fbpx
Venerdì, 01 Marzo 2024

POLITICA NEWS

Mancato invito sindaco Crotone al Cdm, Ceraso: «Non faccio io gli inviti»

Posted On Giovedì, 09 Marzo 2023 12:15 Scritto da

Il sindaco di Crotone Vincenzo Voce non è stato invitato al Consiglio dei ministri che si terrà oggi pomeriggio a Cutro dopo i tragici eventi dello scorso 26 febbraio.

 

«Il fatto di non essere stato invitato al Consiglio dei ministri - riferisce Voce - non mi ha sorpreso. Nelle ore in cui si svolgerà il Cdm andrò ad omaggiare la tomba di un ragazzo che avrebbe compiuto domenica 24 anni e che riposerà per sempre nel cimitero di Crotone. Un gesto che sento doveroso e che questo ragazzo avrebbe meritato anche da altri. Forse Crotone non è nella agenda politica del Governo ma sicuramente i crotonesi sono entrati nel cuore di tanti connazionali e anche fuori dall’Italia che ne hanno conosciuto la generosità, il senso di accoglienza, l’umanità», scrive il sindaco di Crotone Vincenzo Voce lamentando il mancato invito da parte del Governo di Giorgia Meloni. L'invito, invece, è stato fatto al sindaco di Cutro Antonio Ceraso, al presidente della Provincia di Crotone Sergio Ferrari e al presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto.

IL SINDACO CUTRO RISPONDE A VOCE: “GLI INVITI NON LI FACCIO IO”
«Se uno fa un matrimonio gli inviti li decidono loro, non li decido io». Risponde così il sindaco di Cutro Antonio Ceraso, interpellato dall’Agenzia DIRE, dopo la dura nota in cui il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, lamenta di non essere tra le presenze istituzionali locali in occasione del Consiglio dei ministri che nel pomeriggio alle 15.45 si terrà a Cutro dopo la tragedia del naufragio di migranti a Steccato. «Qualcun altro mi ha chiamato – aggiunge Ceraso alla Dire – perché voleva esserci, ma io ho spiegato che sono come un ospite in occasione del Cdm. Non decido e non conto niente. È venuto il cerimoniale della presidenza del Consiglio dei ministri e ha stabilito».
Il primo cittadino di Cutro ricorda che «quando venne il capo dello Stato Sergio Mattarella, il presidente del Consiglio regionale della Calabria Filippo Mancuso non è stato accreditato ed è dovuto andare via. Su chi ci sarà oggi con il Governo – ripete Ceraso – non sono io a decidere. Io oggi non ho minimamente nessun potere nello scegliere chi ci sarà. Voce l’ho visto pure ieri mattina a un Comitato per l’Ordine e la sicurezza ma non mi aveva accennato nulla».
Ceraso precisa che ovviamente le autorità locali non possono partecipare alla seduta del Consiglio dei ministri, ma che saranno ad accogliere il Governo e la premier Giorgia Meloni fuori dal portone di ingresso della sede del Comune. Ci saranno lui, il presidente della Provincia di Crotone Sergio Ferrari, il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e il Vescovo.
«Staremo lì con la fascia a dare la mano. Saremo sulle scale del Comune ad aspettarli», conclude. Quanto alla Sala consiliare dove si svolgerà il Cdm Ceraso dice che «tutto è pronto, hanno chiesto di aggiungere un tavolo per i ministri e ho fatto mettere il tavolo della Giunta comunale». (Dire)