Martedì, 14 Luglio 2020

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

"Amodio" piace e cattura tutti: presentata l'opera prima di Maurizio Fiorino

Posted On Lunedì, 22 Dicembre 2014 20:52 Scritto da

amodio2Incontro letterario nella sala Consiliare per il libro "Amodio" del giovane autore crotonese che esordisce come scrittore. Il Comune: «Ha portato sulla carta la stessa capacità di fotografare la vita in tutte le sue sfaccettature».

«Amodio era un groviglio di riccioli neri, poeticamente pasoliniani, che gli scendevano fieri e liberi sugli occhi. Occhi neri striati di nocciola, soprattutto in estate; occhi che si trovano soltanto al sud, pieni di sole, sabbia e mare. Era facile, osservandoli, immaginare che quegli stessi occhi, secoli prima, fossero appartenuti a un dio greco. Ma Amodio delle divinità greche non conosceva neanche l'esistenza. I suoi occhi in realtà erano solo arrabbiati e spietatamente vogliosi di riscatto, a ogni costo...». È un breve ma significativo passo del romanzo "Amodio" scritto da un giovane autore crotonese Maurizio Fiorino. Il libro, in poche settimane, è giunto già alla terza ristampa e si sta palesando come vero e proprio fenomeno letterario nel suo genere. Maurizio Fiorino, crotonese di origine, di professione è fotografo ed ha esposto nelle più importanti gallerie del mondo tra cui New York e Roma. Le sue opere sono comparse su riviste nazionali ed internazionali. Chi ha letto il suo libro dice che il giovane scrittore è riuscito a trasporre sulla carta la stessa capacità di "fotografare" la vita in tutte le sue sfaccettature. Come ad esempio quando tesse con le parole la descrizione fisica di Amodio («impavido, audace, quasi sfrontato; la perfetta sintesi di tutte quelle emozioni capaci di raggiungere un'intensità tale da sentirle nella pelle»). C'è un frammento di Sud in ogni suo lineamento, ci sono i segni forti della nostra terra, una traccia tangibile della nostra esistenza; il desiderio di evadere da una realtà ostile che ci tiene inchiodati a sè, una realtà dove non risiede verità, pertanto una realtà fittizia, fasulla. "Amodio" scava nei pregiudizi e nelle distorte credenze di questa terra ancora troppo lontana dal concetto di emancipazione e lo fa con un racconto dai periodi brevi, incisivi, diretti. Un racconto dalle parole semplici ma lanciate come dardi che trafiggono il bersaglio. Il tutto è intervallato da descrizioni poetiche e cariche di passione, una passione così penetrante da far vibrare le corde dell'anima. La presentazione del libro è stata voluta fortemente dall'assessore alla Cultura Antonella Giungata per celebrare un libro che parla di Crotone. Presente anche il sindaco Peppino Vallone che ha rivolto le congratulazioni a nome della città al giovane autore. È stata infine la giornalista Giulia Tassone a condurre l'incontro letterario.