Venerdì, 07 Agosto 2020

 

POLITICA NEWS

Crotone in movimento: avanti anche senza un Pd litigioso, martedi' convocata l'assemblea

Posted On Venerdì, 10 Luglio 2020 13:10 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Rimettiamo #CrotoneinMovimento – si legge in una nota –: sotto questo titolo, martedì sera, si riuniranno le liste dei movimenti: Democratici Progressisti, DemoKRatici, Laboratorio Crotone, Crotone in Rete, Araba Fenice e Popolari per Crotone».

«L’incontro è stato organizzato – spiega la nota – per sviluppare ulteriormente il lavoro iniziato mesi addietro, in cui i dirigenti dei diversi movimenti, insieme ad altre realtà associative, si sono confrontati per la stesura del programma elettorale, la formazione delle liste e la definizione della strategia da mettere in campo. A Crotone, in questo momento di crisi ancora di più, serve coesione, nel rispetto delle diversità, e serve fare squadra e non invece sempre e solo conflitti, risse e antagonismi che in questi anni hanno prodotto danni e nient’altro agli interessi di questo territorio».

«Ecco perché i movimenti civici – sollecita la nota – non si sono appassionati al dibattito che, in queste settimane, si è sviluppato all’interno ed intorno ad alcuni partiti. Un dibattito non sulla città e le sue prospettive, ma su egoismi e polemiche, personalismi e veti incrociati. Un triste spettacolo che si è, più volte, visto nel corso degli anni e che ha causato l’allontanamento della gente dalla vita e dall’impegno politico. Movimenti che avevano sperato di vedere un Pd che sapesse, rinnovandosi, uscire fuori dalla palude in cui era stato sepolto».

«Un Pd – commentano i movimenti – che potesse diventare punto di equilibrio del sistema e non più elemento di instabilità, ridarsi slancio e che proponesse anche una figura di candidato a sindaco in grado di rappresentare innovazione ed esperienza amministrativa. Un Pd che abbandonasse le ataviche polemiche interne che, tradizionalmente hanno accompagnato tutte le ultime fasi elettorali, per ritrovare slancio programmatico e ideale. Per un Partito democratico così nuovo nei linguaggi e nei metodi, le porte dei movimenti civici saranno sempre aperte».

«La strada è, dunque, tracciata – stigmatizzano i movimenti –. Ora bisogna andare avanti! Crotone non ha più tempo da perdere dietro le vecchie e antistoriche ritualità dei partiti. Il fermo prolungato di quasi tutte le attività, nel periodo del “Lockdown”, ha prodotto guasti profondi in tutto il sistema economico e sociale del territorio. Il settore commerciale e quello della ristorazione sono in ginocchio, le piccole e medie imprese, i servizi sono tutte in condizioni di gravissima difficoltà. Il mondo del lavoro ha aggravato la sua sofferenza che si è resa ancora più acuta nelle fasce più deboli, gracili ed esposte».

«Davanti ad una situazione così emergenziale – suggeriscono i movimenti – serve responsabilità, serve mettere da parte le ambizioni personali e gli egoismi per far prevalere il sentimento di comunità. Per il lavoro compiuto in questi ultimi anni, in sinergia e raccordo con la Regione, Crotone ha un enorme patrimonio di strumenti, idee e progetti che bisogna tramutare in opere e servizi, per una nuova fase e prospettiva di sviluppo. È questa la bussola da seguire».

«Chiunque avrà questo sentimento – annuncia il comunicato – si troverà in sintonia con l’idea di politica che i movimenti hanno messo a servizio della città e potrà diventare parte dell’ingranaggio che serve per mettere #Crotoneinmovimento».