fbpx
Giovedì, 02 Febbraio 2023

POLITICA NEWS

Accuse e insulti per Megna nuovo presidente del consiglio: in aula e' stata bagarre

Posted On Martedì, 29 Novembre 2022 19:56 Scritto da Giuliano Carella

L'ex consigliere comunale di Forza Italia, Mario Megna, è stato eletto, questa sera, presidente del Consiglio comunale di Crotone. L'elezione è avvenuta a maggioranza, con sette voti a favore di Anna Maria Rita Cantafora (Fratelli d'Italia), uno per il sindaco Voce e una scheda bianca.

Votazione a parte, in aula si è consumata quella resa dei conti che fermentava ormai da qualche mese. Da quando cioè, già questa estate, i rumor davano per certo l'avvicendamento a scapito di Giovanni Greco, oggi seduto dall'altra parte del consesso civico. Giovanni Greco si era dimesso nel corso della scorsa settimana da presidente per «irrobustire la maggioranza». Ma a che prezzo, però, lo si è toccato con mano questa sera.
Tre ore di dibatto ci sono volute (consumate nel corso di una seduta avvelenata) per liquidare la "pratica" ingombrante e, durante le quali, sono andati in scena sgambetti politici, accuse personali, retroscena svelati e tanto, tanto imbarazzo per i toni e le posizioni espresse da una parte e dall'altra.

È stato così il consigliere anziano
, Fabio Manica, ad assumere la presidenza fino alla travagliata elezione del nuovo timoniere del consensso civico, avvenuta a scrutinio segreto. Manica ha infatti dovuto sudare le proverbiali sette camice per tenere a bada le solite incursioni “corsare” di Fabrizio Meo, ma anche per mettere ordine al parapiglia scatenatosi tra la consigliera Carmen Giancotti e il neopresidente Megna, autori di un reciproco scambio di considerazioni politiche e soprattutto personali. Scontri anche tra Antonio Megna e Iginio Pingitore, tra la consigliera Dalila Venneri e la collega Cantafora.
A sorpresa, in questo consiglio sempre più borderline, la rappresentante in consiglio di Fratelli d'Italia ha anche incassato le dichiarazioni di voto favorevoli del Partito democratico (Andrea Devona) e di Enrico Pedace (Consenso).
Il consiglio ha licenziato, alla fine i tre punti all'ordine del giorno.

Il curriculum
Consigliere comunale di lungo corso, Mario Megna è stato eletto nell'assemblea cittadina per la prima volta nel 2006 nel centrosinistra con il sindaco Peppino Vallone con cui ha ricoperto incarichi assessorili ed è stato anche vicesindaco della città, transitando dal Pd all'Italia dei valori e viceversa. È stato all'opposizione durante la sindacatura di Ugo Pugliese, candidandosi poi alle ultime amministrative nel centrodestra dove è arrivato a ricoprire l'incarico di coordinatore cittadino di Forza Italia, ruolo e partito da cui si è dimesso di recente per approdare alla coalizione civica tenuta a fatica insieme dal sindaco Voce sin dal suo insediamento.
«Ringrazio i colleghi consiglieri - ha detto nel suo discorso d'insediamento Megna - per la fiducia accordatami. Rivolgo un ringraziamento sentito e sincero al mio predecessore di cui ho apprezzato il senso istituzionale e le sue doti umane. Sarò il presidente di tutti e mi impegnerò affinché questa assemblea continui ad essere esempio di confronto democratico, di dialogo. Un luogo dove la politica sia sempre al servizio della comunità cittadina», ha concluso il neopresidente.