fbpx
Sabato, 02 Luglio 2022

POLITICA NEWS

La comunicazione l’avrebbe già data ieri in giunta, ossia la volontà di procedere a un azzeramento dell’esecutivo. Il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, stoppato dalle elezioni regionali, prima, e da quelle provinciali, dopo, ha deciso di procedere adesso con celerità al rimpasto.

Pubblicato in Politica

giunta pugliese azzeramentoAzzerata la giunta comunale di Crotone. Lo ha deciso il sindaco questo pomeriggio col decreto numero 11, avviando così un processo di rilancio dell’attività amministrativa che era nell’aria e che, a questo punto, non era più rinviabile. Ma c'è un colpo di scena nella vicenda politica. Dal palazzo era trapelato che il sindaco e l'area di maggioranza optassero per un "tagliando", ossia per qualche cambio strategico nell'esecutivo. Ma qualcosa deve essere cambiato nelle ultime settimane, magari a seguito dell'opposizione di qualche componente a voler lasciare posto ad altri. Scrive nel decreto il sindaco: «Ritenuto di dover procedere alla revoca della nomina dei componenti della Giunta Comunale dando atto che tale revoca si basa su valutazioni di opportunità politico-amministrative a seguito di verifica politica, e che non si tratta di atto sanzionatorio né di atto che riguarda motivi personali o professionali legati ai singoli assessori, ma di un provvedimento dettato, oltre che da valutazioni politiche, anche a garanzia della coesione e dell’unitarietà dell’azione di governo con il preciso obiettivo di perseguire con piena efficienza il programma politico e di rilanciare l’azione politico-amministrativa nell’esclusivo interesse pubblico, a favore della cittadinanza».

 

 

 

Pubblicato in Politica

giunta parrilla ciro marinaCIRÒ MARINA – Azzerata la giunta del Comune di Cirò Marina dal sindaco Nicodemo Parrilla. Si tratta di un’azione condivisa e programmata a inizio mandato. «Seppur breve – riferisce una nota – quella appena conclusasi è stata un'esperienza politico-amministrativa bella dal punto di vista delle relazioni istituzionali e dei rapporti interpersonali; molto intensa per i numerosi impegni su più fronti, per le emergenze da affrontare e superare, per le questioni ereditate e per le nuove sfide da subito intraprese; proficua rispetto ai diversi percorsi virtuosi comunque avviati; ed infine entusiasmante, soprattutto per quanti l'hanno vissuta come prima partecipazione diretta nel governo locale. Sono queste le valutazioni condivise da Antonio Gallella, Nicodemo Baffa, Antonio Strancia, Caterina Bossio e Susy Prato, assessori uscenti dell'esecutivo guidato da Nicodemo Parrilla il quale, nel quadro di un accordo concertato con gli interessati ed in seno alla maggioranza, nella giornata di ieri (mercoledì 4 ottobre) ha formalmente revocato le deleghe ai membri della Giunta. Giunge così a conclusione quella che lo stesso primo cittadino ha definito una prima, programmata fase tecnica ed interlocutoria della squadra di governo. L'obiettivo condiviso – precisa Parrilla, che ha riservato provvisoriamente a se stesso tutte le deleghe – è stato sin dall'inizio quello di fronteggiare impatto e difficoltà e prevedibili determinate dalla delicata situazione finanziaria in cui versava l'Ente al momento del nostro insediamento e, successivamente, nella dichiarazione di dissesto finanziario. Con tutti i membri della Giunta, che ringrazio singolarmente per la determinazione dimostrata – va avanti il sindaco – abbiamo avuto come bussola e priorità il risanamento del Comune, operando il riassetto delle aree funzionali secondo criteri volti a perseguire maggiore efficienza e riduzione della spesa. Oltre l'indispensabile approccio tecnico iniziale – conclude Parrilla – con questo passaggio di consegne proseguiremo l'azione amministrativa con un'incisiva azione politica di rilancio rispetto alle ambizioni condivise con la cittadinanza».

