fbpx
Sabato, 20 Luglio 2024

POLITICA NEWS

salvini cerrelli maglia crotone«In occasione dell’incontro – informa una nota – svoltosi con Matteo Salvini al Teatro Morelli di Cosenza, una rappresentanza della Lega Salvini Premier di Crotone, accompagnata dal suo leader, Giancarlo Cerrelli, ha regalato una maglia con i colori della città di Crotone a Matteo Salvini, su cui nella parte anteriore campeggia la scritta “Lega Crotone” e sul retro “M. Salvini”. Il segretario federale della Lega ha gradito il regalo, promettendo di essere presto a Crotone e invitando i militanti leghisti crotonesi a “prepararsi a far fare le valige a quelli della sinistra” che hanno tenuto Crotone e la Calabria ai margini della Nazione. La Lega di Crotone, tuttavia, rimane perplessa in ordine alla presa di posizione della Fv Crotone, per i seguenti motivi: la Lega di Crotone, donando al senatore Salvini la maglia con i colori rossoblù ha inteso regalare un simbolo che avesse i colori della Città di Crotone; la Lega di Crotone tiene a precisare che ha comprato, pagato e personalizzato a proprie spese la maglia rossoblù presso l’official merchandising del Crotone, che presume abbia tratto anche un utile da tale acquisto; che è da evidenziare che una volta acquistato un prodotto il compratore può decidere di farne l’uso che più gli aggrada e che ritiene più congruo, anche regalarlo come è avvenuto in questo caso; che i colori rossoblù non sono un’esclusiva della squadra di calcio del Crotone, ma prima ancora sono i colori della Città di Crotone, pertanto nessuna strumentalizzazione può essere addebitata alla Lega di Crotone; che ci sono giunti da tanti tifosi e cittadini crotonesi sentimenti di plauso per aver messo al centro dell’attenzione di un politico noto e amato a livello nazionale come Salvini la città di Crotone; che, è da evidenziare, comunque, che tra i tifosi del Crotone Calcio, sono in tanti ad essere leghisti e che questa presa di posizione della società F.C. Crotone li fa apparire e sentire come tifosi di “serie b”; che, la Lega di Crotone tiene a precisare, infine, che la scritta Lega Crotone sulla parte anteriore della maglia è un auspicio affinché presto la Lega, anche a Crotone, possa prendere il posto di quella classe politica che ha portato Crotone alla povertà e all’emarginazione».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

cerrelli salvini«La Lega Salvini Premier – informa una nota – interessata dall’azienda “Abramo customer care” si è resa pronta a scongiurare la perdita di posti di lavori nel call center di Crotone. Nei giorni scorsi vi è stata un’interlocuzione tra la proprietà dell’azienda Abramo Customer Care Spa, che vanta circa 5.000 addetti in Italia di cui 3.500 in Calabria e 1.430 a Crotone e Giancarlo Cerrelli (Lega per Salvini Premier Crotone). Oggetto dell’interlocuzione è stata la forte contrazione dei volumi da parte del committente Tim, che comporterà entro la fine dello stesso anno una riduzione del fatturato di circa il 40%.
Numeri elevatissimi per l’impatto sociale che ne potrebbe scaturire e che minerebbe direttamente la tenuta sociale del territorio crotonese già martoriato da mille difficoltà e con una disoccupazione giovanile elevatissima. La paventata apertura di una procedura di mobilità per circa un migliaio di persone che seguirebbe l’allontanamento di già 800 addetti a tempo determinato nella sola sede crotonese, rappresenterebbe un dramma di forte impatto sociale per la città pitagorica; l’azienda Abramo, infatti, per anni ha rappresentato e tutt’ora rappresenta per molti giovani, l’unica opportunità lavorativa nella zona, che altrimenti dovrebbero andar via dalla propria terra, ma anche ha permesso a migliaia di mamme, proprio per la modalità di servizio che il call center garantisce, di trovare una gratificazione lavorativa che difficilmente avrebbero trovato.
Di questa urgenza sociale Cerrelli ha tempestivamente notiziato il commissario regionale della Lega per Salvini Premier Calabria, Cristian Invernizzi, che ha a sua volta informato il ministro Matteo Salvini e, così, è stato stabilito un contatto con un esponente governativo della Lega di primissimo piano che si è reso disponibile a fare di tutto per trovare un accordo con la più grande azienda di telecomunicazioni italiana, al fine di scongiurare l’incubo della perdita di un numero così elevato di posti di lavoro. Nelle prossime ore sono attesi sviluppi, si spera di segno positivo».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

