato l'intitolazione di "piazza del Volontariato" dedicata agli "eroi" di tutti i giorni, coloro che dedicano la propria vita, spesso in maniera anonima, a quanti soffrono, ai meno fortunati, alle persone in difficoltà. La piazza individuata è quella interclusa tra viale Giovanni Paolo II e l'ingresso al rione Vescovatello, dove l'amministrazione Vallone ha operato un'azione di riqualificazione realizzando, tra l'altro, sottoservizi ed una rotatoria. L'Amministrazione Vallone ha condiviso la richiesta dalla Consulta regionale del volontariato della Calabria, presieduta da Cataldo Nigro, la quale aveva chiesto al Comune di prevedere un luogo in città che ricordasse l'impegno di quanti operano nel settore del volontariato. «Un riconoscimento sentito e dovuto - commenta una nota - per l'opera meritoria che molti giovani ed anziani, donne ed uomini, quotidianamente dedicano, con abnegazione e spirito di servizio a difesa del bene comune e di vicinanza ai bisogni dei più deboli. Un atto - conclude la nota - che sottolinea e si propone di incentivare la cultura della solidarietà che è la base di un comunità solidale che consente ad ogni persona di vivere e di realizzarsi in libertà e in completa democrazia, facendo propri i valori civici essenziali idonei allo sviluppo dell'appartenenza».

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca