Martedì, 26 Gennaio 2021

POLITICA NEWS

L'EDITORIALE│La corsa e' in salita e bisogna pedalare: abbandoniamo le polemiche

Posted On Martedì, 13 Ottobre 2020 13:36 Scritto da Gaetano Megna

Ora occorre pedalare. Il popolo di Crotone ha scelto il nuovo sindaco attribuendogli una grossa e importante percentuale di fiducia. Il sindaco Enzo Voce, nel giro di una settimana, ha nominato otto assessori e per completare l’esecutivo manca il titolare del bilancio, che in questo momento riveste una importanza fondamentale per rilanciare la città.

A parte le inutili polemiche che, purtroppo, non mancano mai, il sindaco nella composizione della sua prima Giunta ha puntato esclusivamente su soggetti che non vantano esperienze con gli esecutivi dei sindaci che hanno governato la nostra città negli ultimi 30 anni. Sono volti tutti nuovi ed è per questo che in molti si augurano che possano essere all’altezza del compito. Non sarà una cosa facile scontata, ma Voce e la sua Giunta hanno le carte in regola per riuscire nell’impresa complessa di rilanciare Crotone. La prima cosa da fare è quella di mettersi alle spalle la campagna elettorale, la più brutta vissuta negli ultimi anni. Ai cittadini non sarà sfuggito il livello basso della polemica, che ha toccato davvero il fondo.

La campagna elettorale è finita e ora chi ha vinto deve dedicare il suo tempo al buon governo della città. Non si grida più nelle piazze e si arringa più su facebook. I cittadini ora vogliono vedere atti concreti. Vogliono una città a dimensione umana: ordinata e pulita. I Crotonesi meritano di vivere in un ambiente migliore, perché con il loro voto hanno rivoluzionato il sistema politico. Hanno mandato a casa vecchi tromboni che promettevano la luna e non sono stati in grado nemmeno di costruire una fontanella per potere dire “questa opera l’ho realizzato io”. Hanno mandato a casa tutti i vecchi arnesi della politica che sono rimasti nelle stanze del potere nonostante l’alternanza dei partiti. Gli elettori hanno spazzato via il vecchio ed hanno consegnato la città nelle mani del nuovo. Voce di questo deve prendere atto e deve comportarsi di conseguenza.

E’ ovvio che le scelte toccano a lui e al suo esecutivo e non deve “farsi tirare” dalla giacchetta da nessuno. La città lo ha votato e alla città deve rendere conto non ad altri. La città con il voto ha sancito che è stanca della classe politica che l’ha governata e chiede una boccata di aria nuova. Voce e la sua squadra non devono seguire cattivi esempi e devono essere in grado di redigere un nuovo progetto di governo. Basta, quindi, parole e passiamo ai fatti. La corsa è in salita e bisogna pedalare. I campioni non temono le grandi salite. I brocchi restano indietro appena la strada inizia ad inerpicarsi. Voce deve dimostrare di essere un campione pedalando in salita.