giancarlo cerrelli elezioni europeeGazebo della Lega Salvini premier a Crotone per raccogliere adesioni a sostegno della proposta di legge che prevede per pedofili e stupratori galera e castrazione chimica. «La Lega Salvini Premier di Crotone – informa una nota –, sabato 4 maggio prossimo dalle ore 16 alle ore 21, in via Vittorio Veneto (adiacenze Comune di Crotone) e domenica 5 maggio dalle ore 10 alle 21 sul Lungomare di Crotone, organizzerà un gazebo per promuovere la proposta di legge che prevede per pedofili e stupratori galera e castrazione chimica. Nell’occasione – prosegue la nota – verrà promosso un volantinaggio per sostenere la candidatura dell’Avv. Giancarlo Cerrelli alle elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. Cerrelli, infatti, è l’unico candidato crotonese, nella lista della Lega Salvini Premier che ha reali possibilità di essere eletto al Parlamento europeo».
Intanto il candidato Giancarlo Cerrelli ha presentato la propria candidatura a Cosenza davanti «a tanti amici – rende noto un altro comunicato – arrivati da tutta la provincia cosentina.
A Cosenza, il 2 maggio 2019, presso la sede provinciale dell'Aiac è stato registrato grande entusiasmo ed una numerosa partecipazione alla presentazione della candidatura alle elezioni europee 2019 dell'avvocato Giancarlo Cerrelli. L'appuntamento è stato condotto e moderato dall'avvocato Antonio Sanvito. La platea degli amici intervenuti ha potuto conoscere ed apprezzare le idee e la personalità dell'avvocato Giancarlo Cerrelli, di capire direttamente dalle sue parole le motivazioni del proprio impegno con la Lega Salvini Premier».
«In un clima di crescente entusiasmo – riferisce il comunicato – sono scrosciati fluenti applausi quando l'avvocato Giancarlo Cerrelli ha dapprima invitato alla coesione verso il bene comune della comunità e a evitare le solite sterili divisioni che in passato hanno fortemente penalizzato il nostro territorio e soprattutto quando ha poi invitato a lavorare e contribuire tutti insieme al raggiungimento di obiettivi fondamentali per il futuro dei nostri territori». «Giancarlo Cerrelli – enfatizza la nota – ha parlato con il cuore in mano facendo appello al buonsenso ed alla concretezza i quali come valori fondanti del partito Lega Salvini Premier sono gli unici in grado di offrire vere possibilità di riscatto alle nostre comunità. Ha concluso il proprio intervento raccomandando di recarsi al voto il 26 maggio 2019, di votare Lega e di scrivere la preferenza per Cerrelli; infine i doverosi ringraziamenti all'avvocato Antonio Sanvito ed agli altri esponenti della Lega Salvini Premier intervenuti a sostegno della sua candidatura, alcuni di questi ultimi impegnati anche nelle concomitanti elezioni amministrative».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

salvini accise«Giancarlo Cerrelli, lei ci sa dire che fine ha fatto il taglio delle accise?». È l’attacco via Facebook postato dalla candidata crotonese alle Europee per “La Sinistra”, Francesca Pesce, al suo competitor della Lega.
«Mentre il ministro Salvini – scrive Pesce – si ingozza di cibo, se la prende con i più deboli, lavora per sé stesso e per la sua cricca, il costo della benzina cresce e pesa sulle nostre tasche, come i 49 milioni rubati e gli affari che fa fare ad i suoi amici lobbisti. Guardateli bene in faccia i leghisti, nessuno di loro conosce minimamente i problemi quotidiani di chi non arriva a fine mese. A Crotone, ad esempio, il leghista è un ricco ereditiero che vi urla castità e castigo divino dall'alto della sua vita da "nababbo per caso". Votare Lega è votare un partito di gente che ha sempre e solo pensato a sé stessa e che ora usa le vostre paure e la vostra rabbia per continuare a sfruttare l'Italia e gli italiani».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica

