fbpx
Martedì, 16 Agosto 2022

POLITICA NEWS

Amministrative Rocca di Neto: «La presenza del presidente Oliverio galvanizza gli avversari»

Posted On Martedì, 26 Maggio 2015 10:22 Scritto da
Barretta Francesco segretario provinciale Sel Barretta Francesco segretario provinciale Sel

Intervista a Francesco Barretta segretario provinciale di Sel.

franco barretta internaFermentano i preparativi nei comuni della nostra provincia coinvolti in tornata elettorale a livello locale. Si lavora per affrontare al meglio il rush finale che vede protagonisti in assoluto simpatizzanti e iscritti del centrosinistra, nelmentre come è noto sono quasi completamente sparite le schiere del centrodestra. Anzi a tal proposito si sono registrati passaggi repentini da uno schieramento all'altro in sfregio ad ogni credo politico. In pratica si sono riscontrati eventi di mera opportunità in linea coi comportamenti dei leader nazionali pronti a cavalcare sempre il carro dei vincitori pur di rimanere attaccati al potere. Sulla scia di questo andazzo, a Rocca di Neto, piazza di una certa importanza, sabato scorso c'è stato un'importante prova di muscoli tra i contendenti alla conquista del governo cittadino. La competizione elettorale è talmente forte da far scendere in campo il presidente della giunta regionale Mario Oliverio, naturalmente come è ormai noto accompagnato da un codazzo di personaggi cointeressati a rimanere in prima fila nell'agone politica nonostante siano sulla scena da decenni con risultati poco appariscenti. Non mollano! Sono sempre lì e guai a chi gli suggerisce di far spazio ai giovani! Da nostre notizie la presenza di tale portata non ha fatto altro che galvanizzare gli avversari tant'è che i cittadini di Rocca non si sono dimostrati interessati più di tanto alla presentazione del candidato della lista n. 1 Tommaso Blandino giacché la piazza era gremita più che dai locali da gente forestiera in evidenza agli occhi di Oliverio.

Sentiamo un parere di Francesco Barretta segretario provinciale di Sel: cosa ne pensa di questo intervento del presidente a favore della lista n. 1? 

Doveva essere una serata speciale per Rocca di Neto in occasione del comizio tenuto da Blandino ma si è rivelata in una vera e propria presa di posizione da parte dei rappresentanti schierati nell'altra lista, a parere mio molto più adeguata ad affrontare i problemi che incombano sulla testa dei roccatani.
C'era tanta gente però sotto il palco!
Sotto il palco c'era tantissima gente, però proveniente da tutta la provincia, Savelli, Crotone, Ciro', Petilia, è arrivata gente da ogni dove, da Rocca di Neto invece si è registrata la presenza di parenti stretti dei candidati. Secondo alcuni, i rocchittani rispetto ai forestieri non rappresentavano neanche il 40% .
Ciò vuol dire che la presenza dei forestieri era mirata solo ad incontrare Oliverio?
I "forestieri", quasi tutti dirigenti del PD delle varie sezioni comunali e provinciali e qualche sindaco, si sono ritrovati tutti in piazza a Rocca per conferire col presidente al fine di ottenere un incarico, una sistemazione per se o per qualche parente, ricevere qualche "spinta", insomma parole d'incoraggiamento a salvaguardia della propria collacazione politica o prefessionale che sia.
Allora in cosa differisce la sinistra dalla destra? Qui le cose si confondono!
Il codazzo di persone è frutto dell'attuale politica, purtroppo ogni presidente di destra o di sinistra si porta dietro questo modo di agire. Sono più tosto rammaricato per il fatto che il presidente Oliverio si è già dimenticato che dall'altra parte ci sono 5 candidati di Sel che lo hanno fortemente sostenuto per la sua elezioni a presidente della Regione. Comunque la differenza la facciamo noi visto che nella serata successiva in piazza sono scesi i roccatrani mentre dei "forestieri" nemmeno l'ombra.