fbpx
Lunedì, 06 Dicembre 2021

PRIMO PIANO NEWS

Capocolonna, la Soprintendenza rimane sulle sue: pavimentare l'area per preservare i resti (VIDEO)

Posted On Lunedì, 19 Gennaio 2015 20:56 Scritto da

bonomiAl termine del vertice in Prefettura la soprintendente Simonetta Bonomi ha ribadito che per i tecnici è questa la soluzione più sicura da adottare. Ha anche annunciato che a breve lascerà il suo incarico in Calabria.

VIDEO - Ognuno sulle rispettive posizioni. Dopo circa quattro ore di confronto serrato in Prefettura con gli attivisti del movimento #salviamocapocolonna, la soprintendente per i Beni archeologici della Calabria Simonetta Bonomi ha confermato di considerare l'unica via percorribile quella di pavimentare l'area archeologica antistante la chiesetta così come previsto dal progetto “Spa 2.4 Capo Colonna”. «Le parti - ha detto a fine incontro la soprintendente - sono rimaste sulle loro posizioni e non so quale sarà l'elemento che sbloccherà il tutto». «La Soprintendenza ha un progetto - ha proseguito la dottoressa Bonomi - che prevede sette interventi nel parco archeologico, tra cui quello della pavimentazione che è stato approvato e quindi autorizzato, seguendo tutto l'iter previsto dal codice dei contratti pubblici». «I resti del foro della colonia d'età romana - ha proseguito la soprintendente - sono emersi nel corso degli scavi in settembre quando abbiamo rinvenuto una porzione delle fondanzioni del porticato che circondava l'antica piazza». «Pur avendo valutato soluzioni alternative - ha spiegato la Bonomi - abbiamo ritenuto che per mettere al riparo i reperti, considerata la fragilità delle fondazioni e quindi evitare l'erosione rinvenibile col calpestio e per gli agenti atmosferici, la copertura dell'area attraverso una pavimentazione in cotto e calcare fosse la via più sicura per preservare». «Stiamo adesso studiando una variante al progetto originario - ha poi reso noto la soprintendente - perchè vogliamo fare in modo che la pavimentazione della nuova piazza avvenga in scala 1:1 rispetto alla planimetria dell'antico porticato. Su di essa, infatti, verrà riprodotto un mosaico che restistuirà l'immagine di come era il porticato un tempo». Circa il blocco dei lavori nel cantiere dopo l'intervento degli attivisti di #salviamocapocolonna, la soprintende ha detto: «In questo momento i lavori sono solo sospesi per motivi di sicurezza del cantiere, vista la presenza di gente non autarizzata e verso le quali potrebbe essere messa a repentaglio l'incolumità nello svolgimento delle attività di realizzazione». In chiusura la soprintendente ha poi annunciato che a breve abbondenerà l'incarico. «Questo giovedì - ha informato - si valuteranno le candidature di chi arriverà in Calabria a sostituirmi perché ho dato disponibilità a essere trasferita altrove».