giancarlo cerrelli lega nordLa Lega candida Giancarlo Cerrelli. Alle prossime elezioni europee ci sarà anche un candidato di Crotone fra le fila del partito di Salvini. Il nostro “Ce l’ho durino” ce l’ha fatta a farsi candidarsi nella circoscrizione meridionale. La candidatura del “Lumbard” nostrano smentisce coloro che lo davano in caduta nel partito del ministro dell’Interno, Matteo Salvini. Il “ce l’ho durino” c’è, anche se la competizione potrebbe essere molto in salita per lui. Deve cercarsi i voti in tutta l’Italia del Sud, non essendo una elezione locale o nazionale. E’ pur vero che Cerrelli ha una sua caratterizzazione di “cattolico integralista” e potrebbe racimolare consensi tra quella fascia della popolazione che crede nei valori della famiglia tradizionale e della donna più consona a svolgere il ruolo di mamma e moglie. Un’area che, negli ultimi mesi, è stata all’attenzione della stampa nazionale per avere organizzato l’iniziativa di Verona. Il “ce l’ho durino” nostrano ha già fatto l’esperienza di candidato, avendo avuto un posto nelle liste della Lega nelle elezioni dello scorso anno. All’ultimo minuto prese il posto del segretario regionale della Lega, Domenico Furgiuele, che venne spostato nel listino. Furgiule è stato, poi, eletto mentre Cerrelli si è dovuto accontentare di un buon risultato sul piano dei consensi. Il collegio alla Camera di Crotone è stato, infatti, conquistato dal M5S. Erano altri tempi e il movimento pentastellato viaggiava con il vento in poppa. A sentire i sondaggi oggi le parti si sono invertite e il vento in poppa lo ha la Lega. Non sarà facile essere eletti, ma il nostro “ce l’ho durino” potrebbe avere una buona affermazione personale e siccome non c‘è due senza tre, al terzo tentativo potrebbe anche coronare il suo sogno di diventare rappresentante di un parlamento.

 

 

 

Pubblicato in Politica

cerrelli scrivania«Quando le scuole diventano una dittatura del pensiero unico politicamente corretto». È quanto scrive in una nota Giancarlo Cerrelli segretario provinciale della Lega Salvini di Crotone.
«Preoccupa – commenta Cerrelli – ricevere segnalazioni e lagnanze da genitori e studenti che lamentano che in molte scuole della nostra città viga una dittatura del pensiero politicamente corretto, imposto a volte in modo aperto, altre volte in modo subdolo agli alunni crotonesi; ciò è quanto afferma Giancarlo Cerrelli, segretario della Lega Salvini premier Crotone».
Cerrelli ritiene «insostenibile che si favoriscano, in certe scuole, soltanto eventi e progetti orientati a indottrinare politicamente e in modo univoco i nostri studenti, secondo i canoni del politicamente corretto. Un esempio tra tutti è fornito da un noto liceo di Crotone (Pitagora, ndr) che dopo aver organizzato qualche giorno fa un convegno che ha visto come relatore un ex ministro alla Pubblica istruzione, che è stato anche deputato del Partito comunista, domani 14 marzo, lo stesso liceo, in collaborazione con l’Arci, nota associazione di sinistra militante, ha organizzato un convegno dal titolo che è tutto un programma: “Lo studio come difesa della libertà: Telesio, Montesquieu, Marx, con relatori indubbiamente orientati tutti da una sola parte».
Cerrelli, pertanto, afferma che: «Lo studio proposto in certe scuole, invece, di promuovere e difendere la libertà degli studenti, rischia di diventare una sorta di invisibile prigione culturale, in cui, come in un “campo di concentramento”, non c’è la libertà di dissentire da quella ideologia del politicamente corretto che ha alla base la dittatura del relativismo, pena l’emarginazione e la ritorsione».
«Auspico – conclude Cerrelli – che sia data a tutti gli studenti la possibilità di poter godere nella loro formazione di una vera libertà di educazione; in ogni caso non esiterò a comunicare al ministro dell’Istruzione questi fatti che sono veri e propri abusi».

 

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 4 di 7