Mercoledì, 30 Settembre 2020

POLITICA NEWS

Correggia (M5s): «Costretti a correre da soli alle amministrative di Crotone»

Posted On Lunedì, 03 Agosto 2020 14:51 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

Andrea Correggia, candidato a sindaco di Crotone per il Movimento cinquestelle dichiara che «anche a Crotone, come a Reggio Calabria, il M5s correrà da solo!».

«Questa volta – spiega Correggia –, non è stata nostra volontà ma la scelta degli altri. Anche noi, come gli attivisti di Reggio Calabria, abbiamo provato ad aprire un dialogo con alcune liste civiche (solo alcune) della città. Il confronto, per come lo abbiamo chiesto noi, doveva essere impostato su una base programmatica e di visione futura della città. Per tutta risposta cosa ci veniva chiesto?», rende noto Correggia.

«Se io fossi stato disponibile – rivela – a fare un passo indietro come candidato sindaco per favorire la nascita di una coalizione! La risposta è stata sempre la stessa, "Sì"! Il "passo indietro" però doveva tradursi in un passo in avanti della proposta elettorale, in realtà la discussione finiva lì... L'epilogo, invece, è stato sempre lo stesso».

«Alla fine, l'unico passo indietro – commenta Correggia – dovevo farlo io, ed il Movimento 5 Stelle doveva essere ridotto ad una sorta di specchietto per le allodole. Hanno cercato solo uno stratagemma per fare numeri in termini elettorali. Mai nessuno ha parlato di programmi... e tantomeno nessuno ha pensato a figure terze di garanzia per questo eventuale progetto politico nuovo».

«Ognuno – sottolinea Correggia – voleva mettere ed imporre il proprio candidato di riferimento. Il mio passo indietro, serviva solo al loro passo avanti! Insomma si cercava di fare la lotta al sistema di potere crotonese con gli stessi metodi usati fino ad oggi. Tant'è vero che una delle motivazioni che mi è stata posta, se non la sola, per convincere la lista del movimento a sostenere il leader di turno (perché il sostegno doveva essere dato prima al leader e poi forse ad un programma) è stata la "convenienza politica"».

«La morale della favola – stigmatizza – è che vi verranno a raccontare che loro hanno tante liste a sostegno. Come se questo fosse segno di buon governo! Invece, il M55 vi garantisce un progetto politico serio, non finalizzato solo a questa competizione elettorale ma a costruire una nuova dimensione di città, con un programma che parte dai nostri tavoli di lavoro nel 2016, dalle lotte fatte in consiglio e fuori dal consiglio, idee venute fuori dai continui confronti con i cittadini», conclude Correggia.