fbpx
Lunedì, 24 Giugno 2024

POLITICA NEWS

Aeroporto, Cgil sbotta: «Chiedono risorse ai Comuni? Vergognoso da Sacal e Regione, e' palese ribaltamento delle responsabilità»

Posted On Mercoledì, 14 Febbraio 2018 18:33 Scritto da

cgil manifestazione generica«Vergognoso il comportamento della Sacal e della Regione Calabria nell’incontro che si è tenuto ieri alla cittadella regionale per la riapertura dell’Aeroporto Sant’Anna: è stato mortificato tutto il Crotonese». Così in una nota la segreteria confederale della Cgil di Crotone. «E’ veramente difficile – prosegue la Cgil – non reagire a un palese ribaltamento delle responsabilità che è andato in onda durante la riunione, in cui, in modo chiaro, è emerso che non c’è nessuna volontà politica di riaprire l’aeroporto. Con un vero ricatto, poi, si è anche ipotizzato il licenziamento dei lavoratori assunti come previsto da quello stesso bando che ha dato la possibilità a Sacal di aggiudicarsi la gestione dello Scalo. Il 13 maggio scorso tutta la società crotonese, e non solo, ha partecipato con determinazione, passione e preoccupazione a una importante manifestazione. Venerdi 9 febbraio scorso tanti cittadini, accompagnati da sindaci, rappresentanti istituzionali e sociali, hanno ribadito la necessita della riapertura. Purtroppo la presa per i fondelli continua, anzi, in assenza dei voli, si chiedono finanziamenti ai nostri Comuni, dimenticando le tante promesse e gli annunci roboanti dei giorni appena trascorsi (la Regione si era formalmente impegnata a far fronte a tutte le risorse finanziarie utili alla ripresa delle attività volative). Come Cgil continueremo a batterci con tutte le nostre forze per far rispettare un diritto sacrosanto che è quello alla mobilità dei cittadini crotonesi. Inoltre, continueremo, attraverso le nostre strutture regionali e i nostri uffici legali a seguire la diffida/esposto che chiede a Sacal di rispettare i termini vincolanti al bando di concessione trentennale dello Scalo e la riassunzione dei lavoratori licenziati».