fbpx
Martedì, 29 Novembre 2022

POLITICA NEWS

Migranti in quarantena da Amantea al Sant'Anna, De Simone (FdI): «Blocco navale»

Posted On Giovedì, 16 Luglio 2020 16:01 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Fratelli d'Italia per il blocco navale, per limitare la possibilità' di possibili contagi». È quanto scrive in un comunicato il coordinatore provinciale di FdI Crotone, Michele De Simone, in merito agli ultimi 11 pakistani ospitati ad Amantea e positivi al Covid che, questo pomerigio, dovrebbero essere trasferiti al regional hub di Sant'Anna.

«Dopo mesi di lockdown e preoccupazione mista ad ansia per il post pandemia – scrive De Simone –, sia per quanto concerne i rapporti sociali sia per le inevitabili e profonde ripercussioni sul già labile tessuto economico della nostra Regione, un'altra notizia oggi scuote gli animi, già ampiamente provati: quella che, quasi sicuramente, 11  dei 28 migranti provenienti dal Pakistan, attualmente dislocati presso un centro di Amantea (CS), verranno trasferiti presso l'hub di Isola Capo Rizzuto».

«Un centro – sottolinea De Simone – già ampiamente provato dall'alto numero di occupanti rispetto a quello di reale contenimento. Ciò che preoccupa è la potenziale positività di queste persone al Covid-19, ragion per cui si rischia di mettere a repentaglio la salute dei circa 50 operatori che lavorano all'interno del Cara, oltre ai 600 ospiti presenti nella struttura, e senza dimenticare gli appartenenti alle Forze dell'ordine che ivi prestano servizio h 24».

«Se Crotone è stata la prima provincia covid free – prosegue De Simone –, con questo trasferimento si rischia un potenziale focolaio che avrebbe effetti devastanti sul piano sanitario ed economico. Il Governo Conte continua a fare scelte scellerate, incurante delle conseguenze che tali scelte hanno sui territori».

«Mai come in questo periodo – chiede De Simone – è necessario attuare un blocco navale, come da tempo sostengono Giorgia Meloni e Fratelli d'Italia, per porre un freno ad una immigrazione senza controlli e non vanificare tutti i sacrifici fatti dai cittadini della nostra Provincia che, altrimenti, saranno stati vani».

«Fratelli d'Italia, pur rimanendo la nostra una terra d'accoglienza – conclude –, è fortemente contrario a questo trasferimento voluto dal governo Conte, e confida, comunque, nel costante monitoraggio della situazione da parte del prefetto».