Giovedì, 25 Febbraio 2021

 

 

POLITICA NEWS

La città non può aspettare

Da sette giorni sulla Capperina

aspettavo la grande “fujitìna”

di chi non interessato al risultato

per la strada l’avrebbe abbandonato.

 

Non basta fare cumulo di liste

convinti di andare alle conquiste

di spazi di governo e di potere

con chi soltanto guarda il suo sedere.

 

Se non vinci alla prima con trecento

che vogliono mangiare nel convento

non lo fai certo dopo sol con venti

che per strada han perso pure i denti.

 

Al vincitore or primo cittadino

lo saluto ma non gli fo l’inchino

e dico di finirla di gridare

perché la città or deve governare

 

con il supporto d’una forte giunta

fatta soltanto d’uomini di punta

e da cercarsi fuor dei consiglieri

anche se questi gli aprono crateri.

 

La città ancor non può aspettare

il voto è l’espressione del cambiare

perciò se non si vuol tornar indietro

e misurar la fame con il metro

 

bisogna or impegnarsi per il porto

chi lo dice di certo non ha torto

di chiedere d’avere qualche treno

che lo sviluppo senza è sotto freno,

 

avere una città sempre pulita

e non quand’è in pericolo la vita

il traffico veicolar più ordinato

e il mercato sempre presenziato.

 

Lo so che il comune non ha denaro

e il governo adesso è pure avaro

ma il progettare è una gran risorsa

da utilizzare al meglio e pur di corsa.

 

Dati i suggerimenti al vincitore

vorrei parlare a chi non ha più onore

ma sol per dargli gratis un consiglio

come può fare un padre con il figlio:

 

lascia il comando tu non ci sai fare

con tutti i tuoi non fai che litigare

dal primo giorno che tu sei arrivato

a quel paese lor ti hanno mandato.

 

Sono convinto che non han ragione

e chi ti lotta non è un gran campione,

per dirla tutta, è più mezza calzetta

che demolir potevi senza fretta

 

ma non l’hai fatto e or paghi la mora

qualcosa che di certo non ti onora

ma di sicur qualcosa l’hai imparato

anche se a casa torni bastonato.

 

Nel parlare m’ha colto lo sconforto,

perciò pardon per come mi comporto

ma prima d’andare sulla Capperina

a quanti hanno il cervello da gallina:

 

siete riusciti a darla a bere a tutti,

alberi senza fiori e senza frutti,

che tutto era per chi vi dava il voto

calcolandoli palle dello scroto.

 

Avete fatto una cosa poca bella

lo diceva stamane anche Carella.

Ora, come si dice, il dado è tratto

e con la città io faccio un patto

 

di non lasciar di criticar su tutto

sperando tra sei mesi qualche frutto.

Ora nei pressi del castello mi ritiro

ma ricordate che siete sotto tiro.

Pubblicato in Politica

Sorriso smagliante, completo blu e cravatta abbinata, il viso determinato di chi sente il peso della difficile sfida. Si è insediato questa mattina il nuovo sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, dopo la proclamazione da parte dell'Ufficio elettorale centrale. Voce ha ricevuto la fascia tricolore dal commissario straordinario, Tiziana Costantino, che ha gestito il Comune dopo le dimissioni del sindaco Ugo Pugliese, che era stato eletto nel 2016.

