fbpx
Sabato, 16 Ottobre 2021

CULTURA E SPETTACOLI NEWS

«Dopo la riapertura al pubblico delle scorse settimane – informa una nota del Comune di Crotone – arriva per la Villa comunale un importante riconoscimento che evidenzia l'importante patrimonio arboreo dello storico complesso: il Ficus macrophilla presente all'interno della struttura è stato dichiarato, per decreto, "Albero monumentale"».

Pubblicato in Cultura e spettacoli

«La città di Crotone – riferisce una nota del Comune di Crotone – ha ricordato ed omaggiato uno dei suoi figli migliori in occasione del 40° anniversario della scomparsa: Rino Gaetano con l'evento "Sotto il cielo di Rino" che si è tenuto ieri sera alla villa comunale».

Pubblicato in Cultura e spettacoli

«Un ritorno atteso: viene restituita alla collettività la villa comunale di Crotone». È quanto si legge in una nota diramata dall’Ente.

Pubblicato in In primo piano

L'assessorato al Verde pubblico del Comune di Crotone, in collaborazione con Akrea e con il fondamentale contributo volontario di una serie di associazioni cittadine presenta "Green Saturdays": ogni sabato del mese di marzo sarà dedicato alla cura e alla manutenzione del verde in alcuni siti cittadini.

Pubblicato in Attualita'

rappresentazione astraleE' stata inaugurata ieri sera nella Villa comunale, in viale Regina Margherita, l'installazione artistica ora presente all'interno del polmone verde della città denominata "Rappresentazione astrale" che è stata ideata e realizzata da Tommaso Palaia, giovane artista crotonese che ha vinto il concorso di idee promosso dall'associazione Maslow nell'ambito del progetto "Villa in Rete". Si tratta di un progetto che ha visto operare diverse realtà con l'obiettivo di rivitalizzare lo spazio della villa comunale attraverso una serie di iniziative che hanno ricevuto il sostegno del dipartimento della Gioventù presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. L'Associazione Temporanea di Imprese è composta dall'associazione Maslow (capofila), la Cooperativa Sociale Agorà Kroton, la società Alfa 21 sas, il circolo Cinalci, l'associazione culturale "gli spalatori di nuvole".
palaia villa in rete crotone«Il Comune di Crotone – puntualizza una nota – ha sin dal principio aderito all'idea, fornendo la disponibilità degli spazi con l'obiettivo di una valorizzazione e qualificazione, al fine di contrastare la riduzione e l'abbandono dei luoghi pubblici rafforzandone la funzione di luoghi di relazione, di incontro e di scambio della comunità. Unitamente alla inaugurazione dell'opera si è tenuta quella di un chiosco che consentirà di raggiungere una ulteriore finalità prevista dal progetto "Villa in Rete", ossia favorire l'imprenditorialità giovanile».
chiosco villaAlla inaugurazione hanno partecipato l'assessore alle Politiche sociali Alessia Romano e l'assessore alla Cultura Valentina Galdieri. «L'identità di un popolo – ha dichiarato l'assessore alla Cultura Valentina Galdieri – è fatta di miti, di valori, di storie ma anche di luoghi. Oggi Crotone riscopre un pezzo importante della propria identità. La nostra villa comunale, da troppo tempo trascurata, è tornata a risplendere. Adesso tocca a noi viverla», ha concluso l'assessore alla Cultura Valentina Galdieri.

 

 

 

Pubblicato in Attualita'

villainreteÈ stato presentato questa mattina presso la sala “Dionigi Caiazza” della Casa della cultura di Crotone il progetto "Villa in rete". L’iniziativa è finanziata dal dipartimento della Gioventù e del servizio civile attraverso l'avviso pubblico "Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici". Qui a Crotone è promossa da una Ats composta da: Associazione "A. Maslow" (capofila), cooperativa sociale Agorà Kroton, Alfa 21 snc, Circolo "Cinalci", Slow food Crotone, associazione culturale "Gli spalatori di nuvole", in collaborazione con il Comune di Crotone. A illustrare i dettagli del progetto sono stati questa mattina Gregorio Mungari Cotruzzolà e Fabio Riganello (Agorà), Filippo Sestito (Arci), Antonio Laino (Cinalci) e Antonio D’Antoni (Slow food). Presente anche il vicesindaco Antonella Cosentino. L'ambito di intervento – hanno precisato i promotori del progetto – è quello della valorizzazione, della fruizione e gestione autosostenibile dei beni demaniali di proprietà della pubblica amministrazione. Obiettivo generale del progetto è contrastare la riduzione e l'abbandono dello spazio pubblico, valorizzandone le funzioni di luogo di relazione, di incontro, di scambio, innalzando i valori ambientali e urbanistici, anche attraverso la professionalizzazione del lavoro creativo giovanile e integrando il messaggio artistico nel tessuto civile e sociale. Il bene pubblico su cui il progetto interviene è la Villa Comunale, uno dei principali presìdi ambientali intorno al quale si è sviluppata nel corso degli anni l'identità storica dell'intera città di Crotone. L'iniziativa si propone di riposizionare in questa area di pregio del centro storico della città di Crotone una serie di funzioni urbane superiori, offrendole al mondo dell'associazionismo, dell'innovazione sociale e dell'imprenditoria culturale, per rilanciare uno spazio dove realizzare progetti e sviluppare la creatività, favorendo il coinvolgimento dei cittadini come parte attiva di soluzioni concrete ai tanti problemi che oggi influenzano la qualità della vita della città. L'idea è creare un HUB territoriale aperto alla partecipazione dell'intero sistema associativo e della cittadinanza attiva dell'area urbana per favorire l'incontro, la sosta e il passeggio della popolazione. Riassegnare alla Villa la funzione di un "grande parco" offre l'opportunità di creare un vero e proprio sistema di spazi e di relazioni umani, sociali e creative, per promuovere un nuovo modello di sviluppo equilibrato e sostenibile, connesso alla dimensione dell'intercultura e della cooperazione. Tra le azioni previste dal progetto vi sono: la realizzazione e di un'opera artistica/creativa (in uno degli spazi della Villa comunale a libera scelta dell'artista), da individuare attraverso una procedura di selezione pubblica; la costruzione di un chiosco in legno - denominata area ristoro - nella zona più alta della Villa (bellavista), accessibile ogni giorno dell'anno per promuovere i prodotti a km 0, stimolare la cultura del consumo consapevole e le contaminazioni culturali legate al mondo della cucina; il ripristino del teatro nella zona bassa della Villa per attivare nuovi percorsi culturali ed artistici legati al mondo del cinema, del teatro e della musica; e l’adeguamento del sistema di illuminazione, dell'impianto elettrico e servizi igienici.

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'
Pagina 1 di 2