fbpx
Martedì, 16 Agosto 2022

POLITICA NEWS

Nel Pd si ricompongono le fila: approvata all'unanimità la relazione del segretario Pantisano

Posted On Domenica, 24 Maggio 2015 22:49 Scritto da
Gruppo del Pd crotonese Gruppo del Pd crotonese

Un risultato rassicurante per il segretario Pantisano per cui la ritrovata "pax" non era per niente un fatto scontato.

Tutto si ricompone in seno al gruppo dirigente del Pd crotonese. Dopo mesi trascorsi all'insegna di lacerazioni e aspre polemiche, sia a livello comunale sia provinciale, la Direzione provinciale tutta ha sancito di ritornare al dialogo e all'unità. Un risultato così rassicurante per il segretario Pantisano non era affatto scontato, dal momento che le forti fibrillazioni create dei singoli nei mesi scorsi avevano interrotto il dialogo tra le anime del partito, fino al punto di mettere in forte dubbio l'intesa politica della Maggioranza insediata al Comune capoluogo oltre e a quella del gruppo dirigente delle sedi territoriali. Oggi tutto sembrerebbe ricomposto, il condizionale è d'obbligo poiché necessita aspettare i giorni avvenire per capire se alla parole rispondono i fatti.

All'incontro erano presenti quasi tutti e non solo quelli riconducibili all'area del segretario e vice segretario ma anche coloro che alle Primarie erano con l'area di Ciccio Sulla. Tra questi i sindaci di S. Nicola dell'Alto, Crucoli, Melissa. C'era anche Pino Napoli che alle Primarie ha capeggiato nel capoluogo la lista di Michele Laurenzano, Giancarlo Sitra, Lino Fazio. Si è registrata la presenza di Pepè Corigliano lanciato, in queste ore, alla candidatura ad assessore regionale. Al dibattito, inoltre, hanno dato il loro contributo Tonia Stumpo, Tonino Barberio e Franco Rose. Dal territorio hanno fatto registrare la loro presenza il vice presidente della Provincia Franco Parise e Nicola Belcastro, mentre per la città c'erano il Sindaco Vallone, il nuovo coordinatore cittadino Maurizio Tricoli, i consiglieri comunali Mimmo Mellace, Giancarlo Devona e Francesco Pristerà, gli assessori Sergio Contarino, Antonella Giungata e Claudio Molè. A questi si aggiungano l'ex assessore Melillo, Ubaldo Schifino, Ciccio Samà e Rocco Gaetani. Al tavolo della presidenza anche l'inossidabile e Presidente della Commissione di Garanzia Pietro Secreti unitamente al Presidente del partito Franco Seminario. Il segretario Pantisano nella sua lunga relazione ha lanciato un forte richiamo al senso di maturità politica, condizione irrinunciabile per rilanciare un Pd che possa svolgere un ruolo di competenza e di capacità per portare a termine le istanze dei cittadini in questo difficile momento che sta attraversando il Paese. Per raggiungere tale obiettivo Pantisano ha indicato una nuova fase politica in cui sia il partito a dettare l'agenda. Ha poi auspicato il riposizionamento delle armi per abbracciare quelle del confronto sereno e lungimirante. Secondo il parere del segretario occorre tornare tra la gente, impegnarsi a costruire un percorso su cui si possa coalizzare l'azione politica pidiessina. Mettere in moto la filiera istituzionale che va dal livello nazionale a quello regionale, provinciale e locale, coinvolgendo appieno i tanti sindaci del Pd da tempo impegnati in prima linea. La relazione di Pantisano è stata condivisa all'unanimità. Tra gli interventi non è mancato qualche spunto polemico verso il disimpegno di alcuni dirigenti. Giancarlo Sitra ha criticato coloro che hanno ottenuto ruoli importanti ma continuano a stare fuori dagli organismi. Soprattutto hanno fatto eco le dichiarazioni del vicesegretario il quale ha affermato che chi si ostina a stare fuori dalla lotta vuol dire non voler bene al partito. Nel corso del dibattito è stata espressa condivisione all'operato del Presidente della Provincia Peppino Vallone impegnato nel difficile compito di portare a soluzione le pesanti vertenze di Soakro e Società di Servizi ereditate dalla passata amministrazione di centrodestra. Esempio su tutte è il disavanzo di bilancio di Soakro che registra 40 milioni di perdite pur avendone ereditate a sua volta dal centrosinistra 9 milioni. Si è infine discusso sulla riorganizzazione del partito. Nei prossimi giorni il segretario molto probabilmente dovrebbe nominare la nuova segreteria provinciale che sarà composta per il 50 percento da donne. Nell'occasione, Anna Melillo ha chiesto un maggiore coinvolgimento femminile sia nel partito che nelle istituzioni. La risposta del segretario è stato positiva anzi ha aggiunto che è pronto a sostenere alle prossime Amministrative per il centrosinistra la candidatura a sindaco una donna. Pantisano: "credo talmente tanto nelle donne – ha dichiarato - che auspico per le prossime Amministrative sia proprio una donna il candidato a sindaco".

Insomma, sembrerebbe che nel Pd s'incomincia a respirare aria nuova come fase preparatoria necessaria ed indifferibile per affrontare le Amministrative nei comuni di Crotone e in quelli più importanti del territorio come Cutro, Cirò Marina e Cotronei.