Sei qui: HomePOLITICAAllarme rosso per i debiti fuori bilancio al Comune: il presidente Mauro "bacchetta" la giunta in una lettera inviata al sindaco

Allarme rosso per i debiti fuori bilancio al Comune: il presidente Mauro "bacchetta" la giunta in una lettera inviata al sindaco In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Giovedì, 17 Novembre 2016 20:06

serafino mauroAllarme rosso per i debiti fuori bilancio al Comune di Crotone. A lanciare il segnale di pericolo è il presidente del consiglio comunale di Crotone, Serafino Mauro, con una lettera riservata fatta pervenire al sindaco, Ugo Pugliese, agli assessori, al segretario generale, ai dirigenti, ai revisori dei conti e all’organismo di valutazione. Nella lettera si legge che Mauro è venuto a conoscenza delle spese pazze fatte al di fuori di quelle previste dal bilancio di previsione 2016 “nel predisporre i lavori del prossimo consiglio”. Le proposte sono tutte pervenute all’ufficio del dirigente finanziario dell’ente. Gli impegni di richiesta di spesa riguardano, per come scrive Mauro, “diverse casistiche”, che vengono individuate nelle “sentenze non liquidate per le quali è stato pignorato il tesoriere; sentenze per danni da sinistro cagionati da criticità della viabilità; presa d’atto di lodi arbitrali; acquisizione di beni e servizi in violazione degli obblighi di cui ai comma 1,2 e 3 dell’articolo 191 del Testo unico enti locali (gli enti locali possono effettuare spese solo se sussiste l'impegno contabile registrato sul competente programma del bilancio di previsione e l'attestazione della copertura finanziaria, ndr); realizzazione di lavori pubblici in una situazione di somma urgenza.

 

debiti fuori bilancio letteraLa scelta di fare ricorso ai debiti fuori bilancio viene definita da Mauro un esempio di cattiva pratica amministrativa e “il riconoscimento da parte del Consiglio andrebbe a generare, per il Comune di Crotone, una serie di obbligazioni di pagamento” non per scelta dei consiglieri comunali, ma di altri. In sostanza il presidente del consiglio è preoccupato di fare prendere ai consiglieri responsabilità su scelte fatte da altri. Con un linguaggio burocratico sottolinea che siamo di fronte ad atti che “violano norme giuscontabili”. E se il Consiglio dovesse decidere di non riconoscere i debiti, gli amministratori sarebbero chiamati a rispondere di persona, unitamente al dirigente che autorizza al fornitore del servizio. La preoccupazione riguarda soprattutto le spese per beni e servizi. E’ evidente che il segnale di Mauro è riferito a qualche assessore-assessorato che potrebbe avere preso iniziative di spesa, senza tenere conto di quanto dispone il bilancio di previsione del 2016. Nel prosieguo della riservata, infatti, il presidente del consiglio comunale auspica che il ricorso ai debiti fuori bilancio possa “progressivamente ridursi”. Qualcosa non quadra e il segnale mandato da Mauro alla giunta che governa la città, non può essere ignorato visto anche il ruolo politico che il presidente del consiglio comunale ha ricoperto e ricopre nel movimento dei democratici che ha vinto le elezioni eleggendo il sindaco Pugliese.

 

 

 

 

Salva

Ultima modifica il Giovedì, 17 Novembre 2016 20:53
Gaetano Megna

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

balestrieri gif

------------

effemme box 300x250------------

archivio storico crotone

------------

gabbiano box 300x250

 

bonus pubblicità 2018 laprovinciakr verticale 1

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXV Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".