Pubblicato in In primo piano

consiglio provinciale 2019Sono stati proclamati questo pomeriggio nella sala “Borsellino” della Provincia di Crotone i 10 nuovi componenti del consiglio provinciale eletti ieri. «Il principio ispiratore - ha dichiarato il presidente Ugo Pugliese - di tutta l’azione amministrativa dell’Ente, quello che contraddistingue il modo di lavorare e di pensare il nostro territorio è quello di area vasta! Qui le contrapposizioni e gli scontri si lasciano da parte per far spazio alla necessità di dare risposte a comunità che per troppo tempo sono stato vittime di una visione frammentaria. Siamo già troppo deboli – ha spiegato il presidente dell’Ente – non ci è consentito di perdere tempo in inutili e dannosi scontri! In questi due giorni ho colto nei consiglieri comunali e nei sindaci candidati la voglia di partecipare e rappresentare i territori, e questo mi lascia ben sperare per il lavoro che dovremo fare insieme. Si parte con il piede giusto – ha proseguito Ugo Pugliese –, da un bilancio preventivo già approvato, e da quello consuntivo già pronto e che sarà messo a disposizione dei consiglieri provinciali nei prossimi giorni».
Tra qualche giorno, dunque, per i neoeletti Simone Saporito (Petilia Policastro), Gennaro Le Rose (Cutro), Vincenzo Lagani (Rocca di Neto), Giuseppe Dell'Aquila (Cirò), Saverio Flotta (Crotone, Antonio Barberio (Scandale) e Pina Greco (Cerenzia, Luigi Lidonnici (Rocca di Neto), Francesca Costanza (Petilia Policastro) e Anna Curatola (Crotone) arriverà il primo importante appuntamento: l’approvazione del bilancio.

 

 

Pubblicato in Politica

ugo pugliese proclamazione provinciaUgo Pugliese e' stato proclamato ufficialmente questa mattina presidente della Provincia di Crotone. Pugliese, sindaco di Crotone, e' stato eletto nella serata di ieri alla guida dell'ente intermedio con 126 voti su 288. "Mettero' immediatamente mano al bilancio per affrontare la situazione economica dell'ente e subito dopo si passera' alle infrastrutture, per le quali ho gia' in programma degli incontri istituzionali per la 106" ha dichiarato il neo presidente. Ugo Pugliese subentra alla guida della Provincia di Crotone a Nicodemo Parrilla, ex sindaco di Ciro' Marina, arrestato il 9 gennaio scorso nell'ambito dell'operazione antimafia della Dda di Catanzaro denominata Stige che di fatto ha decapitato diversi enti locali. A cominciare proprio dal Comune di Ciro' Marina che, su proposta del ministro dell'Interno, e' stato sciolto per infiltrazioni mafiose lo scorso 19 gennaio ed e' attualmente guidato da una commissione straordinaria. Stessa sorte e' toccata al Comune di Strongoli il cui sindaco, Michele Laurenzano, e' rimasto coinvolto al pari di Parrilla nella stessa operazione antimafia. Lo scioglimento del Consiglio comunale di Strongoli e' stato disposto due giorni fa, 17 aprile, ed oggi si e' insediata la commissione straordinaria. Di conseguenza in questi due Comuni non si votera' per il rinnovo di sindaco e consiglio nella tornata elettorale fissata per il prossimo 10 giugno. Sono al lavoro le commissioni d'accesso antimafia, invece, nei comuni di Casabona e Crucoli, dove amministratori e consiglieri risultano ugualmente coinvolti nell'indagine antimafia "Stige".

