Martedì, 27 Ottobre 2020

POLITICA NEWS

carabinieri generica a TORRE MELISSA - Entra a scuola armato di un coltello, denunciato dai carabinieri . I Carabinieri della Stazione di Torre Melissa denunciano un sessantenne di Melissa. Gli avevano impedito di entrare all’interno della sede del plesso “C. Postoia”, dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII, di via Berlinguer a Torre Melissa, per questo un uomo di sessantanove anni ha deciso di impugnare un coltello a serramanico per far valere le sue ragioni. Questa la sconcertante situazione difronte alla quale si sono trovati i collaboratori scolastici in servizio presso la scuola primaria e secondaria di primo grado di Torre Melissa. L’uomo, un sessantenne imprenditore originario di Melissa, si era recato nel primo pomeriggio di ieri presso l’istituto intenzionato a parlare con un suo congiunto lì impiegato, ma al rifiuto di farlo entrare posto dai collaboratori scolastici l’uomo ha perso le staffe iniziando a inveire in merito al divieto. Di tutta risposta l’uomo, in evidente stato di alterazione, ha quindi raggiunto la propria autovettura per prendere un coltello a serramanico di 16 centimetri di cui 7 di lama, che conservava in uno dei vani della sua autovettura. A quel punto si è ripresentato al l’ingresso della scuola e nello sgomento generale è riuscito a introdursi nell’edificio scolastico raggiungendo anche il piano superiore. Qui ha cominciato a inveire contro i presenti in cerca del suo parente per poi decidere di abbandonare l’edificio e cercarlo altrove. A questo punto è stato allertato il 112 che ha fatto confluire sul luogo i militari della Stazione di Torre Melissa unitamente a un equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cirò Marina. I Carabinieri intervenutihanno così cercato di risalire all’identità del malintenzionato, a dire dei presenti, sconosciuta. Solo in un secondo momento, mentre ormai i Carabinieri erano già da tempo impegnati a risalire alle generalità dell’uomo, è stata finalmente confidata ad uno dei militari l’identità del soggetto risultato, diversamente da quanto affermato in precedenza, conosciuto. Rivelata l’informazione, i militari si sono recati con estrema urgenza presso l’abitazione dell’uomo e del congiunto per evitare che la rabbia dell’uomo potesse portare ad ulteriori gravi conseguenze. Fortunatamente l’uomo è stato rintracciato nei pressi della sua abitazione, fatto calmare ed accompagnato in caserma. Il sessantenne, anche se in prima istanza restio a parlare dell’accaduto, alla fine dopo essersi calmato, ha collaborato confermando quanto successo ed indicando dove aveva risposto il coltello utilizzato. Espletate le formalità di rito, il sessantenne è stato quindi denunciato per minaccia aggravata e detenzione

Pubblicato in Cronaca

TORRE MELISSA - Il presidente della Regione Mario Oliverio ha partecipato oggi pomeriggio a Torre Melissa, con il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, all'iniziativa "Il futuro passa dall'agricoltura". All'incontro - informa una nota dell'ufficio stampa della giunta regionale - erano presenti il sindaco di Torre Melissa Gino Murgi oltre a numerosi amministratori locali, rappresentanti delle organizzazioni di categoria e imprenditori. Nel corso dell'incontro sono state trattate una serie di tematiche legate alle esigenze del settore agroalimentare e al potenziamento delle infrastrutture materiali e immateriali. Si e' parlato delle garanzie dei controlli sulla qualita' delle produzioni calabresi ed e' stata ribadita l'importanza di un'adeguata promozione sui mercati delle nostre eccellenze agroalimentari e della sburocratizzazione della macchina amministrativa nazionale e regionale. Il ministro Martina ha subito ringraziato Oliverio per il lavoro che sta facendo a sostegno del comparto agricolo calabrese. "Un lavoro - ha detto - cosi' prezioso, che dati alla mano, ha consentito alla Calabria di essere ai primissimi posti nell'erogazione della spesa legata ai fondi strutturali, prima ancora della Lombardia. Oggi intanto abbiamo approvato il testo unico del vino, dopo quasi due anni. E' un tassello a sostegno del mondo agricolo calabrese, un settore appunto primario. In mille giorni di lavoro, anche con la Calabria, abbiamo messo al centro della discussione, delle scelte economiche e sociali, la riduzione fiscale, il sostegno ai giovani, la semplificazione. Una strategia perche' la questione agricola sia la grande questione del Paese e del Mezzogiorno. Noi non abbiamo messo la polvere sotto il tappeto e sarebbe un delitto interrompere questo percorso comune". Il presidente Oliverio si e' detto soddisfatto delle parole del ministro Martina: "Ci da' orgoglio - ha detto ai giornalisti - ascoltare dalla voce del ministro che la nostra Regione ha ingranato la marcia giusta ed e' addirittura prima nell'erogazione della spesa nel comparto agricolo. Vuol dire che abbiamo invertito la tendenza e che stiamo lavorando nella direzione giusta. Aggrediremo adesso anche tutti gli altri comparti, grazie alle ingenti risorse a nostra disposizione". Anche il sindaco di Torre Melissa Gino Murgi, riferendosi ai fondi struturali, gia' 15 bandi del Psr pubblicati e oltre un miliardo di euro come dote complessiva, ha evidenziato che si tratta "di strumenti importanti che la Regione ci sta fornendo. Dobbiamo cogliere questa grande opportunita' e non possiamo dimenticare che questa e' la terra dei vini d'eccellenza". (AGI)

