fbpx
Lunedì, 26 Settembre 2022

POLITICA NEWS

"Nella legge di stabilita' e' stato votato un emendamento per le province in disequilibrio economico. Un intervento di cui potra' beneficiare anche la provincia di Crotone, in forte difficolta'". Ad annunciarlo il deputato calabrese del Nuovo centro destra Dorina Bianchi prima firmataria di un emendamento che ha sollecitato il governo proprio sulla questione delle province in disequilibro. "Un emendamento che va nella direzione di sostenere gli enti provinciali, anche e soprattutto nella rinegoziazioni dei mutui contratti. Un aiuto concreto per un equilibrio finanziario degli enti, senza il quale non si potranno assicurare servizi ai cittadini."

Pubblicato in Politica

dorinaLa deputata del Nuovo centrodestra Dorina Bianchi ha portato in aula alla Camera la questione Statale 106 ottenendo l'impegno del governo per rafforzare gli investimenti dello Stato sul potenziamento dell'arteria. «La difficile situazione - è scritto in una nota - degli aeroporti calabresi, con le societa' di Crotone e Reggio prossime al fallimento, le criticita' della statale 106 jonica e dei collegamenti ferroviari dove si registrano gravi carenze dovute all'inadeguatezza di molte linee locali e al ridimensionamento del servizio sono questioni affrontate in una mozione discussa oggi dal deputato Ncd-Area popolare, Dorina Bianchi (e firmata anche dai parlamentari Garofalo, Piso, Sammarco e Scopelliti), che ha ottenuto dal Governo un impegno preciso ad inserire il sistema infrastrutturale calabrese tra le questioni di urgenza nell'agenda governativa». «Oggi si segnala, in particolare - ha affermato Dorina Bianchi -, il grave isolamento ferroviario della zona jonica calabrese che abbassa, al disotto dei livelli di servizio ritenuti essenziali, la qualità della vita e la possibilità di relazioni economico-commerciali di aree urbane e metropolitane sempre piu' distanti dall'Europa» . Secondo la parlamentare calabrese è necessario «rafforzare gli investimenti sulla strada statale 106, sbloccando quelli gia' disponibili e programmandone di nuovi dove servono, anche per intervenire sull'elevata incidentalita' mortale che si riscontra su quell'arteria».

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

dorina bianchi consiglio comunale2Con 22 consiglieri che hanno risposto presente all'appello fatto dal segretario generale Teresa Mansi si è raggiunto il numero legale per validare in seconda convocazione [LEGGI ARTICOLO] la seduta del consiglio comunale di Crotone. L'ordine del giorno prevede oltre 70 punti tra cui il bilancio di previsione 2015, il rinnovo della convenzione Eni, la discussione sulle royalties, il Programma triennale delle opere pubbliche e l'affidamento in concessione dei servizi di Trasporto e refezione scolastica [LEGGI ARTICOLO]. A destare notizia, però, fin dalle fasi iniziali di questo importante consiglio è stata la presenza in aula della parlamentare Dorina Bianchi che ha costituito il gruppo di Alleanza Popolare. La parlamentare ha motivato la sua presenza nel civico consesso (è la terza volta che siede in consiglio) proprio per costituire il gruppo di Ap. La parlamentare ha inoltre annunciato voto contrario al documento di programmazione economica e finanziaria dell'Ente. «Si tratta del più importante atto amministrativo del Comune - ha dichiarato in proposito l'onorevole Bianchi - perché dal bilancio di previsione si legge quale sarà il tipo di governance dell'Ente. Rispetto agli altri anni non è un bilancio normale, ma sotto tutela. Il mio voto contrario - ha motivato la parlamentare - è da rintracciarsi nell'aumento indiscriminato dei tributi come la Tasi la cui aliquota non varierà in ragione della progressione sociale, ma sarà identica per tutti. Saranno i cittadini a dover pagare tutto ciò - ha concluso - mentre si taglierà ancora una volta sui servizi». Sempre nel corso delle fasi iniziali del consiglio, inoltre, a seguito della nomina ad assessore ai lavori Pubblici dell'architetto Giancarlo Devona, è subentrato allo stesso nell'assise cittadina l'avvocato Salvatore Frisenda (Pd). La surroga è avvenuta in apertura dell'odierna seduta del consiglio comunale. Il neo consigliere Frisenda è stato accolto al suo ingresso in aula dall'applauso dei colleghi consiglieri. Per quanto riguarda l'adeguamento dei gruppi consiliari da segnalare che è stato costituito anche il gruppo di Calabria in rete di cui fanno parte Flora Sculco, Erico Pedace, Manuela Cimino, Gaetano Sorrintino e Fabio Antonio Trocino.