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

consiglio provinciale parrillaSi è insediato con la prima seduta di oggi il consiglio provinciale di Crotone. La seduta si e' svolta in mattinata presso la sala Borsellino. Svolti gli adempimenti di rito, il presidente Nicodemo Parrilla ha intrattenuto una lunga discusisone con i lavoratori della Gestione servizi e i sindacati. Parrilla chiesto tempo per valutare con calma la documentazione relativa alla società in house dell'Ente intermedio. Il presidente Parrilla, inoltre, a margine della seduta ha riunito tutti i consiglieri, di maggioranza e di minoranza, per un esame urgente della drammatica situazione in cui versa l'intera rete viaria della Provincia di Crotone, resa ancora piu' disastrosa a seguito degli eventi alluvionali di questi giorni. Tale situazione si presenta, oramai, come una vera e propria insopportabile ed ingiustificabile emergenza, che pregiudica i piu' elementari diritti, riconosciuti dalla Costituzione italiana, della mobilita', l'esercizio del diritto allo studio per migliaia di studenti, compromettendo, di fatto, la qualita' della vita di tutti i cittadini della Provincia. Parrilla, a questo riguardo, ha proposto, trovando piena condivisione da parte di tutti i consiglieri, di avanzare con determinazione una richiesta di intervento urgente sia al Governo nazionale che a quello regionale. In tale quadro, la realta' che presenta le maggiori criticita', che portano ad un isolamento di fatto, dovuto a nuove frane verificatesi in questi ultimi giorni, che si aggiungano alle tante altre avvenute in precedenza e mai sanate, e' il territorio di Petilia Policastro. In particolare su questo, il presidente Parrilla, supportato da tutti gli altri consiglieri ed in modo particolare dal consigliere Dionigi Fera, ha convocato gli uffici tecnici della Provincia per una ricognizione rapida della situazione per verificare quali interventi, con carattere di immediatezza rendere disponibili e cantierabili. E' stato ripreso un intervento, per un importo di euro 400.000, gia' programmato dalla precedente amministrazione che, incredibilmente ed inspiegabilmente non e' mai stato attivato. Di questo ne e' stata dichiarata l'immediata canteriabilita', che dovra' essere realizzata nel giro di pochissimi giorni convocando, a questo fine, il progettista e sollecitando la ditta vincitrice dell'appalto. Contestualmente, Parrilla ha dato mandato ai responsabili dell'ufficio tecnico di applicare soluzioni di ripristino anche per strade alternative come quella della Santa Spina. Ovviamente questo intervento non e' sufficiente a superare le difficolta' e la condizione di emergenza vissuta dalla comunita' di Petilia Policastro, per questo il presidente Parrilla e tutti i consiglieri provinciali hanno deciso di rivolgere un invito pressante al presidente della Regione, Mario Oliverio, perche' concorra con risorse regionali a completare e realizzare un intervento significativo, in grado di assicurare i collegamenti necessari a questo territorio. Il presidente della Provincia si e' reso immediatamente disponibile a recarsi a Petilia Policastro, accompagnato dalla consigliera regionale Flora Sculco, dai consiglieri e dai tecnici provinciali, ed invitando per questa circostanza anche il presidente Oliverio, non solo per un opportuno sopralluogo, ma, anche, per testimoniare l'attenzione e l'impegno corale verso i cittadini di Petilia. Una opportunita' per fare squadra istituzionale ed affrontare di petto le emergenze della comunita', senza chiacchiere ma con fatti concreti.

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

ugo pugliese proclamazione sindaco pirruccio2(Foto: Paolo Pulvirenti) - A sei giorni dal ballottaggio che lo ha visto primeggiare rispetto alla sua diretta concorrente Rosanna Berbieri, Ugo Pugliese e' stato proclamato questa mattina sindaco di Crotone [LEGGI ARTICOLO]. L'atto ufficiale è stato consumato alle 11.36 nell'aula 5 del Tribunale di Crotone dove il giudice Paolo Pirruccio (che ha presieduto la commissione elettorale incaricaricata del riconteggio dei voti), ha pronunciato la fatidica formula prevista dal notro ordinamento. Ugo Pugliese, 56 anni, perito assicurativo ha assunto da questo momento la carica di primo cittadino. Tanti i simpatizzanti e i neoconsiglieri comunali, ma anche i semplici curiosi che hanno assitito alla proclamazione del nuovo sindaco, salutando con un applauso la celebrazione dell'atto ufficiale. Subito dopo, Ugo Pugliese si è recato in Comune dove ad attenderlo c'era il sindaco uscente Peppino Vallone. Nella stanza più a ovest del primo piano di piazza della Resistenza è quindi avvenuto il fatidico passaggio di consegne tra i due, sugellato dall'affidamento della fascia tricolore.

 

ugo pugliese proclamazione sindacovalloneUgo Pugliese, visibilemtne emozionato, ha quindi tenuto un breve discorso nell'aula consiliare. «Grazie - ha detto agli intervenuti - perché mi siete stati vicino lungo una campagna elettorale lunga e difficile. La soddisfazione più grande - ha proseguito Pugliese - è quella di aver vinto con uno scarto di voti così ampio che presuppone la buona interpretazione da parte nostra del sentimento degli elettori. Oggi proprio questo sentimento ci mette sulle spalle una grossa responsabilità. Ecco perché - ha quindi aggiunto - già questo martedì ufficializzerò la squadra di governo. Probabilmente saremo pronti anche questo lunedì. Sarà fatto di giovani, di gente che ha voglia di lavorare e mettersi al servizio degli altri. Si tratta di professionisti - ha concluso - che hanno messo il cuore in questa campagna elettorale».      

 

 

 

 

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2