fbpx
Sabato, 04 Dicembre 2021

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

Da Lucca a Crotone: in programma kermesse fumettistica l'11 e 12 dicembre

Posted On Giovedì, 04 Novembre 2021 12:59 Scritto da Redazione

Erano esattamente due anni che Lucca, il salotto della Toscana, aspettava di rivedere le sue mura medievali straripare di esuberante bellezza fatta di cosplay, giochi di animazione, fumetti, seguaci di Harry Potter, supereroi, cinema e amanti della cultura del Sol Levante.

Finalmente il 29 ottobre l’attesa è finita e la città ha accolto in quattro giorni 90mila visitatori, ospiti illustri del mondo del fumetto, dell’editoria e della musica e espositori di tutta Italia.

Il Lucca Comics & Games strutturato in Mostre, Festival e Campfire, è stato decisamente la sfida di tutti, vinta fin dal primo giorno da tutti. E’ stato soprattutto un impegno serio che il Comune e gli organizzatori di Lucca Crea si sono sentiti di intraprendere per riconsegnare alla comunità la voglia di stare insieme, nel rispetto delle regole, e un evento culturale di portata internazionale che ormai, giunto al suo 55° anno, attira la stampa di molti paesi europei e non solo.

La fiera internazionale dedicata al fumetto, all’animazione, ai giochi e ai videogiochi, è infatti la prima d’Europa e la seconda al mondo dopo il Komiket di Tokyo. E anche quest’anno la Città del fumetto, per antonomasia, ha dimostrato di meritare assolutamente  il podio per la qualità degli eventi culturali proposti e per la capacità attrattiva di portare nell’arborato cerchio giornalisti provenienti perfino dalla Russia e dalla Cina.

L’edizione 2021, se pure così tanto attesa, è stata comprensibilmente attraversata da dubbi e incertezze che l’era covid ha consegnato a tutti, in tutti i luoghi del pianeta. Ma da qualche parte bisognava pur cominciare per trovare il coraggio di uscire fuori “e riveder le stelle”. Il riferimento della locandina, oltre che al Sommo Poeta, era rivolto all’agognato ritorno alla normalità attraverso la kermesse, tornata in presenza anche se con numeri ridotti, dopo l’incubo e le restrizioni della pandemia. E Lucca ha scelto di ricominciare a riveder le stelle, in grande, dai Comics.

Così dal 29 ottobre al 1 novembre la gigantografia di Dante, realizzata dal fumettista e illustratore Paolo Barbieri per ricordare i 700 anni della sua morte, imperava dentro e fuori le mura per accogliere il popolo dei Comics desideroso di ritornare alla vita di un tempo, quella fatta anche di leggerezza, stravaganza, voglia di evadere per qualche giorno dalla realtà e sognare.

Per quattro giorni, volati via in un lampo, Lucca è stata uno scrigno magico pieno di gemme preziosissime per i suoi visitatori: pokemon, manga, D&D, videogiochi, kimoni, suoni di corni, profumo di mele caramellate e castagne, ma anche di dorayaki e ramen,  Harry Potter, katane, Giappone…il Sogno.

E poi ancora teatri, chiese e musei si sono trasformati in cenacoli d’arte e luoghi d’incanto. Tanti sono stati gli ospiti illustri del mondo dell’arte, del cinema, della musica e dell’editoria.

L’evento più atteso, in campo editoriale, è stato il Bonelli story.  La casa editrice Sergio Bonelli Editori, che ha creato fumetti come Tex Willer, Dylan Dog e Zagor, ha celebrato con un’emozionante mostra nella chiesa di San Giovanni i suoi primi 80 anni di attività.

I Comics hanno dedicato un momento importante anche alla storia. In occasione del Centenario del Milite Ignoto, il Comune di Lucca ha assegnato la cittadinanza onoraria al milite italiano che è diventato il simbolo dell’atrocità di tutte le guerre.

Per quanto riguarda l’attualità, uno degli ospiti più attesi è stato certamente lo scrittore e giornalista Roberto Saviano che, nella giornata di domenica 30 ottobre, ha incontrato il pubblico al Teatro del Giglio e ha parlato del suo ultimo lavoro, un graphic novel intitolato Sono ancora vivo nel quale racconta, attraverso la forza espressiva del fumetto realizzato da Asaf Hanuka, i suoi quindici anni sotto scorta.

Non poteva poi mancare il contributo della musica in una manifestazione così ampia. Caparezza, Pau dei Negrita, Mahmood e Zerocalcare sono stati attesi da file di giovani e meno giovani per condividere insieme riflessioni sull’arte e momenti di musica.

Anticipazioni cinematografiche, tra le più attese Matrix e Encanto della Disney, sono state proiettate, seguite da conferenze e cast, nei cinema della città toscana. Infine, il popolo del Cosplay ha colorato le mura urbane e animato Villa Bottini e piazza San Francesco, come da programma di quest’anno. Tutto è andato meglio delle più rosee previsioni, di questo ne sono convinti tutti.

Nonostante qualche incertezza legata alla scelta del Palatagliate e del Polo Fiere, edifici esterni alle mura, che si affiancavano al tradizionale centro storico, e nonostante la pioggia dell’ultimo giorno, il bilancio è stato decisamente positivo.

Sicuramente il merito va all’organizzazione e al Comune, ma anche alla cittadinanza e alle persone che hanno partecipato e a cui è stata prestata una intera città. Una vittoria corale, quindi. Anzi, per ricollegarci alla locandina, un firmamento trapunto di stelle. E mentre il LCG21 si congeda dai suoi fans e ci dà appuntamento al nuovo anno, un evento culturale nuovo e sperimentale toccherà la regione Calabria nel mese di dicembre.

Qui Crotone. L’11e il 12 dicembre prossimi, infatti, Crotone ospiterà la 1° Edizione di “Musica, Fumetti e Fantasia”, una manifestazione culturale promossa dal prof. Romano Pesavento, presidente del Cnddu, che vedrà un ricco parterre di ospiti insigni del mondo del fumetto e della musica.

Nelle settimane precedenti al Natale il fumetto si sposta, quindi, dalle mura medievali di Lucca alla città di Pitagora. Ciò che non si sposta, invece, è la voglia di sognare. E una buona dose di sogni dovrebbe essere garantita sempre a tutti, adulti e bambini. Arrivederci al prossimo anno con il Lucca Comcis and Games e in bocca al lupo a Crotone per il suo nuovo spettacolo d’arte.

“Il fumetto è qualcosa che riesce a rappresentare graficamente i sogni di ognuno!”

Rosa Manco