fbpx
Giovedì, 08 Dicembre 2022

CRONACA NEWS

La Corte d'Appello di Catanzaro ha ridotto la condanna per un operaio di Crotone accusato di violenza sessuale sulle sue nipoti. L'uomo, di 42 anni, dovrà scontare 15 anni e 6 mesi di reclusione.

Pubblicato in Cronaca

«Nella giornata di ieri, (27 luglio) – informa una nota della Questura di Crotone –, il Tribunale di Crotone Sezione Penale in composizione collegiale ha emesso il dispositivo di sentenza nei confronti di C. G., di 40 anni, dichiarato colpevole del reato di violenza sessuale aggravato dal fatto di aver commesso i fatti nei confronti di minori di quattordici anni e di averli commessi con violenza grave, a causa della quale ne sono derivati pregiudizi per le vittime».

Pubblicato in Cronaca

PETILIA POLICASTRO - Generi alimentari destinati ai bisognosi distribuiti a fini elettoralistici anche a personaggi legati al crimine organizzato, corruzione in atti giudiziari per far togliere una multa ad un imprenditore e la richiesta di favori sessuali in cambio di un posto di lavoro.

Pubblicato in Cronaca

I carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone a carico di un 37enne del luogo.

Pubblicato in Cronaca

villa comunale entrata

Avrebbe obbligato una giovane donna, che era in compagnia del fidanzato in un giardino pubblico, minacciandola con delle forbici, a seguirlo in una stradina poco illuminata dove poi si sarebbe slacciato i pantaloni per darsi alla fuga dopo la reazione del fidanzato. Un cittadino gambiano e' stato denunciato, in stato di liberta', a Crotone, dalla Polizia di Stato, con l'accusa di rapina e tentata violenza sessuale. La coppia ha raccontato ai poliziotti che mentre si trovava su una panchina della villa comunale si e' avvicinato un ragazzo di colore che sotto la minaccia della forbice ha prima intimato loro di proseguire nelle effusioni, poi ha costretto l'uomo a denudarsi per appropriarsi di soldi e altri beni contenuti negli indumenti mentre contestualmente svuotava la borsa della donna. In base alle indicazioni della coppia i poliziotti sono riusciti a risalire al migrante gambiano che si trovava in un ex deposito di carburanti non molto distante dal luogo dove sarebbero avvenuti i fatti.

 

 

 

Salva

Salva

Pubblicato in Cronaca

mani cella carcereI carabinieri della Stazione di Cotronei hanno portato in carcere un 50enne di Petilia Policastro che attualmente si trovava agli arresti domiciliari dove stava scontando una condanna per violenza sessuale nei confronti della figlia. L'uomo, arrestato nel settembre 2014 in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Crotone, nel frattempo e' stato condannato a 5 anni e 6 mesi di reclusione. Ora che quella condanna e' stata confermata i militari lo hanno tradotto presso la casa circondariale di Crotone per scontare la pena residua. A far emergere la vicenda e' stata la stessa figlia, oggi 26enne, raccontando ai carabinieri gli abusi che avvenivano gia' da due lunghi anni, durante i quali il padre pretendeva da lei anche due o tre rapporti sessuali completi ogni settimana, approfittando dei momenti nei quali i due restavano in casa da soli, costringendola, peraltro, a tacere, esercitando sulla stessa minacce e ricatti dettati dalla supremazia parentale fra padre e figlia. Al processo l'uomo si e' sempre difeso asserendo che le accuse della figlia sarebbero state una ritorsione nei suoi confronti perche' lui era un padre severo, ma i giudici lo hanno comunque condannato.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2