 

 

Pubblicato in Politica

«Delucidazioni per quanto accaduto oggi all'ospedale di Crotone dove due gemelline sono state trasferite d'urgenza al Pugliese Ciaccio di Catanzaro perche' la Tin del San Giovanni di Dio e' ancora indisponibile». È quanto chiede la deputata di Ap Dorina Bianchi al commissario alla Sanità in Calabria Massimo Scura. «Nonostante il commissario Scura - scrive la parlamentare - lo scorso luglio ne abbia annunciato la riapertura, la Terapia intensiva neonatale all'ospedale di Crotone ancora non è fruibile con le conseguenze alle quali abbiamo dovuto assistere, inermi, oggi. Mi chiedo, allora, quali siano gli ostacoli perche' ancora non si e' provveduto alla sua riattivazione che, per le difficoltà orogeografiche che si vivono per raggiungere le Tin di Cosenza e Catanzaro, risulta essere fondamentale per l'ospedale di Crotone. Invito, percio' il Commissario Scura a verificare lo stato delle procedure e provvedere alla riapertura della Tin, oltre che alla formazione di personale e nuovi medici, per come annunciato settimane fa».

Pubblicato in Politica

dorina bianchi comuneUn consiglio comunale straordinario sulla questione della depurazione delle acque reflue nel comune di Crotone, emersa in tutte le sue criticità proprio in questi giorni di agosto. E' quanto propone il deputato Ncd Dorina Bianchi, alla luce degli ultimi fatti verificatisi sul lungomare della città. "Una assemblea che ho chiesto sia allargata alla partecipazione di tutti i sindaci che appartengono al medesimo ambito territoriale del comune di Crotone e quindi cointeressati all'andamento del servizio idrico integrato erogato dalla soc. Soakro Spa- spiega Dorina Bianchi - per discutere anche delle criticità e dello stato dell'arte del servizio idrico integrato attualmente erogato dalla società Soakro". Ma la parlamentare crotonese si è spinta anche oltre. Nell'immediatezza dei fatti accaduti, ha inviato una lettera al presidente Mario Oliverio e all'assessore Antonietta Rizzo, chiedendo anche un incontro, per sollecitare il riordino del servizio idrico integrato.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

C'era una volta la destra, e c'era una volta la sinistra. Altri tempi, neanche troppo lontani. Non ci sono più. Oggi politica, e sopratutto fare politica, significa centro. Che sia unito alla destra o alla sinistra poi, poco importa. È il centro oggi a fare la differenza. Molto probabilmente perché essere centristi, consegna un vantaggio non indifferente: quello di poter decidere, senza troppi strascichi e conseguenze, di potersi spostare a destra o a sinistra. A seconda delle situazioni e delle esigenze politiche. Una su tutte ovviamente, le elezioni. Oppure stringere accordi o alleanze politiche, trasversalmente e "moderatamente: come si suol dire in questi casi. Tutto questo popò di premessa per dire, senza mezzi termini, che alle prossime elezioni amministrative, potrebbe accadere di tutto. Nello specifico del caso, ci riferiamo a ciò che potrebbe accadere nel centrodestra crotonese, o meglio di quello che potrebbe rimanere di esso, da qui alle prossime comunali. La notizia, che se trovasse conferma sarebbe piuttosto "clamorosa", va in direzione di una probabile candidatura a sindaco della senatrice Dorina Bianchi. Allo stato, naturalmente, con l'Ncd. Ma non è detto che la situazione attuale rimanga la medesima. Tutto o quasi potrebbe cambiare nel giro di due o tre mesi. Non è detto infatti che la senatrice giuri fedeltà eterna ad Alfano. Ma comunque sia, tutto dipenderà da Roma e dallo stesso Alfano, e ovviamente dalla volontà di Lotti. Staremo a vedere. Sta di fatto che nulla trapela, e che la senatrice Bianchi starebbe lavorando a fari spenti, proprio per "accecare" tutti al momento opportuno. Anche perché all'interno del centrodestra, allo stato, sembrerebbe regnare uno strano immobilismo, unito ad una certa sfiducia negli stessi partiti della coalizione. Non sarebbe infatti affatto da escludere, a quanto pare, la nascita di una o due liste di partito, accompagnate da tutte liste civiche di centrodestra, atte proprio a fronteggiare lo strapotere del Pd. Da non escludere a priori infine, nomi affidabili ed autorevoli come quelli di Stano Zurlo e Salvatore Pacenza. I due al momento, non sarebbero interessati ad una eventuale discesa in campo. Al momento. Una probabile decisione di Dorina Bianchi, potrebbe difatti fare improvvisamente cambiare lo scenario. E non solo all'interno del centrodestra. Vedi premessa iniziale.

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 4 di 5