Lunedì, 03 Agosto 2020

POLITICA NEWS

Trasporto scolastico, l'assessore Galdieri precisa: «Siamo pronti per fornire il servizio, ma una sentenza della Corte dei conti ci blocca»

Posted On Martedì, 01 Ottobre 2019 17:42 Scritto da

scuolabus traffico farina«Oggi ho volentieri incontrato una delegazione di mamme che protestavano per il mancato avvio del trasporto scolastico». Lo rende noto l’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Crotone, Valentina Galdieri. «Mi sono confrontata con loro – scrive l’assessore – e ho spiegato le ragioni di questo ritardo, ma visto che qualcuno fa finta di non comprendere, sarò ancora più chiara. Noi siamo pronti! Gli atti ci sono. I soldi ci sono. Li abbiamo appostati in bilancio e lì sono rimasti proprio per finanziare il trasporto scolastico, un servizio che riteniamo fondamentale per tutte le famiglie. Così come abbiamo fatto per la mensa scolastica, che è partita oggi, noi siamo stati sul pezzo sin dal mio insediamento, avvenuto a luglio. Il problema c'è, ma non è nostro. La Corte dei Conti del Piemonte, con la deliberazione n. 46 del 27 maggio 2019, ha determinato che l'intero costo del servizio di trasporto scolastico gravasse direttamente ed esclusivamente sugli utenti, cioè sulle famiglie. Una decisione che non solo non condividiamo ma che non possiamo accettare. Una sentenza che lede il diritto allo studio e che aggredisce le fasce più deboli della società, Il problema è così grosso che il Governo è da luglio che è sollecitato, dai Comuni e dalle associazioni, per l'adozione di un provvedimento d'urgenza per orientare gli enti locali nell'adozione degli atti relativi al servizio per il corrente anno scolastico. In un territorio come il nostro, far gravare il costo del trasporto scolastico solo sulle famiglie è intollerabile. L'ho già denunciato a fine luglio, ma, purtroppo, sono stata inascoltata. Ora aspettiamo il Consiglio dei Ministri di giovedì prossimo in cui mi auguro sia inserita quella modifica all'art. 5, comma 3, del D.lgs 63/2017 che possa consentire ai Comuni di poter intervenire a sostegno delle famiglie. Se qualcuno pensa di fare polemica contro il Comune sul servizio scolastico ha preso una grossa cantonata. Mi auguro che questa vicenda si concluda presto, così da poter immediatamente attivare, cosa che siamo già pronti a fare, il servizio di trasporto scolastico. Come assessore alla Pubblica Istruzione e come mamma sono pronta ad affiancare la protesta se il Governo non darà seguito a quanto promesso».