Mercoledì, 30 Settembre 2020

POLITICA NEWS

Redazione

Redazione

frecciargento«Una navetta gratuita – informa una nota – che colleghi Crotone ed il suo territorio alla stazione di Sibari per poter usufruire del treno Frecciargento è quanto chiesto dal vicepresidente della Provincia Giuseppe Dell'Aquila al governatore della Calabria Mario Oliverio. Mettere in rete le infrastrutture ed i territori dovrebbe essere l'obiettivo primario per consentire il superamento delle criticità e dei ritardi rispetto al resto del Paese ed evitare l'isolamento.
Le infrastrutture presenti sul territorio regionale, ed in particolare sulla fascia ionica, devono essere disponibili e di facile accesso a tutti, solo così si può iniziare a programmare e poi attuare interventi strutturali di sviluppo e crescita. Per gli abitanti della provincia di Crotone, unitamente all’attività ormai consolidata dell’aeroporto pitagorico, attività in crescita, come confermato dalla conferenza di servizi che si è svolta ieri a Roma ed alla quale hanno partecipato il presidente della Provincia e sindaco di Crotone Ugo Pugliese e il presidente della Regione, è senz’altro di aiuto avere una linea veloce che collega con facilità più città italiane».
«L'incremento delle tratte aeree da e per lo scalo pitagorico – ha spiegato il vicepresidente della Provincia Dell'Aquila – e la presenza del treno veloce a Sibari possono finalmente strappare all'isolamento il nostro territorio, e creare così le condizioni indispensabili per progettare lo sviluppo dell'intera area ionica. Avere infrastrutture moderne e funzionanti non è però solo lo strumento privilegiato per programmare interventi di crescita economica, ma anche la risposta al bisogno di servizi delle nostre comunità. Giovani, anziani che per ragioni di studio, lavoro e spesso di salute sono costretti a lunghi ed estenuanti viaggi verso il nord del Paese avranno ora la possibilità di sentirsi parte del Paese Italia e non un elemento marginale, quasi estraneo rispetto al contesto nazionale. La crescita passa anche da una rete di servizi che danno risposte ai bisogni primari!».

 

 

 

mercatoIntervento della Polizia locale di Crotone al mercato mensile di viale Regina Margherita. «Con il controllo e coordinamento diretto sul posto – informa una nota – da parte del comandante Cogliandro, si è proceduto all'identificazione di ambulanti non autorizzati ed elevare verbali per un totale di oltre diecimila euro. Inoltre e' stato effettuato il sequestro di merce priva di autorizzazione alla vendita e precisamente: 90 borse, 10 portafogli, 8 cinture, 70 collane, 15 orologi marca varia, 30 braccialetti, 96 paia di orecchini e 114 anelli. Si stanno facendo accertamenti per riuscire a capire la provenienza dei medesimi. Inoltre su via Gallucci è stato identificato e sanzionato una persona poiché ha effettuato lavori sul suolo pubblico (marciapiede) privo di autorizzazione. Sempre in zona centro è stato denunciato un cittadino crotonese che ha imbrattato un bene pubblico».

 

 

 

 

loriga cavallucci cerimonia pesoCerimonia del peso alla vigilia del match per il titolo dei pesi welter tra Emanuele Cavallucci e lo squalo rossoblù Tobia Loriga in programma questo venerdì (4 ottobre) a partire dalle ore 20 presso il Palamilone di Crotone. Questa mattina, nella sala consiliare, si è respirata l'atmosfera dello sport puro, l'essenza della nobile arte nella sua espressione piena. Sia il campione Cavallucci, che lo sfidante, il crotonese Tobia Loriga, hanno dimostrato pienamente di essere due “gentiluomini” del ring, manifestando non solo l'apprezzamento reciproco, ma evidenziando che il pugilato è uno sport dove il rispetto dell'avversario è la prima regola. Domani sera alle ore 20 al Palamilone si accenderanno le luci sul ring per l'incontro che assegnerà il titolo italiano dei welter ma già da oggi nel corso della cerimonia del peso (entrambi hanno registrato 66,5 chilogrammi) si è entrati nel vivo di un incontro che segna un'altra pagina importante nella storia dello sport crotonese. Tobia Loriga, che ha dedicato l'incontro alla memoria del padre Salvatore, pioniere della boxe crotonese, ritorna sul ring che qualche anno fa lo ha visto conquistare la corona dei welter. Cavallucci, che ha dichiarato di non vedere l'ora di salire sul ring, ha ringraziato la città e l'organizzazione per l'accoglienza. L'assessore allo Sport Giuseppe Frisenda nel salutare i due pugili ha invitato, ancora una volta, la cittadinanza a partecipare a questa ulteriore festa dello sport per la città di Crotone.

