fbpx
Giovedì, 02 Febbraio 2023

POLITICA NEWS

Ex lavoratori sosta, Akrea chiede al sindaco di trasformarli in ''ispettori ambientali''

Posted On Martedì, 06 Dicembre 2022 19:05 Scritto da Giuliano Carella

Trasformare i quattro lavoratori della sosta a pagamento rimasti fuori dalle recenti stabilizzazioni in Akrea in ispettori ambientali. È quanto proposto in una missiva dal presidente del Cda della società in-house del comune di Crotone, Antonio Bevilacqua, che sembra deciso a chiudere così tutte le pratiche “aperte” in azienda. Ma per dare il là all'operazione, occorre un decreto del sindaco che qualifichi questi 4 lavoratori come ispettori ambientali.

Non c'è possibilità di assegnare questi dipendenti "in bilico" alle isole ecologiche così come richiesto dal Trbunale di Crotone perché i posti lì sono coperti tutti. L'ultima alternativa sarebbe il licenziamento che, a quanto pare, il presidente vorrebbe escludere dall'alveo delle soluzioni praticabili.
Bevilacqua chiede allora al sindaco Voce di conoscere «la determinazione dell'Amministrazione comunale in merito alla richiesta di conciliazione avanzata dal legale dei lavoratori ex sosta al giudice del Tribunale di Crotone nell'udienza del 29 novembre scorso, con la quale ha chiesto per i suddetti Lavoratori la possibilità di poter svolgere all'interno della società Akrea Spa l'attività di Ispettore ambientale o di impiegati presso le Isole ecologiche».
«Si precisa – scrive Bevilacqua - che nelle Isole ecologiche l'organico di Akrea Spa è al completo e di conseguenza in tale luogo di lavoro non c'è la possibilità di utilizzare altro personale. Mentre per svolgere l'attività di ispettore ambientale - precisa Bevilacqua - è necessario un decreto sindacale ad personam e quindi è necessario conoscere la vostra determinazione in merito».
«Pertanto - aggiunge Bevilacqua -, se si considera che il servizio di sosta regolamentata l'amministrazione comunale di Crotone ha già provveduto ad esternalizzarlo ad altra azienda e tenendo presente che questi lavoratori ex sosta, sono stati assunti esclusivamente per la gestione dei parcheggi pubblici rifiutando ogni altra mansione, il CdA di Akrea Spa sarà costretto a procedure al loro licenziamento», conclude Bevilacqua.