fbpx
Martedì, 16 Agosto 2022

POLITICA NEWS

Sanita', rassicurazioni da commissario Asp Crotone a III commissione consiliare

Posted On Lunedì, 21 Febbraio 2022 18:31 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Le risultanze della riunione della III Commissione che si è tenuta, la scorsa settimana, con la partecipazione del commissario dell'Azienda sanitaria provinciale di Crotone, Domenico Sperlì, hanno confermato che il tema della sanità pubblica assume nel nostro territorio una importanza fondamentale». È quanto scrive in una nota Antonella Passalacqua, presidente della III commissione consiliare (Politiche per la salute) del consiglio comunale di Crotone.

«La partecipazione e gli interventi – riferisce Passalacqua – dei componenti la Commissione e dei consiglieri comunali ha consentito un dibattito costruttivo durante il quale il dottor Sperlì ha fornito una serie di dati importanti rispetto al futuro dell'ospedale cittadino. A tale riguardo lo ringrazio per la disponibilità ed auspico che questo incontro sia il primo di ulteriori momenti di confronto per un dialogo costruttivo che la Commissione intende instaurare con l'Azienda sanitaria provinciale».

«Il nostro ospedale – scrive Passalacqua –, è stato evidenziato nel corso dell'incontro, ha necessità di ulteriori professionalità e di incrementare i servizi per il cittadino, anche in considerazione che è l'unico polo sanitario pubblico dell'intera provincia. Le informazioni positive che abbiamo ricevuto dal dottor Sperlì rispetto ad un rafforzamento della dotazione organica e anche per i servizi sanitari, certamente confortano. Tuttavia è necessario che i tempi siano contingentati al massimo».

«Ho personalmente espresso – sottolinea Passalacqua –, ed è stato condiviso da tutti, la riconoscenza per l'attuale personale medico e infermieristico che opera presso la struttura che ha dato sempre prova, pur nelle difficoltà contingenti, di disponibilità, spirito di servizio non disgiunto all'umanità che è fondamentale nel rapporto con i pazienti. Tuttavia non possiamo, con l'emergenza sanitaria ancora in corso, continuare a gravare il personale di una mole di lavoro notevole ed ecco perché abbiamo voluto puntare l'accento sulla necessità ed opportunità di ampliare la dotazione organica del personale».

«Abbiamo inoltre sottolineato – si legge nel comunicato – la opportunità di avere presso la struttura servizi sanitari fondamentali come ad esempio l'emodinamica e medicina nucleare. Le richieste di prestazioni sanitarie non solo giustificano la loro istituzione ma sono servizi che non possono mancare in una città e una provincia come la nostra. Nel corso della riunione ho proposto, infine, un tavolo permanente Comune, Azienda sanitaria e Regione che possa monitorare la situazione sanitaria sul territorio».