Lunedì, 21 Settembre 2020

POLITICA NEWS

Bagarre Pd, la segretaria Stefanizzi sconfessa il commissario Iacucci: «Vado avanti»

Posted On Mercoledì, 24 Giugno 2020 20:33 Scritto da Redazione

«Sono certa che si è ingenerato un grossolano equivoco che sicuramente avremo modo di chiarire riportando quell’armonia necessaria tra il commissario provinciale Iacucci e la sottoscritta segretaria cittadina». È quanto scrive la segretaria cittadina del Pd di Crotone Antonella Stefanizzi.

«In tutte le fasi sviluppate – riferisce Stefanizzi – non è mai venuto meno, da parte mia, il dovere di assicurare partecipazione democratica, condivisione ed approfonditi dibattiti e confronti con tutto il gruppo dirigente che dà vita agli organismi del Pd nella Città di Crotone».

«Non ho mai mancato – evidenzia Stefanizzi – inoltre di informare puntualmente e correttamente lo stesso amico Iacucci di tutti i passaggi e di tutte le iniziative realizzate a seguito di documenti approvati, che in bozza e preventivamente sono stati sottoposti alla sua cortese attenzione per ricevere eventuali consigli e suggerimenti, di cui lo stesso Iacucci, ad onor del vero è stato prodigo».

«In questa fase – sottolinea Stefanizzi – siamo riusciti a cancellare personalismi ed egoismi che in passato hanno sempre rallentato l’azione e gli entusiasmi del partito pitagorico. Pertanto, in conformità con il mandato assegnatomi all’unanimità dall’assemblea cittadina ed in ottemperanza al deliberato approvato dalla stessa, avvierò l’iter di consultazione con le forze politiche e sociali nei prossimi giorni. La città di Crotone non può più attendere. Troppo tempo è stato perso e troppo poco tempo ci divide dal giorno del voto». 

«Con responsabilità ed impegno – conclude Stefanizzi – promuoverò tutte quelle occasioni che, da una parte rafforzano la coesione interna al nostro partito e dall’altra coinvolgono tutte le forze vive della città per realizzare uno schieramento più largo possibile che sappia dare le risposte alle gravi emergenze di Crotone e del suo territorio».