Domenica, 27 Settembre 2020

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

''Summer invasion'' presenta: ''E io ci sto'', rassegna di cortometraggi e documentari

Posted On Venerdì, 24 Luglio 2020 17:08 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

A Crotone si genera arte e il palcoscenico sarà il Museo e giardini di Pitagora. Ritornano sulla falsa riga delle tanto riuscite “Xmas Invation”, le Summer Invention” propongono un’estate ricca di eventi culturali: danza, musica, poesia, teatro, pittura e cinema prenderanno vita, forme e colori all’interno del parco.

Tutto questo grazie all’attenta organizzazione del Circolo Arci di Crotone coadiuvata dal Csv Aurora, dal consorzio Jobel, dal Forum provinciale del Terzo settore e da oltre 40 soggetti fra privati e associazioni socio culturali in città. Un miracolo di condivisione e collaborazione per una piccola città che, fra mille difficoltà, dovrebbe valorizzare la propria storia, cultura e infinita bellezza dei suoi posti.

“E io ci Sto” è una rassegna all’insegna della ripresa delle attività sociali e culturali, è come il motore di una macchina che ritorna ad accendersi dopo un lungo periodo di stop. L’idea nata nel periodo post-Covid è proprio quella dell’aggregazione, nei limiti delle leggi sul distanziamento sociale. È un grande segnale di presenza e ripresa in un territorio in cui la cultura fatica molto spesso ad emergere. La rassegna si svolgerà dal 25 luglio all’11 settembre all’interno di Parco Pitagora (Parco Pignera) a Crotone. Valorizzare l’unico polmone verde della città è una scelta oculata e attenta alla sicurezza del singolo cittadino.

Registi, attori e produttori daranno lustro alla rassegna raccontando il loro punto di vista: tutti i documentari e cortometraggi raccontano storie di ogni giorno, di vita quotidiana in un continuo salto generazionale fra passato e presente. Si inizia con “In un futuro aprile” dedicato agli anni giovanili di Pasolini di Francesco Costabile, regista calabrese, che ha ricevuto a Bologna la menzione speciale della giuria “Biografilm Italia” al Biografilm Festival 2020.Altri nomi importanti del panorama cinematografico Nazionale e internazionale prenderanno parte alla rassegna: Emiliano Barbucci con Gramsci 44, Angelo Ferrente con Selfie, Gaia Capurso produttrice di Dove vanno le nuvole, Simone Isola regista di Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari e tanti altri a completare questa prima edizione. All’interno della rassegna ci sarà una serata dedicata a cortometraggi calabresi per valorizzare la territorialità e le figure professionali locali le quali hanno avuto già tanto successo fuori Regione. Penalty di Aldo Iuliano, Amare Affondo di Matteo Russo e Il nostro sangue di Gino Palummo (con Francesco Pupa come protagonista) sono i tre cortometraggi ospiti della serata che si terrà il 16 agosto.

Infine ci saranno due giorni dedicati al Calabria Movie International Short Film Festival (18-19 Agosto), festival di cortometraggi organizzato da Matteo Russo e Luisa Gigliotti. È giusto dare una varietà stilistica a Crotone, ed è bello poterlo fare portando un po'di cultura. Ci sono tutte le possibilità e capacità perché questa città possa riemergere da un torpore culturale in cui è immersa da parecchi anni ormai e i film (compresi documentari e cortometraggi) hanno l’obbligo e il compito di divulgare cultura, informare e istruire sperando che il singolo individuo colga con altrettanta sensibilità il messaggio.