fbpx
Giovedì, 18 Luglio 2024

POLITICA NEWS

Sosta a pagamento, la minoranza chiede di rivedere la convenzione

Posted On Martedì, 30 Maggio 2023 16:20 Scritto da

«La scelta dell’amministrazione comunale di prevedere il pagamento della sosta regolamentata in alcune zone della città a vocazione turistica, anche nei giorni di sabato e domenica, seppur legittima, non è condivisibile».

È quanto si legge in una nota stampa sottoscritta da 13 consiglieri comunali di minoranza a Crotone. Si tratta di Andrea Devona, Giuseppe Fiorino, Danilo Arcuri, Antonio Manica, Marisa Luana Cavallo, Antonio Megna, Anna Maria Cantafora, Fabiola Marrelli, Fabrizio Meo, Fabio Manica, Alessia Lerose, Carmen Giancotti ed Enrico Pedace.
«Sentire dire che le “strisce blu” - incalza la minoranza - rappresentano scelte di civiltà che accomunano tutte le città più all’avanguardia in Italia, è assurdo. Questo sistema, così generalizzato, funzionerebbe se applicato in città con situazioni economiche vantaggiose, non in luoghi che versano nelle condizioni della nostra Crotone. Si ritiene ancora più assurdo che la sosta a pagamento sia prevista davanti le scuole, con un aggravio di costi per gli insegnanti, davanti gli enti pubblici, senza prevedere delle agevolazioni per coloro i quali, per lavoro, devono sostare almeno otto ore nei pressi del comune, della provincia o di altri enti, ma la cosa più grave, è la sosta a pagamento nei pressi del nosocomio cittadino. I tempi d’attesa del nostro ospedale sono noti a tutti ed è impensabile che un soggetto, che già subisce un disagio recandosi al pronto soccorso o nei reparti vari, debba uscire dal complesso sanitario, con una somma esosa versata nelle casse della società vincitrice dell’appalto. Sia chiaro, nulla contro la società che gestisce il servizio e contro i soggetti che ci lavorano, essi vanno tutelati e messi nelle condizioni di lavorare, ma vessare i nostri concittadini, è una pratica troppe volte utilizzata ed a cui bisogna dare un freno».
«Pertanto - conclude la nota - viene richiesto il ritiro della proposta di modifica dell’articolo 3 del “Regolamento per la sosta a pagamento dei veicoli in ambito comunale” e di rimodulare la convenzione che disciplina il servizio delle cosiddette “strisce blu”», conclude la nota.