Martedì, 26 Gennaio 2021

POLITICA NEWS

Cronaca in versi, Villaroja: «Da Cylone in poi, Crotone grida liberta' a gran Voce»

Posted On Sabato, 10 Ottobre 2020 18:45 Scritto da Redazione
voce cylone voce cylone Un ritratto di Cylone opera del maestro Antonio Sfortuniano

Crotone la poleis all'insegna della libertà

 Vox populi, vox Dei. 

È il responso dell'election Day

Voce di popolo e di civiltà

segnale d'amore per la città.

 

La ribellione democratica 

è stata da sempre 

nella mentalità crotoniate.

La deposizione di Pitagora

fu opera del primo progressista della storia (cit. Lenormant) Cylone

stufo degli abusi imposti del regime oligarchico

si ribellò a furor di popolo

Per instaurare un governo democratico e popolare.

 

Crotone caposcuola da sempre

di civiltà e di libertà sociale

un rito che si rinnova nei corsi e ricorsi della sua storia

nel segno della democrazia più autentica

 

Il popolo crotoniate qualora ce ne fosse 

Bisogno ha sempre dimostrato nobiltà

D'intenti e legame verso la libertà

 

È stato questo il grido: libertà libertà

Inneggiato dai giovani sulla piazza della Resistenza

A conferma della vittoria del nuovo sindaco

E in risposta alla decadenza dei partiti

Al contrario di quanti hanno tratteggiato

i Crotonesi come un popolo servile

La lezione di questa tornata elettorale ha

Dimostrato che la città pitagorica 

Ha una gran senso di civiltà

E di civismo da esportare 

per il resto della Calabria ed oltre.

 

Facendo un salto nel tempo

Non dimentichiamo che nel 1799

Il popolo guidato da una parte della nobiltà 

Ebbe modo di alzare l'albero della liberà 

in piazza Duomo

Pagando a caro prezzo il tentativo 

Di instaurare la Repubblica Crotoniate.

E ancora, negli anni 20 Enrico Mastracchi 

lottò per liberare la povera gente 

da uno stato di subalternità.

Così negli anni 40 i cittadini si ribellarono

Per gli abusi nella distribuzione del pane

soppressa nel pieno disimpegno delle regole.

Fino ad arrivare ai giorni nostri

Con due fenomeni come Senatore ed ora Voce

Che entrano a far parte della storia politica cittadina

 

La sovranità popolare dei crotonesi quindi

è stata sempre l'arma migliore 

per frenare in ogni epoca le voglie insane 

del gruppo di comando assetato di potere

orientato a mettere sotto schiaffo 

le fasce deboli della società.

Barth Villaroja