Martedì, 07 Luglio 2020

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

Stagione concertistica ''Beethoven'': e' stata standing ovation per il duo Di Meo-Carbonara

Posted On Lunedì, 17 Febbraio 2020 20:30 Scritto da Romano Pesavento

Nell’auditorium del Liceo musicale “Orfeo Stillo” di Crotone, giorno 15 febbraio, alle ore 18:30, si è svolto il concerto del duo Erminia De Meo (violoncello) e Michelangelo Carbonara (pianoforte) inserito nel programma della stagione concertistica 2020 “L’Hera della Magna Grecia – II Edizione” della società Beethoven, guidata dal maestro Fernando Romano, con la direzione artistica di Mariarosa Romano.

Entrambi i musicisti, giovanissimi ma talentuosi in quanto vincitori di svariati premi e riconoscimenti di carattere nazionale e internazionale, hanno deliziato i presenti con un programma denso e impegnativo. Ad aprire la serata è la Sonata numero 2 del compositore Felix Mendelssohn, dedicata al conte russo Mathieu Wiehlorsky.

I due strumentisti hanno eseguito il brano in modo tecnicamente impeccabile, restituendo in pieno l’elegante e briosa atmosfera tardo settecentesca a cui il compositore si è ispirato nel realizzare la sua opera. Il vigore e l’equilibrio tra le due componenti musicali contrassegnano lo svolgimento dei quattro movimenti, durante i quali gli strumenti, pianoforte e violoncello, armonizzano in modo complementare e stupefacente.

Successivamente è stato proposto il “Concerto Op. 85” di sir Edward William Elgar. Nonostante la complessità della composizione, caratterizzata da dinamiche drammatiche e cambiamenti ritmici, l’attenzione dei presenti era catalizzata dalla maestria degli artisti sul palco, che hanno saputo esprimere anche la profondità delle tematiche con cui l’opera è stata concepita in seguito alla fine della Prima guerra mondiale.

Finale gioioso con la trascinante “Tarantella Op. 33” di David Popper, che ha entusiasmato il pubblico in sala in un crescendo di applausi e consenso. Un ultimo regalo per gratificare gli astanti: Elegie pour violoncelle et piano, op. 24 di Gabriel Faurè.