Martedì, 20 Ottobre 2020

POLITICA NEWS

«È l’ingegnere Ferdinando Greco il candidato a sindaco scelto dal Partito democratico di Strongoli». La notizia è stata ufficializzata a seguito del direttivo riunitosi nella sede del Partito democratico «a ridosso di un proficuo dibattito che ha fatto sintesi, all’unanimità dei presenti, sul prescelto candidato».

Pubblicato in Politica

«Liberare Crotone, rompere con il passato». Inizia con queste parole l’appello che lanciano 254 firmatari* per la candidatura a sindaco di Filippo Sestito.

Pubblicato in Politica

Andrea Correggia, candidato a sindaco di Crotone per il Movimento cinquestelle dichiara che «anche a Crotone, come a Reggio Calabria, il M5s correrà da solo!».

Pubblicato in Politica

«Il Movimento 5 stelle – si legge in una nota – ad oggi a Crotone, è l'unica forza politica che parla di Ndrangheta e di legalità.  E parlare di Ndrangheta non vuol dire limitarsi a buttare giù la parolina magica acchiappa consensi e nel contempo mantenere una sorta di atteggiamento cerchiobottistico che non pesti i piedi a capi bastone e seguaci».

Pubblicato in Politica

crotone aereaFiori, giardini e traffico: sono questi i problemi che alcuni candidati a sindaco hanno indicato nelle priorità che intendono affrontare in caso di elezione. Lo hanno dichiarato i giorni scorsi, ai microfoni di Telediogene, i candidati che sono stati presentati ufficialmente nel corso di apposite conferenze stampe. Evidentemente questi candidati non hanno vissuto gli ultimi anni a Crotone o erano troppo distratti per accorgersi che la città è una fogna a cielo aperto, che è negli elenchi dei siti di interesse nazionale per la presenza di inquinamento, che c'è un'emergenza lavoro di dimensioni tali da avere pregiudicato il futuro dei prossimi 100 anni, che spesso manca l'acqua...

 

Mi fermo qui nell'elenco delle priorità altrimenti rischierei di riempire tutti gli spazi a mia disposizione. Sentire, quindi, dire che il primo intervento da fare riguarda i giardinetti pubblici e il traffico fa venire la pelle d'oca e anche il sospetto che la scelta dei candidati non sia stata fatta pensando alla città e ai suoi bisogni, ma per garantire gli equilibri di potere di partiti e movimenti. Che brutta sensazione è quella che ti fa pensare che i partiti sono interessati esclusivamente alla vittoria elettorale. A che serve vincere se la città in cui vivono e vivranno i tuoi figli non ha e non avrà prospettive di sviluppo?


C'era bisogno di rinnovare la politica, su questo non c'è dubbio, ma si poteva anche realizzare non scegliendo soggetti privi di esperienza. E mentre la politica è impegnata a comporre liste di candidati da mandare in consiglio comunale sul lungomare e in altri punti della città scoppiano le fogne e rendono invivibile il territorio. Ne parlano solo i cittadini che subiscono i danni. Viene autorizzato l'ampliamento della discarica di Columbra di 2.2000.000 metri cubi e nessuno della politica ne parla, perché sono interessati ai voti che potrebbero arrivare dal mondo del pallone, visto che a beneficiare di questo ampliamento sono i proprietari del Crotone Calcio.

 

Di bonifica si parla di tanto in tanto, ma mai un piccolo passo avanti. Come le chiacchiere dal parrucchiere. In questa città ci sono più lavoratori in mobilità che in attività e il numero degli assistiti è destinato a crescere vertiginosamente per il fallimento delle società partecipate. Non si parla di lavoro e futuro e i lavoratori in lotta (Provincia e partecipate) non vengono nemmeno fatti oggetto di una visita di cortesia. Bravi questi candidati a sindaco. Bravi questi partiti e i movimenti perché si sono accorti che volevano togliere a Crotone la sede dell'elisoccorso.

 

Peccato che era una bufala. La vicenda dell'elisoccorso l'avevano preso così sul serio che è dovuto intervenire "di persona personalmente" il governatore della Calabria, Mario Oliverio. Senza l'intervento di Oliverio avremmo rischiato di parlare per tutta la campagna elettorale della chiusura dell'elisoccorso. Quel cattivone di Oliverio la fatta grossa, adesso bisogna trovare un altro argomento che non disturbi nessuno altrimenti di che cosa si parlerà durante la campagna elettorale? Qualche idea i candidati a sindaco l'hanno espressa: fiori, giardinetti e traffico.

 

 

 

Pubblicato in Politica

zurlo pacenza stasi comune internaConfusione e work in progress nel centrodestra. Sarebbero tre, allo stato attuale, i candidati naturali per le prossime elezioni comunali che si terranno nella primavera 2016. Si tratta di Stano Zurlo, Salvatore Pacenza e Antonella Stasi, anche se c'è da precisare che al momento gli stessi, non sembrerebbero essere disponibili ad una candidatura a sindaco. Di certo c'è, però, che le aree ex An-Fratelli d'Italia e Forza Italia cammineranno insieme. Così come sono diversi i nomi che le due forze politiche potranno mettere in campo: da Gianfranco Turino, agli ex assessori della prima giunta Senatore, Polisca, Praticò, Marini, Leto, o l'ex consigliere comunale Trocino. Ma anche Fabio Pisciuneri, Giusy Regalino e Rino Crugliano. Le forze del centrodestra non escludono, inoltre, nemmeno accordi con associazioni, che in questi anni sono sorte numerose e che stanno contrastando e criticando a piu' riprese l'amministrazione di centrosinistra. Non si escluderebbe nemmeno la possibilità di valutare accordi programmatici con forze non di centrodestra, in questo momento in disaccordo con il Pd. Ma è comunque una ipotesi ancora prematura. Il centrodestra è praticamente, e per forza di cose, un cantiere aperto dove si aspetta, o neglio si auspicano eventuali divisioni che potrebbero verificarsi a sinistra. Non sembrano, inoltre, trovare consensi, ma in questo caso il condizionale é obbligatorio, eventuali candidature della senatrice Dorina Bianchi e dell'ex assessore comunale Ottavio Tesoriere. Anche se a proposito di quest'ultimo, i rumors dicono il perfetto contrario.

 

 

 

 

Pubblicato in Politica