Pubblicato in Politica

carabinieri posto bloccoOperazione dei Carabinieri con perquisizioni, posti di controllo e verifiche presso attività commerciali. Sabato sera segnato da intensi controlli dei Carabinieri nella zona di Cirò di Marina, Torre Melissa e Torretta di Crucoli. Il dispiegamento di forze ha visto impiegati 20 Carabinieri e 10 veicoli, compresa una stazione mobile, ha permesso di effettuare numerosi posti di controllo identificando un centinaio persone e controllando 80 veicoli, permettendo di contestare 18 contravvenzioni al codice della strada, che hanno comportato anche il sequestro o il fermo in totale di 15 autoveicoli e motocicli. Durante lo svolgimento del medesimo servizio sono state svolte, inoltre, una ventina di perquisizioni personali e veicolari e due perquisizioni domiciliari che hanno portato al sequestro alcune dosi di cocaina destinate con tutta probabilità allo spaccio nella zona di Cirò Marina. Nello svolgimento del servizio inoltre è stato arrestato un giovane cirotano di 35 anni, già noto alle forze dell’ordine per reati riguardanti sostanze stupefacenti, per violazione degli obblighi derivanti dalla misura cautelare della sorveglianza speciale. Lo stesso è stato notato transitare in compagnia di un altro pregiudicato a bordo di un autovettura sulla Statale 106 in località Torre Melissa, quindi al di fuori del comune impostogli dall'Autorità giudiziaria con il provvedimento cautelare. Notati i militari, l'uomo ha cercato di eludere il controllo forzando il posto di blocco della pattuglia che gli aveva intimato l'alt, facendo così scaturire un inseguimento di quasi tre chilometri che si è concluso poi con il fermo dell'autovettura e l'identificazione dei soggetti da cui è scaturita la successiva comunicazione delle violazioni all'Autorità giudiziaria. Sono stati inoltre effettuati svariati controlli a sale giochi, slot e centri scommesse dei comuni di Torretta di Crucoli e Torre Melissa oltre che presso alcuni esercizi commerciali e bar.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

caranineire mitraVasta operazione dei Carabinieri con posti di controllo e verifiche presso attività commerciali. Intensa serata di controlli dei Carabinieri ieri nella zona di Cirò Marina, Torre Melissa e Strongoli. I reparti dipendenti dal Comando provinciale dei Carabinieri di Crotone, in un quadro di intensificazione dei servizi di controllo, disposto dal Comandante Provinciale di Crotone, Colonnello Salvatore Gagliano, hanno effettuato un servizio a largo raggio nel cirotano volto alla prevenzione di eventi criminosi e al contrasto di vari fenomeni di illegalità diffusa. Grazie ad un dispositivo composto da quindici veicoli e trentacinque militari, durante il servizio sono stati effettuati numerosi posti di controllo identificando più di 120 persone e controllando una novantina di veicoli, il che ha permesso di contestare 10 contravvenzioni al codice della strada, in alcuni casi comportanti il sequestro del mezzo ed anche il ritiro di documenti di guida in seguito all’effettuazione di test alcolemico. Durante l’espletamento del servizio sono state inoltre svolte una ventina di perquisizioni personali e veicolari che hanno permesso il sequestro di svariate dosi di sostanze stupefacenti per uso personale del tipo hashish, marijuana e cocaina segnalando 10 persone alla Prefettura di Crotone. I militari inoltre hanno posto una particolare attenzione al controllo delle sale gioco e scommesse sia di Cirò Marina che di Torre Melissa e Strongoli. Grazie anche alla presenza dei Nas (Nuclei antisofisticazione e sanità) dei Carabinieri di Cosenza, che hanno affiancato i militari operanti, è stato possibile effettuare numerosi controlli ad esercizi pubblici quali bar e ristoranti rilevando alcune irregolarità relative ad anomalie strutturali e violazioni di norme inerenti la vendita, la conservazione e il confezionamento degli alimenti.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

mezzi incendiati derico collageTORRE MELISSA - Cinque autocompattatori e due automobili sono stati distrutti da un incendio la notte scorsa a Torre Melissa, nel crotonese. Sul posto non sono state trovate taniche ma la causa del rogo, secondo gli investigatori, è presumibilmente dolosa. I mezzi erano di proprietà della società "Derico New Geo" con sede legale a Cirò Marina, che si occupa della raccolta dei rifiuti urbani nella zona ed erano parcheggiati in un piazzale dell'azienda. L'intervento dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Crotone, arrivati con due squadre e cinque automezzi, ha evitato che le fiamme si propagassero ad altri mezzi parcheggiati nel piazzale ed al capannone dove si effettua la lavorazione dei rifiuti. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Torre Melissa e da quelli della Compagnia di Cirò Marina. Nei mesi scorsi, all'azienda era stata revocata la certificazione antimafia a causa della presenza di alcuni dipendenti che la ditta ha poi provveduto a licenziare riottenendo il via libera a lavorare per la pubblica amministrazione.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

incidente cirò collageEnnesimo incidente sulla statale 106 jonica crotonese a tre giorni dall'ultimo accaduto in ordine di tempo [LEGGI ARTICOLO]. Nemmeno un'ora fa, per dinamiche ancora in via d'accertamento, hanno impattato un furgone e un suv nel tratto di statale che ricade tra Torre Melissa e Cirò Marina. Il sinistro è avvenuto in coincidenza di una rotonda in via di realizzazione in località Piciara dove si transita in senso alternato. A farne le spese è stato il conducente del Suv (di colore scuro marca Volkswagen Tuareg) che è stato trasportato al pronto soccorso del San Giovanni di Dio in codice rosso. Solo qualche trauma invece per i due operai di Isola Capo Rizzuto che viaggiavano sul furgone bianco di marca Iveco. Oltre ai sanitari del Suem 118, sono intervenuti sul posto la Polizia stradale e i Vigili del Fuoco. Il traffico sta subendo per questo motivo dei rallentamenti. 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 4 di 5