Sei qui: HomePOLITICAL'EDITORIALE│Il ''grande capolavoro'' del Partito democratico: le fratture interne dopo l'alleanza per le elezioni provinciali

L'EDITORIALE│Il ''grande capolavoro'' del Partito democratico: le fratture interne dopo l'alleanza per le elezioni provinciali In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Politica Giovedì, 14 Marzo 2019 19:42

pd crotone insegnaIl grande capolavoro del Partito democratico. C’è da restare sbigottiti per l’accordo che il Pd della provincia di Crotone ha sottoscritto con i DemoKratici di Enzo Sculco. Diciamolo subito e in maniera chiara il problema non è Sculco, che ancora una volta ha dimostrato di avere capacità politiche e una lucida visione; il problema è rappresentato dalla dirigenza del Pd, che ha sottoscritto un accordo che penalizza tre sindaci del partito: a Petilia Policastro, a Rocca di Neto e a Castelsilano. La questione è quella della lista unica presentata da DemoKratici e Pd per le elezioni provinciali. Nel prossimo mese di aprile i consiglieri comunali e sindaci di tutti i comuni della provincia di Crotone dovranno votare per eleggere dieci consiglieri provinciali. Il Pd e Sculco hanno deciso di presentare una lista insieme nella quale ci sono tre candidati dei DemoKratici che, nei loro comuni di residenza sono all’opposizione della maggioranza guidata da sindaci dem. Sono, quindi, nemici-avversari del Pd. A Petilia Policastro Sculco ha candidato Simone Saporito, nemico politico di Amedeo Nicolazzi, che ha deciso di pararsi i colpi candidando il proprio vicesindaco Francesca Costanza nella lista del centrodestra. La scelta di Nicolazzi ha favorito la presentazione della lista del centrodestra che, altrimenti, avrebbe avuto difficoltà a partecipare alla competizione. Il grande capolavoro del Pd ha favorito il centrodestra ed ha allontanato un sindaco dal partito. Il secondo capolavoro è stato fatto candidando Enzo Lagani, rappresentante di Rocca di Neto e avversario del sindaco dem Tommaso Blandino. La stesa cosa dicasi a Castelsilano, dove la candidata di Sculco, Pina Piperio si oppone al sindaco dem Franco Durante. I tre sindaci messi in difficoltà rappresentavano uno zoccolo duro contro Sculco che, incassando il risultato, potrebbe mettere in un angolo i suoi avversari grazie all’accordo sottoscritto con la federazione dem di Crotone. E non finiscono qui le “buone notizie”, perché l’accordo non è stato condiviso da tutti i dirigenti provinciali. C’è stata una frattura, che di fatto ha determinato la nascita di una terza lista targata sinistra. Questa lista dovrebbe raccogliere i voti del dissenso interno al Pd perché, secondo quanto si racconta, è nata proprio per volontà di questo dissenso. Il Pd si è diviso e Sculco, da grande volpone della politica, potrebbe lanciare un’opa per farlo proprio. A questo punto non sarebbe nemmeno un compito tanto complicato considerato che le spaccature interne hanno indebolito tutti. C’è voluto davvero un grande ingegno per raggiungere questo risultato proprio nel momento in cui il Pd, grazie al risultato delle primarie, stava riprendendo la marcia dei consensi. Sono i giochi della politica e questo succede soprattutto quando chi dà le carte non risiede nel territorio. Non è la prima volta che il burattinaio politico si diverte a mortificare la classe dirigente di Crotone. Tornando all’accordo con il grande Sculco, che farà ora il gruppo consiliare di Crotone? Tornerà a reggere il velo e a garantire la maggioranza al sindaco Ugo Pugliese? Che fine farà quel documento con cui si è annunciato il ritorno all’opposizione al Comune di Crotone? Bisogna capire se in via Panella o in via Firenze sia finita la carta igienica. Il rischio è che metà del partito farà opposizione e l’altra metà garantirà il numero legale a Pugliese, visto che da tempo non lo ha più. Se così fosse il Pd farebbe la funzione dello zerbino: una cosa insignificante, buona solo per pulire le scarpe sporche. Non bisogna dimenticare che Pugliese ha vinto le elezioni chiedendo di votare contro il Pd. Si è proposto come alternativa al Pd.


P.S. Mi auguro che il Pd abbia la voglia di replicare al contenuto dell’editoriale, perché mi piacerebbe parlare delle vergogne commesse durante le primarie su cui è stato steso un velo pietoso.

 

 

 

Gaetano Megna

Segui le notizie del Crotone calcio su

www.stadiorossoblu.it

Sito web: www.laprovinciadicrotone.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

prima marchesato marzo

Download

 

 

 

archivio storico crotone

 

pkr cultura 2b

    • La Provincia Kr di Antonio Carella |FONDATO NEL 1994
  • Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
  • Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
    • "XXVI Edizione sul territorio crotonese"

  • DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA
  • SCRIVICI
  • email2
    • "La collaborazione è aperta a tutti ed a titolo assolutamente gratuito. Manoscritti e fotografie, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. La responsabilità civile e penale è da imputare esclusivamente agli autori; non necessariamente la redazione di questa testata è da considerarsi in linea con gli stessi".