Lunedì, 18 Gennaio 2021

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

«Per celebrare gli anni ruggenti della cultura a Crotone – informa una nota del Consorzio Jobel –, giovedì 22 ottobre alle ore 18, sarà inaugurata la "Mostra fotografica del Premio Crotone dal 1952 al 1963", presso il Museo di Pitagora, alla presenza dell'assessore alla cultura Rachele Via».

Pubblicato in Cultura e spettacoli

L'ufficio di pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Crotone - Santa Severina ha allestito una mostra fotografica presso la Basilica cattedrale di Crotone dal titolo: "Ambiente, nostra casa comune. Dall'abbandono... alla cura. Uno sguardo alla città riflettendo sulle parole di Papa Francesco".

Pubblicato in Attualita'

piazza duomo“Ambiente, nostra casa comune, dall’abbandono alla cura - Uno sguardo alla città riflettendo sulle parole di Papa Francesco” è il titolo della mostra fotografica organizzatadal gruppo "Dottrina sociale della chiesa" (Dsc) di Crotone la cui inaugurazione si terrà mercoledì 20 giugno alle ore 18.30 presso il Centro diocesano giovanile (l'ex libreria limitrofa al Duomo). Sono scatti su esempi di degrado e incuria presenti in questa città, descritti con le parole estratte dall’Enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco. «La mostra – riferisce una nota – organizzata dal gruppo Dsc, raccoglie alcuni scatti commentati con le parole estratte dall’Enciclica Laudato sì pubblicata da Papa Francesco il 18 giugno 2015. Le immagini ritraggono esempi di degrado, incuria e abbandono, sempre più presenti in questa città. L’idea nasce dal senso di profonda sofferenza per la trascuratezza, l’indifferenza, l’assenza di amore per l’ambiente che ci circonda e nel veder prevalere una sorta di rassegnazione a questo stato di cose. Scopo della mostra è risvegliare quell’amore sociale che il santo padre definisce nell’Enciclica, la chiave di un autentico sviluppo: “Per rendere la società più umana, più degna della persona, occorre rivalutare l’amore nella vita sociale – a livello politico, economico, culturale – facendone la norma costante e suprema dell’agire. (…) Insieme all’importanza dei piccoli gesti quotidiani, l’amore sociale ci spinge a pensare a grandi strategie che arrestino efficacemente il degrado ambientale e incoraggino una cultura della cura che impregni tutta la società”».

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

ezio scida collageIl 18 gennaio 1946, si spegneva Ezio Scida, giocatore e capitano del Crotone Calcio. Durante un viaggio verso Castrovillari, per una partita contro la squadra locale, l'automezzo che trasportava la squadra si ribaltò e nell'incidente purtroppo perse la vita. L'amministrazione Comunale dedicò alla sua memoria lo stadio della città. «Numerose sono le iniziative - informa una nota - che si stanno organizzando in occasione dell'anniversario della scomparsa che si terranno anche allo stadio che porta il suo nome dove l'amministrazione comunale sta operando una attenta operazione di riqualificazione avendo già dotato il settore distinti dei seggiolini che richiamano i colori ed il nome della città. Tra l'altro - prosegue la nota - il settantesimo anniversario della scomparsa di Scida è concomitante con il match clou del campionato di serie B che vedrà gli uomini di mister Juric, secondi in classifica, opposti al Cagliari che occupa il primo posto. Per rendere omaggio alla memoria di Ezio Scida, il Comune di Crotone, attraverso la sua pagina facebook ha lanciato l'invito ad inviare testimonianze fotografiche che ricordino, soprattutto alle giovani generazioni, questa figura esemplare di sportivo e di uomo. Testimonianze che saranno successivamente oggetto di una mostra fotografica. Le prime eccezionali e storiche foto che, tra l'altro, documentano i funerali del compianto Ezio Scida, sono state inviate da Giuseppe Franco. Chiunque avesse immagini che ricordino Ezio Scida può inviarle all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Inoltre è intenzione dell'Amministrazione proporre negli incontri che periodicamente si svolgono con gli alunni delle scuole crotonesi, anche attraverso il contributo di esperti e di studiosi, approfondimenti sulla figura di Ezio Scida».

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'