 

 

 

 

facebook sentenza«La Polizia locale di Crotone ha denunciato alla Procura della Repubblica un soggetto residente nella città di Crotone, affinché valuti le affermazioni rilasciate dal medesimo su Facebook sull'operato del corpo cittadino. Lo rende noto il comandante Antonio Cogliandro. «Inoltre – prosegue il comunicato –, sono in corso ulteriori indagini al fine di identificare altre due persone, che si sono associate alle dichiarazioni del soggetto ed hanno aggiunto frasi offensive verso il personale della Polizia locale. Uno dei due addirittura sembrerebbe, pur essendo cittadino crotonese, al momento risiedere in altra città».

 

 

 

Si è chiuso il cerchio nell’indagine relativa all’omicidio di Giovanni Tersigni, l’uomo che, nella prima serata del 7 settembre scorso, è stato assassinato in pieno centro poco distante dalla sua abitazione. Questa mattina, infatti, la Polizia di Stato ha arrestato altre quattro persone ritenute responsabili del grave fatto di sangue. Si tratta di: Cosimo Berlingieri, di 28 anni di Catanzaro, di Francesco Oliverio, di 29 anni di Crotone, di Cosimo Damiano Passalacqua, di 23 anni di Catanzaro e Dimitar Dimitrov Todorov, di 22 anni di nazionalità bulgara. Quest’ultimo era già detenuto in quanto tratto in arresto nelle ore successive all’omicidio di Tersigni poiché trovato in possesso, nel corso di una perquisizione, di un chilo di eroina.
omicidio tersigni conferenzaI quattro soggetti sono stati individuati grazie all’incessante lavoro investigativo effettuato dalla Squadra Mobile di Crotone che ha consentito, anche tramite la visione di numerose telecamere sparse per la città, di individuare, dapprima, alcuni soggetti presumibilmente coinvolti nell’omicidio e, successivamente, di raccogliere numerosi elementi a carico degli stessi che ne hanno confermato le responsabilità nonché di appurare il coinvolgimento di altre persone. Si è potuto, quindi, accertare come il gruppo coinvolto fosse formato da due persone, Berlingieri e il Passalacqua, giunti nella tarda mattinata a Crotone da Catanzaro a bordo di un’autovettura guidata da Todorov su cui si trovava anche Cusato e Oliverio. I cinque, si sarebbero così recati, nel primo pomeriggio, presso l’abitazione di Oliverio da dove sono usciti pochi minuti prima dell’omicidio. Berlingeri e Passalacqua, che sarebbero stati parzialmente travisati.

arrestati omicidio tersigniBerlingieri, Passalacqua e Todorov si sono così diretti verso piazza Albani dove si trovava Tersigni (la vittima) mentre Oliverio, individuato come mandante, dapprima si è allontanato per poi ricomparire nella medesima piazza al momento dell’agguato. Le immagini catturate dalle telecamere hanno permesso di ricostruire la fuga del commando omicida che, dileguatosi per le vie cittadine, si è sbarazzato dell’arma utilizzata per colpire a morte Tersigni. Infine, i due catanzaresi hanno fatto rientro a Catanzaro accompagnati da Todorov. Nelle ore successive è stato, quindi, rintracciato dalla Polizia Cusato il quale, riconosciuto come colui che aveva cercato materialmente di sbarazzarsi della pistola, una calibro 7.65, utilizzata per commettere il delitto, veniva arrestato e tuttora si trova in carcere.

 

 

 

tersigni questuraQuesta mattina la Polizia di Stato ha arrestato quattro persone ritenute responsabili dell’omicidio di Giovanni Tersigni colpito, la sera del 7 settembre in piazza a Crotone, da diversi colpi di pistola. Si tratta di un soggetto calabrese, un cittadino bulgaro e due persone residenti in provincia di Catanzaro giunte in città in occasione dell’omicidio. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà in Questura alla presenza del Procuratore della Repubblica.

 

 

 

Pagina 9 di 1521