fbpx
Mercoledì, 28 Settembre 2022

POLITICA NEWS

Provincia Crotone, dal ministero dell'Interno oltre 400mila euro per 3 interventi

Posted On Mercoledì, 19 Maggio 2021 12:25 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Oltre 400 mila euro per la progettazione di tre importanti interventi nel territorio provinciale». È quanto rende noto l’amministrazione provinciale di Crotone in una nota diramata dall’ufficio di presidenza.

«L’Ente intermedio – spiega la nota – ha ottenuto da parte del ministero dell’Interno, con decreto riparto fondo contributi per la progettazione (articolo 1 comma 51 l.n.160/2019-annualità 2021), la somma di 421.068,00 euro per la progettazione dei seguenti interventi: lavori di messa in sicurezza della Strada provinciale 40 attraverso la costruzione di un nuovo ponte ed il ripristino dell’officiosità idraulica del torrente Potamo per un importo di euro 193.258,00; lavori di messa in sicurezza della strada provinciale 58 “SS Ecce Homo” per un importo di euro 118.010,00; messa in sicurezza e adeguamento sismico dell’immobile di proprietà provinciale denominato Cinema Teatro “A. Madia” sito nel comune di Petilia Policastro per un importo di euro 109.800,00».

«Prosegue dunque – spiega la nota – l’attività dell’amministrazione provinciale presieduta dal facente funzioni Vincenzo Lagani lungo il solco tracciato dal suo predecessore Simone Saporito e che consentirà di intervenire per la messa in sicurezza della viabilità provinciale e non solo. Il finanziamento, richiesto nel mese di gennaio, ed assegnato con provvedimento in data 11 maggio 2021, oltre a riguardare la viabilità, strada provinciale 40 e strada provinciale 58, include la progettazione degli interventi per la messa in sicurezza dell’edificio Cinema Teatro Madia a Petilia Policastro».

«Soddisfazione – conclude la nota – è stata espressa dall’attuale presidente facente funzioni Lagani e dall’ex presidente Saporito, che hanno confermato e ribadito, come già fatto in altre occasioni, la volontà di collaborare e di lavorare insieme, avvalendosi del supporto dei consiglieri provinciali, dei dirigenti, dei tecnici e interloquendo con le comunità territoriale e le amministrazioni locali».