fbpx
Giovedì, 18 Agosto 2022

POLITICA NEWS

Amministrative, Pietro Secreti candidato a sindaco con ''Cotronei bene comune''

Posted On Giovedì, 29 Luglio 2021 17:12 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Si è riunito martedì 27 luglio alle ore 17.30 – informa una nota – il movimento civico "Cotronei bene comune" per completare la discussione e decidere, sulla situazione politica e amministrativa, in vista delle elezioni comunali che si terranno questo autunno». 

«I presenti – riferisce la nota –, sentite le relazioni introduttive e preso atto che la campagna di ascolto tra i cittadini e le cittadine, le forze economiche e sociali, i delusi dai partiti tradizionali, hanno tutti concluso all'unanimità, che il paese è ridotto in grave e irreversibile, se non si cambia rotta, degrado economico, sociale, culturale ed è in pericolo addirittura lo stato democratico con la conseguenza della sicurezza degli stessi cittadini. Preso atto di tutto ciò, concordano sul fatto che, tutti i cittadini e le cittadine di buona volontà, onesti e competenti, dotati di una grande passione politica e pronti a spendersi per il bene comune di Cotronei, diano corso ad una lista per concorrere e vincere le prossime elezioni amministrative». 

«Lista civica – puntualizza la nota – e senza simboli di partiti. Questa lista, deve essere guidata da una persona di alto profilo, autorevole, con grande esperienza politica e amministrata collaudata e di cui i cittadini si fidano, di comprovata onestà intellettuale e morale, ma soprattutto che sia in grado da subito di amalgamare e dirigere una squadra giovane, appassionata, dotata di spirito di servizio e pronta ad affrontare le grandi sfide che li attendono, per fare uscire Cotronei dalla grave situazione in cui l'hanno fatta cadere». 

«A questo compito di futuro sindaco – annuncia il movimento – viene chiamato Pietro Secreti, le cui qualità e caratteristiche sono note a tutti, lui avrà il compito di guidare la transizione, essere garante del progetto, far crescere una nuova e qualificata classe dirigente. Le condizioni ci sono tutte, occorre spirito unitario, disponibilità al sacrificio e passione per il progetto, ma soprattutto c'è bisogno di tutti, l'io non deve esistere, ma deve prevalere il noi e l'unità, con questo spirito si potrà vincere», conclude il documento.