Mercoledì, 28 Ottobre 2020

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

Si prospetta un venerdi' all'insegna del jazz: il trio Garritano, Ricciardi e Zanchi in concerto

Posted On Lunedì, 02 Marzo 2015 20:05 Scritto da

jazzUna serata da non perdere! Si preannuncia infatti una calda e coinvolgente notte in musica, quella di venerdì 6 marzo prossimo all'Aleph. E allora, come perdersi il trio jazz Massimo Garritano (chitarre), Velia Ricciardi (voce) e Attilio Zanchi (contrabasso)? Il gruppo si è già esibito in questa formazione circa due anni fa, riscuotendo grande successo. Al duo di musicisti cosentini Garritani- Ricciardi, già molto apprezzato, si unisce quindi un altro jazzista (e che musicista!) che è Attilio Zanchi. Ecco perché si preannuncia come un evento unico, un concerto in divenire. Dalle 21, 45 in poi ci si lascerà travolgere dai ritmi pop-rock del trio, dimenticando fuori la pioggia... Ancora non si conosce il programma preciso della serata. Ma a volte un po' di suspense non guasta, anche perché questi musicisti ci hanno già abituato a dei fuori programma fantastici.


Massimo Garritano: Borsa di Studio presso il Berklee College of Music di Boston. Diploma di Primo Livello in Musica Jazz – tesi analitica sulle composizioni di Wayne Shorter. Diploma di Secondo Livello con lode e menzione – tesi sulla Solo Performance. Vanta importantissime collaborazioni e studi all'estero. Ha collaborato tra glia altri con Nicola Pisani, Attilio Zanchi, Ensemble Centrale dell'Arte, Antonio Dambrosio, Achille Succi, Agricantus, Lutte Berg, Jan Gunnar Hoff, Anne Waldman, Eugenio Colombo.Autore di musiche per balletti, readings, spettacoli teatrali e sonorizzazioni di film muti.

Velia Ricciardi: dopo il diploma Accademico in Musica Jazz presso il Conservatorio di Musica "S.Giacomantonio" di Cosenza con il massimo dei voti e lode, inizia, giovanissima, gli studi di pianoforte e canto lirico, mentre perfeziona il canto leggero in Inghilterra. Nel '94, è finalista al Festival di Sanremo nella sezione "Giovani". Seguono attività teatrali in Canada e Stati Uniti, e concerti presso le Ambasciate Italiane in Brasile, Indonesia, Yemen. Dopo una parentesi di canto polifonico etnico-popolare, negli Stati Uniti si appassiona al canto gospel e soprattutto al jazz: segue stages sull'improvvisazione, musica d'insieme, armonia jazz con Lee Konitz, Jerry Bergonzi, Greg Hutchinson; e di canto con Cinzia Spata, Maria Pia de Vito, Sheila Cooper, Anna-Lisa Kirby, Susanna Stivali, Diana Torto, Gianna Montecalvo, Bob Stoloff. Intensa l’attività concertistica e le collaborazioni discografiche e didattiche con: Attilio Zanchi, Lee Konitz, Jerry Bergonzi, Greg Hutchinson, Steve Kirby, Dave Burrell, Mark Bernstein, Mark Soskin, Nicola Pisani, Danilo Rea, Davide Santorsola, Roberto Ottaviano, Pietro Condorelli, Ettore Fioravanti, Teo Ciavarella, Roberto Spadoni, Marco Sannini, Felice Mezzina, Raffaele Borretti, Francesco D’Errico, Cinzia Spata, Maria Pia De Vito, Antonio D’Ambrosio, Giuseppe Berlen, Pierluigi Balducci, Giacomo Aula, Nino De Rose, Piero Cusato, Vittorino Naso, Vince Tempera, Fio Zanotti, Mimmo Locasciulli, Andrea Mingardi, Tony Esposito, Paolo Damiani, Julius Pastorius, Eddie Gomez, Andy Middleton, Roberto Scornaienchi, Massimo Garritano, Bruno Marrazzo, Bruno Luise, Walter Ricci.

Attilio Zanchi: contrabbassista jazz, compositore e docente di fama. Nasce a Milano nel 1953 e inizia lo studio del contrabbasso nel 1978 con corsi di Jazz alConservatorio di Milano. Nel 1980 ottiene una borsa di studio presso la "University of Fine Arts" di Banff (Canada) e presso il "Creative Music Studio" di Woodstock (USA) dove perfeziona lo studio del contrabbasso con Dave Holland ed improvvisazione con Karl Berger, George Lewis, Sam Rivers, Jimmy Giuffré, Ed Blackwell, John Abercrombie ed altri. Al suo ritorno in Italia fa parte del "Milan Jazz Quartet" ed inizia la collaborazione con il gruppo di Franco D'Andrea e Paolo Fresu con il quale suona tuttora. Contemporaneamente suona con moltissimi celebri jazzisti americani ed europei in tour, registrazioni, concerti e session. Nel corso della sua carriera ha registrato oltre 80 dischi di cui 6 con progetti a suo nome e a svolto più di mille concerti.

 

*Foto di Carlo Maradei