fbpx
Lunedì, 14 Giugno 2021

POLITICA NEWS

«È dovere morale della Regione Calabria tenere in debito conto le indicazioni suggerite da Cgil, Cisl e Uil, e soprattutto dai lavoratori, in merito alla crisi Corap». È quanto dichiara l'avvocato Luigi Borrelli, candidato al consiglio regionale della Calabria al fianco di Luigi De Magistris.

Pubblicato in Politica

Luigi De Magistris “tira la volata” su Crotone per la candidatura al consiglio regionale dell’avvocato Luigi Borrelli. L’annuncio è arrivato questa mattina via Facebook, sulla pagina ufficiale di De Magistris presidente, con un post fotografico accompagnato da una lunga e dettagliata descrizione biografica e professionale del 47enne avvocato crotonese.

Pubblicato in In primo piano

«Il futuro non si brucia. Il futuro si pianta!». E’ lo slogan della campagna social lanciata dal Polo Net (Polo d’innovazione ambiente e rischi naturali) di Crotone.

«Il 21 novembre prossimo – informa una nota – si celebra la Giornata nazionale degli alberi istituita dal ministero dell’Ambiente e sarà l’occasione per ricordare che gli alberi sono fondamentali per l'ecosistema dell’uomo, in particolare per i contesti urbani, per la lotta all'inquinamento e per migliorare la qualità della vita. L’intento della campagna “Il futuro non si brucia. Il futuro si pianta!” è quello di socializzare informazioni positive attraverso i social media con focus rivolto soprattutto ai giovani in attività scolastica.

Capofila di questa campagna è il Polo Net, il Consorzio di imprese gestore del Polo di innovazione regionale “Ambiente e Rischi Naturali, che con il supporto del Parco nazionale della Sila e dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria) hanno l’obiettivo comune di promuovere una sana cultura ambientale attraverso la promozione di una maggiore consapevolezza nelle nuove generazioni evidenziando alcuni temi in particolare: gli alberi assorbono anidride carbonica e restituiscono ossigeno, proteggono la biodiversità, hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico e aiutano a ridurre il riscaldamento climatico.

“Nel 2050 - afferma il presidente del Polo Net, Luigi Borrelli - si prevede che il 70% della popolazione mondiale vivrà in città o comunque in aree fortemente urbanizzate, con il rischio concreto che di alberi non se ne vedranno tanti. Ciò potrà non essere un problema se lo sviluppo urbano seguirà nel prossimo futuro le idee fondamentali dell’ecologia urbana. Pianificare in modo diffuso e omogeneo la presenza di alberi e altre specie verdi nella progettazione cittadina permetterebbe di mantenere le funzioni eco-sistemiche degli alberi stessi. Ciò aiuterebbe anche a proseguire nella valorizzazione di alcuni aspetti cruciali per la vita in città: un arredo urbano piacevole, una pulizia dell’aria costante, il mantenimento della biodiversità e così via. Molto possono fare in questo senso le amministrazioni incaricate di pensare o ripensare il nostro modo di vivere e abitare nel prossimo futuro”.

“Abbiamo aderito all’idea del Polo Net – ha dichiarato il direttore generale dell’Arpacal, Domenico Pappaterra – perché queste iniziative confermano quanto efficace possa essere, per campagne di comunicazione ambientale ma anche per iniziative più tecniche sul territorio, la condivisione d’intenti tra i diversi attori che operano nello scenario regionale. La nostra Agenzia sarà sempre disponibile a dialogare con tuti i soggetti che abbiano a cuore la protezione dell’ambiente calabrese”.

La campagna social sarà rivolta in particolare alle scuole attraverso un post che recherà lo slogan "Il futuro non si brucia. Il futuro si pianta!" e veicolerà le splendide immagini del Parco della Sila. In fondo, come disse la poetessa Lucy Larcom, “Chi pianta un albero pianta una speranza!». 

Pubblicato in Attualita'

polo net crotoneTrattati di Roma: il progetto Polo Net scelto per raccontare i 60 anni di coesione. «Siamo onorati – sottolinea il presidente del Polo Net Luigi Borrelli – di rappresentare la Calabria e l’Italia in Europa. Il nostro Polo di innovazione Net (Natura, energia e territorio) opera con l’intento di promuovere processi innovativi nel settore delle energie rinnovabili, efficienza energetica e tecnologie per la gestione sostenibile delle risorse ambientali. Net è un punto d’incontro di interessi, progetti e opportunità in grado di attivare processi di cambiamento volti a rafforzare la cooperazione tra sistema della ricerca e le imprese. Sono 60 i progetti italiani scelti per raccontare i 60 anni dei Trattati di Roma: la Calabria tra i progetti cofinanziati dall’Unione europea ne ha scelti due. Lo stivale ha mostrato la sua genialità attraverso opere innovative: dal tram di Firenze alla ferrovia Circumetnea, dalla Metro di Napoli ai Tecnopoli per le aziende dell’Emilia Romagna, dal Grande Progetto Pompei alla riqualificazione della Reggia di Venaria Reale, fino ad arrivare in Calabria che ha dato risalto a due protagonisti d’eccezione: il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, con il suo allestimento museale e di impiantistica speciale, e il Progetto Net (Natura, energia, territorio), la rete tra imprese, università e centri di ricerca per l'innovazione realizzata tra Crotone e Reggio Calabria. L'iniziativa che rientra nell'ambito delle celebrazioni per il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma si è trasformata in una narrazione fatta di immagini che hanno l’obiettivo di raccontare e testimoniare l’utilità dei finanziamenti europei mostrando una realtà migliorata, che trasforma i benefici di appartenere all’Unione Europea in opere, manufatti, ricerca, laboratori, rete di imprese e occupazione. Quello che viene restituito attraverso questa campagna di comunicazione è una Calabria 3.0 che sfoggia i suoi abiti più belli: un sistema espositivo futuribile per il Museo di Reggio di Calabria fatto da grandi pedane virtuali modulari delimitate da luci a led di diversa dimensione ed un sistema di imprese, Università e centri di Ricerca quello del Polo Net che su Crotone e su Reggio Calabria ha dato il via all’utilizzo in comune di installazioni (infrastrutture e attrezzature) per le attività di ricerca scientifica e innovazione tecnologica; lo scambio di esperienze e conoscenze; il trasferimento di tecnologie; la messa in rete e la diffusione delle informazioni tra le imprese che costituiscono il Polo. Un ringraziamento particolare - conclude il presidente Luigi Borrelli - va a tutti i Soci, i membri dell’Ats che raggruppa circa 70 imprese delle quali moltissime provenienti da diverse regioni italiane, agli amministratori tutti, compresi coloro che si sono succeduti nel tempo e, soprattutto, alla struttura tecnica che ha consentito al Polo di affermarsi come solido intermediario dell’innovazione in Calabria ed in Italia».

 

 

 

 

Pubblicato in Attualita'