fbpx
Giovedì, 26 Maggio 2022

POLITICA NEWS

Prove tecniche di avvicinamento al Comune: la maggioranza vuole l'azzeramento dell'esecutivo

Posted On Giovedì, 15 Gennaio 2015 17:08 Scritto da

Sono stati due gli incontri intercorsi tra il sindaco e i consiglieri del centrosinistra per tentare di ricucire lo strappo. Si cerca una figura che, da vicesindaco, possa traghettare la coalizione alla prossima tornata elettorale (2016).

Si cerca un accordo per concludere positivamente la seconda consiliatura di Peppino Vallone. I consiglieri di maggioranza si sono incontrati già due volte per verificare se ci sono le condizioni per ritrovare l'unità interna e sostenere il sindaco della città capoluogo nell'ultimo scorcio di consiliatura. Sono noti a tutti le difficoltà della maggioranza [LEGGI ARTICOLO] che da anni, ormai, arranca alla ricerca dei numeri per potere tenere la seduta di un consiglio comunale in prima convocazione. Sono anni, infatti, che Vallone è costretto a ricorre alla seconda convocazione [LEGGI ARTICOLO] perché non ha più i numeri legali per celebrare le sedute consiliari in prima convocazione, nonostante le urne gli abbiano consegnato una maggioranza bulgara. L'accordo all'interno della maggioranza è mancato nonostante Vallone abbia più volte accettato la richiesta da parte dei consiglieri comunali di rimpasti e rimodulazioni della giunta. Dopo qualche settimana i mal di pancia sono ripresi in maniera più violenta di prima. Consapevoli che, ormai, resta poco più di un anno alla conclusione della consiliatura i consiglieri di maggioranza hanno deciso di incontrarsi per verificare se è possibile ritrovare il bandolo della matassa e rilanciare il ruolo e l'immagine dell'amministrazione comunale di centrosinistra e così evitare di arrivare all'appuntamento elettorale della primavera del 2016 in una situazione di pericolose divisioni. Nei due incontri, tenutisi nei giorni scorsi, i consiglieri all'unanimità hanno condiviso la necessità di rilanciare il ruolo e l'attività dell'amministrazione di centrosinistra che, al momento, è del tutto invisa alla popolazione di Crotone. Ai due appuntamenti non ha partecipato il sindaco, ma c'erano gran parte dei consiglieri. E' stato deciso prima di tutto di recuperare il ruolo dei partiti, che negli anni è stato smarrito. Nell'ultimo incontro (due giorni fa) sono state avanzate le seguenti proposte: individuare la figura di un vicesindaco da candidare, poi, a sindaco; azzerare la giunta e dare vita ad un esecutivo snello ed autorevole con un programma da realizzare nei mesi che restano. Il verbale delle proposte sarà consegnato a Vallone a cui spetta ora dare l'eventuale assenso. E' stato anche sottolineato che, nel prossimo incontro da tenersi entro la fine della settimana in corso, dovrà esserci anche il sindaco. C'è la possibilità di realizzare l'accordo chiesto dai consiglieri di maggioranza? Tutto dipende da cosa vorrà fare Vallone dopo avere guidato la giunta comunale per dieci anni.