fbpx
Mercoledì, 30 Novembre 2022

POLITICA NEWS

ministro toninelli prefettura crotoneNove milioni di euro in tre anni all’aeroporto di Crotone per la continuità territoriale e definizione del progetto preliminare per la realizzazione del terzo megalotto della statale 106. Sono questi gli assi nella manica che il ministro alla Infrastrutture e ai trasporti, Danilo Toninelli, ha calato questa sera in Prefettura a Crotone al termine della sua prima giornata di tour operativo in Calabria. «Proprio ieri notte – ha annunciato il ministro – abbiamo inserito un emendamento nella manovra di bilancio 9 milioni di euro per la continuità territoriale dei voli sull’aeroporto di Crotone che assegna 3 milioni all’anno fino al 2021». Il riferimento del ministro è stato inserito nel maxi-emendamento che verrà presto proposto al Senato. «L’aeroporto di Crotone – ha aggiunto Toninelli – è troppo importante per i fini turistici e non può bastare una singola tratta (Milano Orio al Serio), da qui la scelta di destinare i 9 milioni di euro in tre anni allo scalo che tuttavia non risolvono tutti i problemi in quanto bisogna creare al più presto altre infrastrutture per la mobilità a suo servizio». Il ministro ha incontrato quest’oggi anche gli esponenti dei comitati per l’aeroporto e la statale 106. «Tornerò a febbraio per risolvorere il nodo della strada statale 106 ionica», ha ssicurato il ministro. «Saro' di nuovo qui – ha poi aggiunto – per decidere il progetto sul quale puntare per la statale 106. Sceglieremo tra tre opzioni per arrivare subito ad una progettazione definitiva. Lavorando sulle infrastrutture, nella massima legalita', si potra' togliere la Calabria dalla morsa della criminalita'». Sulla ferrovia non si può andare avanti così – ha commentato il ministro –, Rfi sta procedendo all’elettrificazione della rete ionica che è un primo passo per dare normalità e anche per bypassare i 77 passaggi a livello che rendono la tratta da Medioevo».

 

 

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

minsitro toninelliIl ministro delle Infrastrutture e trasporti, Danilo Toninelli sara' in Calabria lunedi' 17 e martedi' 18 dicembre per una visita di due giorni. Diversi i sopralluoghi in programma in tutta la regione. Il 17 dicembre Toninelli sara' a Catanzaro per il viadotto 'Morandi', a Vibo Valentia per il cantiere della SS 182 'Trasversale delle Serre' e a Crotone per il cantiere della SS 106 III macrolotto. Il 18 dicembre il ministro in mattinata sara' prima a Cosenza per il cantiere A2 Altilia e poi a Gioia Tauro (RC) per una serie di incontri all'interno dell'area portuale.

 

 

 

Pubblicato in In primo piano

maltempo strongoli statale allagataA causa di un allagamento dovuto alle forti piogge e' stata temporaneamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni la strada statale 106 "Jonica", tra il km 262,000 e il km 265,500, nel territorio comunale di Strongoli, in provincia di Crotone. Uomini e mezzi di Anas sono a lavoro sul posto per consentire il ripristino della viabilita' in piena sicurezza. La nuova ondata di maltempo, dalla scorsa notte, continua ad imperversare in Calabria, con una pioggia battente che, soprattutto sulla fascia ionica cosentina e nella provincia di Crotone, continua a causare allagamenti e disagi in particolar modo sulle strade.

 

 

Pubblicato in Cronaca

statale allagataLa situazione meteo peggiorerà nel pomeriggio. Lo scrive il sindaco di Crotone Ugo Pugliese nell’ordinanza di chiusura immediata di uffici e pubblici esercizi. «Premesso che – si legge nell’ordinanza – le preoccupanti condizioni meteo, che stanno colpendo la città ed il resto del territorio, e considerato che i messaggi di allertamento unificato della fase previsionale emanati dalla Siar (Sala Operativa Regionale) che stanno pervenendo alla Protezione Civile, preannunciano ulteriori peggioramenti della situazione, impongono di adottare urgenti misure atte ad allertare la cittadinanza, affinché prestino ogni dovuta attenzione per evitare l'incorrere in situazione di potenziale pericolo». Intanto, lungo la strada statale 106 'Jonica' il traffico è rallentato a causa della presenza di fango sulla sede stradale e allagamenti in tratti saltuari da Cutro a Isola Capo di Rizzuto, dal km 216,000 al km 295,180 in provincia di Crotone. In via precauzionale, a causa della piena del fiume Neto, lungo la 106 'Jonica' è stata disposta la chiusura al traffico dal km 259,757 al km 259,983 a Crotone. La statale 18 'Tirrena Inferiore' al momento risulta interdetta al traffico dal km 383,300 al km 384,300 in località Curinga a Lamezia Terme. Il traffico viene deviato lungo l'A2 Autostrada del Mediterraneo con uscita a Lamezia Terme e rientro a Pizzo. A causa dell'allagamento della sede stradale, traffico interdetto sulla strada statale 18 anche dal km 423,000 al km 425, 800 in loclaità Pizzo. Il traffico viene deviato lungo l'A2 Autostrada del Mediterraneo con uscita a Pizzo e rientro a Sant'Onofrio in provincia di Vibo Valentia. Anas, società del Gruppo Fs Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l'evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all'applicazione Vai di Anas, disponibile gratuitamente in App store e in Play store. Inoltre Anas ricorda che il servizio clienti Pronto Anas è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.

 

 

Pubblicato in Cronaca

incidente statale 106 superetteQuattro persone sono rimaste ferite, a Crotone, in un incidente stradale avvenuto alle porte della citta', sulla Ss 106, all'incrocio tra la statale e la consortile. Il sinistro ha coinvolto piu' automezzi, uno dei quali autoarticolato. Una squadra dei Vigili del Fuoco ha estratto i feriti dalle autovetture coinvolte e, consegnatili alle cure dei sanitari del 118 , hanno messo in sicurezza le auto, da dove fuoriusciva liquido. Tre sono stati i feriti portati in ospedale da 2 ambulanze, tutti erano nelle autovetture, mentre per l'autista del mezzo pesante solo un gran spavento. A rendere sicuro e scorrevole il tratto di strada ha provveduto la Polizia Stradale, rimasta sul posto per i rilievi del caso.

 

 

 

 

Pubblicato in Cronaca

vigilanza protesta cgilNuova protesta delle guardie giurate crotonesi dipendenti dell'Istituto di vigilanza privata notturna e diurna di Catanzaro. Dopo il sit dei giorni scorsi per chiedere il pagamento delle mensilita' arretrate, le guardie giurate questa mattina hanno alzato il livello della protesta rallentando il traffico sulla strada statale 106 all'altezza del cavalcavia nord a causa dell'ennesimo rinvio del pagamento degli stipendi; le mensilita' arretrate a questo punto sono diventate tre. "La situazione e' peggiorata - dice Armando Labonia della Filcams Cgil Crotone - l'azienda ha inviato l'ennesima lettera che annuncia un ritardo di pagamento. Le 15 famiglie di questi lavoratori sono in grande difficolta' e per questo chiediamo al prefetto di convocarci immediatamente per risolvere il problema che non e' solo di Crotone, ma dell'intera Calabria. Anche le guardie giurate alla Cittadella regionale non sono pagate da mesi". Il sindacalista chiede al Questore di Crotone "di verificare se l'azienda ha ancora i requisiti per poter svolgere queste attivita'".

 

 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 9 di 17