Sabato, 15 Agosto 2020

 

POLITICA NEWS

«Ancora una volta il comune di Crotone e la Provincia di Crotone sono fuori dalle graduatorie regionali per interventi sull'edilizia scolastica con la conseguente perdita di risorse utili a mettere in sicurezza i disastrati edifici scolastici presenti nel comune capoluogo, come da decreto dirigenziale della Regione Calabria numero 6161 dell'8 giugno 2020,  riferito a progetti  presentati nell'anno 2019 ,"aggiornamento piano regionale triennale 2018/2020 d'interventi in materia di edilizia scolastica"».

Pubblicato in Politica

«Lastre di eternit nel vecchio capannone Arsac, oggi in uso al Comune di Crotone». A denunciarlo è Giovanni Procopio, ex consigliere comunale, che ha inviato una missiva al commissario straordinario del Comune di Crotone Tiziana Costantino.

Pubblicato in Politica

«La questione della società in house Akrea è una patata bollente. E aggiungo: pericolosamente e inevitabilmente bollente se è vero, com'e' vero, che Crotone ormai da anni, troppi anni, conta e “sconta” solo fallimenti e disfatte».

Pubblicato in Politica

«A seguito della mia richiesta rivolta al presidente del consiglio comunale di convocare  la conferenza dei capigruppo comunali per prendere in esame la delicata situazione venutasi a creare  al comune di Crotone, dopo la sospensione dalla carica del sindaco Ugo Pugliese decisa dal prefetto di Crotone, credo sia necessario una nostra serena e attenta riflessione senza nasconderci dietro il dito e senza lasciarci travolgere da inutili e aprioristiche prese di posizione "a favore" o "contro"». Lo scrive in una nota Giovanni Procopio, consigliere comunale di “Crotone bene comune” (minoranza).

«Il provvedimento di sospensione – scrive Procopio – dalla carica del nostro sindaco, senza girarci attorno, è un fatto gravissimo e che proprio per questo ci mette davanti alle nostre responsabilità di amministratori.  E c'impone di decidere sul destino dell'amministrazione comunale della nostra città.  E ci chiede di farlo senza che questo possa amplificare i problemi della nostra precaria e lenta macchina amministrativa già condizionata, in negativo, dai tanti dipendenti comunali andati in pensione e con dirigenti solo di nomina e non di ruolo. Criticità che stanno minando alle fondamenta l'attività amministrativa e non garantiscono il governo della polis». 

«Com'e' noto anche ai non addetti ai lavori – commenta il consigliere di minoranza – senza gli organi politici che delineano gli obiettivi e il programma amministrativo e senza l’apparato burocratico che tramuta gli indirizzi politici in attività di gestione si rischia di perdere tempo. E si rischia di perdere importanti risorse che la città non può perdere e di cui i crotonesi, in special modo le fasce più deboli, hanno assoluto bisogno. A questo riguardo non bisogna dimenticare che ci sono scadenze imminenti e decisive per il futuro della città».   

«In primis – ricorda Procopio – il bilancio consuntivo con alcune variazioni di bilancio che permetterebbero all'ente sia di non perdere sia di reperire nuove risorse finanziarie. A partire dai 2.000.000,00 milioni di euro, rinvenienti dalle vecchie royalities, che potrebbero essere usate per la viabilità cittadina. Per passare alla scadenza della proroga dell'Ato per la gestione dei rifiuti. E per finire all'approvazione del piano triennale delle opere pubbliche che definisce la programmazione delle stesse e i relativi finanziamenti (agenda urbana, antica Kroton, interventi sul rischio idrogeologico, recupero dei fondi per le periferie». 

«Sono questi gli argomenti – stigmatizza Procopio – che devono attrarre la nostre attenzioni e, per il momento, null'altro. Il resto, le polemiche e le responsabilità, viene dopo. Queste sono le mie riflessioni. Da consigliere comunale. E da cittadino. E per tutto questo, senza voler nascondere la polvere sotto il tappeto e senza dimenticare il mio ruolo di consigliere di minoranza che, in questi anni, ha sempre criticato il sindaco e la giunta per lo scarso coinvolgimento del consiglio comunale, sono pronto a dare il mio modesto contributo e mi dichiaro disponibile, nell' esclusivo interesse di Crotone e dei crotonesi, a fare qualsiasi scelta politico/amministrativa. Ad una sola condizione. Che tutto questo avvenga nell’agorà cittadina. L’aula del consiglio comunale». 

Pubblicato in Politica

«Una proposta – informa una nota del Comune di Crotone – dedicata ai bambini per rendere loro più sereno il periodo natalizio. Arriva dalla III e IV Commissione consiliare che, accogliendo l'invito del consigliere comunale Giovanni Procopio, propongono all'assessore alle Politiche sociali Ines Mercurio di verificare la possibilità di prevedere una giornata dedicata ad attività ludiche e ricreative, come ad esempio una proiezione cinematografica, destinata a bambini e ragazzi meno abbienti durante le feste di Natale. Le Commissioni, presiedute da Roberta Foresta e Francesca D'Agostino, alle quali hanno partecipato i consiglieri Galea, Curatola, Luly, Flotta, Megna, Gaetano, Pedace, Esposito, Oppido, Familiari, Devona, Laratta e Ambrosio hanno, nel corso della riunione, formulato la richiesta all'assessorato di individuare, attraverso gli uffici dei Servizi Sociali, Parrocchie, associazioni che operano nel sociale, i bambini eventualmente destinatari di questa giornata espressamente dedicata a loro. Una particolare attenzione da parte dei consiglieri comunali nel prevedere momenti di serenità ai bambini durante il periodo natalizio, certi che l'assessorato saprà con sensibilità accogliere la proposta».

 

Pubblicato in Politica

«Qualche tempo fa, quasi ad inizio mandato, era stato annunciato da un assessore della giunta Pugliese che l'Eni avrebbe finanziato un piano di monitoraggio per analizzare il fenomeno della subsidenza e per valutare l'incidenza delle estrazioni all'intero territorio». È quanto scrive Giovanni Procopio, consigliere comunale di “Crotone bene Comune”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3