Martedì, 07 Luglio 2020

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

Stagione concertistica ''Beethoven'': sabato prossimo in concero il duo Di Meo-Carbonara

Posted On Martedì, 11 Febbraio 2020 18:54 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Continuano gli appuntamenti – informa Mariarosa Romano – della Società Beethoven Acam di Crotone con la stagione concertistica “L’Hera della Magna Grecia” III Edizione».

«Sabato 15 febbraio - prosegue Romano - presso l’auditorium del liceo musicale “Orfeo Stillo” sito in largo Panella a Crotone, alle ore 18.30 si esibirà il duo Erminia Di Meo (violoncellista) e il pianista Michelangelo Carbonara. Un duo di grande prestigio già vincitore di numerosissimi concorsi internazionali sia individualmente che in Duo. Presentano un programma quanto mai impegnativo ma fruibile anche da un pubblico giovane. Mendelsshon, Elgar, Schumann e Popper saranno gli autori che con la loro creazione e la professionalità degli artisti ci regaleranno momenti di vero godimento culturale».

Michelangelo Carbonara, deve la sua formazione pianistica principalmente alle personalità di Sergio Perticaroli, William Grant Naboré e Fou Ts’ong. Intrapresi gli studi musicali a cinque anni con Paola Barbera, a sei comincia a comporre e ad esibirsi in pubblico. Dopo aver studiato con Giuliana Bordoni Brengola si diploma nel 1996 con il massimo dei voti sotto la guida di Fausto Di Cesare.

Nel 1999 termina il corso di perfezionamento triennale presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con il massimo dei voti, vincendo inoltre la borsa di studio quale migliore diplomato dell’anno nella classe di Sergio Perticaroli. Si è inoltre perfezionato presso il Mozarteum di Salisburgo e l’Academie Musicale di Villecroze, in Francia. Ha seguito masterclasses tenute da Bruno Canino, Dominique Merlet e Gyorgy Sandor.

Dal 2001 è stato scelto per seguire le esclusive Masterclasses presso l’International Piano Foundation “Theo Lieven” di Cadenabbia e l’International Piano AcadePREMImy Lake-Como presieduta da Martha Argerich. Ha studiato pianoforte con grandi Maestri del calibro di Leon Fleisher, Dimitri Bashkirov, Claude Frank, Menahem Pressler, Andreas Staier, Peter Frankl e Alicia De Larrocha, musica da camera con il Trio di Trieste e accompagnamento di cantanti con Graham Johnson.

E’ vincitore di 17 premi in concorsi internazionali (tra cui allo Schubert di Dortmund). Nel 2003 ha debuttato in Cina, esibendosi fra l’altro al Conservatorio Centrale di Pechino. Nel giugno 2007 ha debuttato alla Carnegie Hall di New York e oggi la sua carriera lo porta a esibirsi in numerosi paesi del mondo (Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra, Repubblica Ceca, Croazia, Romania, Malta, Corea del Sud, Cina, Giappone, Stati Uniti d’America, Canada).

In Italia ha suonato in alcune tra le sale più prestigiose, come l’Auditorium Parco della Musica a Roma, l’Auditorium e la Sala Verdi a Milano e il Lingotto di Torino. Ha inciso per Papageno, Tactus e Suonare Records. Nel 2008 ha realizzato per Brilliant Classics l’ integrale delle opere pianistiche di Maurice Ravel, che è stato accolta molto favorevolmente dalla stampa internazionale e che è stata argomento di un articolo di Claudio Strinati sul Venerdì di Repubblica.

Per le stagioni 2005-2007 è stato scelto dal prestigioso Keyboard Charitable Trust di Londra e dall’ottobre 2006 beneficia delle sponsorizzazioni e del sostegno dell’Associazione Ambrosia di Milano. Si esibisce sovente con la violoncellista Kyung Mi Lee, i violinisti Markus Placci, Marco Serino e Pasquale Farinacci, la flautista Daria Grillo, il clarinettista Paolo Marchettini, la soprano Irene Rinaldi, il baritono islandese Sigurdur Bragason.

Affianca all’attività concertistica quella didattica, in qualità di insegnante di pianoforte, musica da camera e materie teoriche. Ha insegnato musica da camera per l’USAC presso l’Università della Tuscia di Viterbo. Ha inoltre tenuto masterclass in Romania, Cina e Canada. Nel 2005 è stato scelto quale testimonial della musica italiana al Premio Nazionale delle Arti indetto dal Ministero della Pubblica Istruzione. Parallelamente svolge attività di compositore, arrangiatore e recording director.

Erminia Di Meo. Nata a Roma, ha iniziato lo studio del violoncello all’età’ di 5 anni con il maestro George Schultis. E’ iscritta dall’anno accademico 2018/2019 presso l’istituto pareggiato musicale ‘G. Braga’ di Teramo al corso di Laurea di Secondo livello in discipline musicali indirizzo Compositivo-Interpretativo Settore Disciplinare Violoncello.  Ha partecipato a numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali per strumento solista. Ha vinto nel 2014 il XXI Concorso Internazionale Anemos di Roma.

Nel 2015 ha partecipato al Premio Clivis Internazionale di Roma classificandosi tra i vincitori. Ha vinto inoltre il Primo premio assoluto nel 2016 del Concorso Nazionale Città di Latina. Sempre nello stesso hanno ha partecipato al 3 Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale Clivis classificandosi seconda e al Concorso Chroma per giovani violoncellisti classificandosi prima. Nel 2017 ha partecipato al Concorso Anemos di Roma e Clivis classificandosi tra i primi vincitori della categoria archi. Nel 2018 ha partecipato alla 3 edizione del concorso Internazionale musicale Melos tenutosi a Roma vincendo il primo premio. Nello stesso anno è arrivata prima al 28 concorso per giovani musicisti nella città di Barletta ed è arrivata seconda al 10 Concorso Internazionale A.GI.MUS presso Francavilla Fontana.  Ha inoltre partecipato a numerose Masterclass. Nel 2013 presso ‘MasterArezzo’ ha suonato con Giovanni Gnocchi; Nel 2016 ha suonato con il maestro Giovanni Sollima presso l’Accademia Musicale Sherazade e in seguito è stata selezionata dallo stesso maestro per suonare come violoncello solista (accompagnata da orchestra) nella Società Italiana del Violoncello ‘100 Cellos’ durante il Ravenna Festival. Sempre nello stesso anno ha partecipato alla Mastercalss con il maestro Paolo Andriotti nel corso estivo presso Nocera Umbra. Nel 2018 ha partecipato alla Masterclass tenuta dal Maestro Antonio Meneses presso il conservatorio di Firenze ‘Luigi Cherubini’. Il repertorio spazia dal periodo barocco fino al romantico. Attualmente suona regolarmente in concerti sia come solista che in complessi cameristici.