 

I risultati e i percorsi avviati in questi primi 15 mesi dall’Amministrazione comunale.
«Dall'intensificazione della lotta all'evasione fiscale attraverso il potenziamento dell'ufficio comunale tributi (cosa che – precisa l'ex vicesindaco Gallella – dovrà proseguire con l'appalto per il nuovo servizio di riscossione) all'avvio di una riduzione degli sprechi in tutti i settori di spesa dell'ente, nel quadro di quel risanamento economico che è stato e resta l'indirizzo principale dell'Amministrazione Comunale. – Ed ancora, dalla consegna (ad ottobre 2016) dei lavori per il sito archeologico del Tempio di Apollo Aleo (con l'auspicio, ribadito dal'ex assessore Strancia, che possano presto iniziare i relativi lavori) all'avvio del percorso didattico con le scuole per assistere alle campagne di scavi; dall'apertura straordinaria serale ad agosto del Museo archeologico, garantita dal Comune sopperendo all'assenza di personale al progetto di ricognizione archeologica subacquea per arrivare ad una carta ad hoc al progetto di fontana monumentale sul quale sono già stati avviate le prime iniziative; dal successo delle programmazioni teatrali ed estive che hanno visto protagonisti il Teatro Alikia in sinergia con la preziosa rete di associazioni cittadine al grande lavoro fatto in tema di politiche sociali con circa 4 milioni di euro di fondi extra bilanci intercettati e già finanziati per assistenza domiciliare, non autosufficienza e Sistema inclusione attiva (Sia). – Un percorso complessivo – ribadiscono tutti gli ex assessori, ringraziando il Sindaco per la fiducia loro accordata – di cui andare fieri e che proseguirà e sarà intensificato in continuità con quanto già avviato».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

giunta caruso ciroCIRÒ – Esecutivo Caruso, azzerata la Giunta. Francesco Mussuto è il nuovo assessore alla Cultura e alla pubblica istruzione nominato questa mattina (mercoledì 28 dicembre) dal primo cittadino. A Francesco De fine è stata conferita la delega alle Politiche agricole. Confermato il vicesindaco Francesco Paletta al quale restano le deleghe allo sport, al commercio, all'ambiente e alla protezione civile. A darne notizia è lo stesso sindaco cogliendo l'occasione per precisare che le deleghe lavori pubblici, urbanistica e finanza locale restano al primo cittadino. «Intendiamo proseguire – dichiara Mussuto nel assessore alla cultura – l'azione amministrativa portata avanti egregiamente in questi anni dal sindaco. Questa scelta completa la collaborazione dimostrata subito dopo le elezioni amministrative di maggio 2012. Ora bisogna puntare, ancora di più, sulla cultura e sulla pubblica istruzione, investendo sulla storia e sull'identità del nostro territorio. La promozione cultura dovrà continuare a rappresentare l'investimento principale della nostra squadra amministrazione. Tra i diversi progetti – prosegue – vi è l'istituzione della fondazione Luigi Lilio finalizzata a promuovere la conoscenza nel mondo del riformatore del calendario gregoriano. Avvieremo le procedure per un accordo di programma con la direzione generale scolastica della Calabria per stipulare convenzioni con le scuole al fine di avviare visite guidate nei nostri musei in sinergia con un piano di accoglienza nelle nostre strutture ricettive. Ogni progetto – conclude Mussuto – potranno realizzarsi, come accaduto fino ad oggi, soltanto grazie alla preziosa collaborazione con il mondo delle associazioni locali».

 

 

 

Pubblicato in Politica

pd2Come preannunciato ieri, i sei consiglieri "disobbedienti" del gruppo Pd al Comune capoluogo hanno chiesto le "teste" dei vertici dirigenziali del partito. Hanno scritto ai segretari nazionale e regionale dei democrat.

Pubblicato in Politica

Sono stati due gli incontri intercorsi tra il sindaco e i consiglieri del centrosinistra per tentare di ricucire lo strappo. Si cerca una figura che, da vicesindaco, possa traghettare la coalizione alla prossima tornata elettorale (2016).

Pubblicato in Politica