Mercoledì, 08 Luglio 2020

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

Le telecamere de "I fatti vostri'' domani mattina a Isola Capo Rizzuto per iniziativa benefica

Posted On Domenica, 07 Giugno 2020 13:00 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

 La celebre trasmissione televisiva di Rai 2, “I fatti vostri” sara’ ospite a Isola Capo Rizzuto per la “domenica della riconoscenza”.

«In questo periodo di pandemia – scrive l’amministrazione comunale – abbiamo sempre sottolineato “il cuore grande di Isola Capo Rizzuto”, tanti sono stati i gesti di solidarietà e volontariato. Azioni che hanno spesso colpito in positivo l’opinione pubblica tanto da attirare in più occasioni l’interesse dei media nazionali. Ultima, in ordine di tempo, la straordinaria idea venuta a Giuseppe Demeco, giovane parrucchiere di Isola Capo Rizzuto, che ha dedicato un giorno del suo lavoro concedendo taglio e shampoo gratis per operatori sanitari, carabinieri e volontari del Coc, che in questo periodo si sono spesi per gli altri. L’iniziativa, dal titolo “Domenica della Riconoscenza” si è svolta nello storico salone della famiglia Demeco, situato nella centralissima piazza Roma, riscontrando un discreto successo con circa una ventina di tagli effettuati. Il tutto ha attirato l’interesse della Rai, in particolare della trasmissione simbolo di Rai 2: “I fatti vostri” di Giancarlo Magalli».

«Domani, lunedì 8 giugno – riferisce la nota –, il trentennale programma Rai, condotto anche dalla cirotana Roberta Morise, porterà le sue telecamere a Isola Capo Rizzuto, dove in Piazza del Popolo verrà allestito una sorte di salone all’aperto con la famiglia Demeco protagonista, una sorta di replica della “Domenica della Riconoscenza”. Alle 11.15 circa dovrebbe avvenire il collegamento in diretta con l’inviato Massimo Proietto, altro orgoglio della nostra terra, che farà da tramite con la famosa “Piazza” italiana, situata nello studio 3 del centro di produzione Rai di via Teulada.  Questa sarà una vetrina importante per il nostro territorio, un riscatto meritato dopo anni di buio che ci hanno visto troppo spesso protagonisti in negativo sulle reti nazionali, con etichette che mai ci sono appartenute».