fbpx
Sabato, 18 Maggio 2024

POLITICA NEWS

«Nelle scorse ore, nella qualità di commissario provinciale di Forza Italia, nell'ottica di rinnovamento e di rilancio delle attività politiche del partito nella città capoluogo e in linea con lo spirito e i principi del partito regionale e nazionale, ho nominato Giuseppe Fiorino, consigliere comunale e consigliere provinciale della città capoluogo, commissario cittadino di Crotone». È quanto rende noto Sergio Torromino, commissario provinciale di Forza Italia a Crotone, attraverso un comunicato stampa.

 

Pubblicato in Politica

Divergenze politiche registrate nell'ultimo anno con il presidente Sergio Ferrari. Poi la goccia che ha fatto traboccare il vaso: il metodo sulla gestione di tutta la procedura relativa ai concorsi all'Area marina protetta “Capo Rizzuto”, prima; e i criteri attuati per la redazione del Piano di dimensionamento scolastico, subito dopo.

 

Pubblicato in Politica

«Mensa e trasporto scolastici, dall'amministrazione comunale silenzio assoluto». È quanto scrive in una nota il consigliere comunale di minoranza Giuseppe Fiorino per conto della sua lista civica “Futuro Crotone”.

Pubblicato in Politica

Deleghe ai consiglieri, convenzione per gli esami nel settore dei trasporti e dimensionamento scolastico. Questi i tre punti licenziati dal consiglio provinciale di Crotone che si è riunito in seduta straordinaria.

Pubblicato in Politica

«Grazie alle proteste delle tante famiglie e alla tante associazioni presenti sul territorio, l’attenzione dei media locali, in queste ore, è focalizzata su reparto di Neonatologia dell’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone, purtroppo non per festeggiare lieti eventi, ma poiché il detto Reparto non potrà più garantire, come fatto per tanti anni, le prestazioni ambulatoriali per i neonati della nostra provincia».

È quanto denunciano in una nota i consiglieri comunali di minoranza Fabio Manica (Forza Italia) e Giuseppe Fiorino (Crotone normale). «Una situazione gravissima – commentano – e di cui in primis come cittadini e poi come Consiglieri Comunali, ci vergogniamo. La causa scatenante del problema è certamente la carenza di medici e di personale sanitario, atteso che nel reparto prestano sevizio quattro medici e quindici infermieri a fronte di una necessità organica che non può prescindere da otto medici e venticinque infermieri. Una situazione arrivata al collasso e che ha determinato, e sta determinando, una situazione di sofferenza che ha portato alla decisione del reparto, di sospendere le attività ambulatoriali e di garantire solo le emergenze, il tutto grazie solo ed esclusivamente all’abnegazione del personale sanitario, a cui noi consiglieri comunali, sentiamo di dovere i nostri ringraziamenti. Di contro il management dell’Asp di Crotone resta con le braccia consorte di fronte a questa situazione, incapace di porvi rimedio, mantenere fede alle promesse fate, forse, con troppa disinvoltura e senza una concreta analisi del problema e l’elaborazione di soluzioni. Nel manifestare la nostra vicinanza ai medici e agli infermieri del reparto di Neonatologia e alle famiglie che non avranno garantiti i servizi essenziali, non possiamo non rilevare che nella data odierna è stata convocata la conferenza dei sindaci dell’azienda sanitaria provinciale di Crotone che si dovrà occupare del nuovo atto aziendale. Ai sindaci dei ventisette Comuni della provincia di Crotone, quale componenti di detta conferenza, ci rivolgiamo, chiedendogli di far vibrare la loro protesta. In particolare ci aspettiamo di sentire la voce autorevole del sindaco di Crotone, presidente dell’assemblea dei sindaci dell’Asp, che non può restare e non può continuare ad essere silenzioso di fronte a tanto menefreghismo e disinteresse da parte dei vertici dell’Asp di Crotone. Il funzionamento a regime del reparto di Neonatologia non è solo un problema di politica – sanitaria, avendo un rilievo sociale che non può essere trascurato, quale corollario del diritto alla salute che è proprio di chi sta per nascere e di chi è da poco venuto al mondo. Ancora una volta cerchiamo di dare il nostro contributo propositivo alle necessità del territorio e siamo sempre disponibili a supportare gli amministratori che vorranno concretamente affrontare questa problematica».

Pubblicato in Politica

Il consigliere comunale Giuseppe Fiorino, della lista civica “Crotone normale”, ha fatto richiesta al sindaco, al presidente del consiglio e ai capigruppo consiliari per la convocazione permanente della Conferenza dei Capigruppo in ragione dello stato d’allerta provocato dal maltempo a Crotone.
«Questa notte la nostra città – scrive Fiorino – è stata nuovamente colpita da un nubifraggio che ne ha devastato l'impianto urbano e fiaccate le residue energie già provate dalla pandemia in corso La situazione è, in tutta evidenza, drammatica e dalle implicazioni sanitarie, sociali ed  economiche imprevedibili. Serve un segnale forte di coesione, di vicinanza e di immediata risposta delle Istituzioni, in primis locali, agli effetti di questa ennesima calamità naturale che si è abbattuta sulla nostra Città che ha evidenziato la sua vulnerabilità idrogeologica nonostante la parziale applicazione del Piano Versace varato in occasione dell'evento del 1996. Ritengo di dover proporre una convocazione permanente della Conferenza dei Capigruppo, già dalle prossime ore, per rendere visibile ed operativa la massima assise cittadina rispetto alle iniziative di cui ciascuno di noi si renderà parte attiva nei confronti dei livelli di responsabilità e di direzione politica ai diversi livelli».

 

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2