fbpx
Giovedì, 02 Febbraio 2023

PRIMO PIANO NEWS

''Caso Megna'' in Forza Italia, i consiglieri: «Noi resteremo sempre all'oppozione»

Posted On Lunedì, 17 Ottobre 2022 19:31 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«In queste ultime ore, abbiamo appreso dalla stampa, che il consigliere comunale del gruppo Jole Santelli, Mario Megna, si è dimesso da coordinatore cittadino di Forza Italia». È quanto scrivono in una nota i consiglieri forzisti Antonio Manica (capogruppo), Alessia Le Rose, Fabio Manica e Giuseppe Fiorino.

«Così come abbiamo appreso, sempre dalla stampa - proseguono nella nota -, che, sempre in queste ore, tra il sindaco Voce e la sua residua maggioranza è in corso un serrato e complicato negoziato con il consigliere Mario Megna indicato come prossimo presidente del consiglio comunale al posto dell'attuale presidente, l'ingegnere Giovanni Greco».
«Continua quella che per noi - commentano i consiglieri di minoranza - sin dall'inizio è stata e continua ad essere una sceneggiata in cui di tutto si tiene conto, tranne che dei reali e veri interessi della città, acuiti negli ultimi tempi da una crisi che ha ormai assunto caratteri strutturali ,e non passeggeri».
«Come consiglieri di minoranza e d'opposizione - precisano -, aderenti al partito di Forza Italia , ruolo assegnatoci dai cittadini elettori, assistiamo increduli e sgomenti a quello che ormai è diventata la caratteristica peculiare di quest'amministrazione.  Il disinteresse e l'indifferenza totale e, per noi, inspiegabile verso il destino e il futuro di Crotone. In cui a prevalere sono sempre gli interessi e i giochi dei singoli o dei piccolissimi gruppi consiglieri mai quelli dei crotonesi», stigmatizzano.
«Per entrare nel merito della "vexata quaestio" - evidenziano i consiglieri -, il ruolo di presidente del consiglio, teniamo a ribadire che, a differenza del consigliere Mario Megna, la nostra posizione, in qualità di consiglieri comunali di Forza Italia è stata sempre chiara e netta. Di opposizione al sindaco Voce e ad una coalizione nata sull'antipolitica di maniera e di mestiere».
«Sotto quest'aspetto - avvisano i consiglieri -, se il ruolo di presidente del consiglio comunale è assegnato alle forze di minoranza, come normalmente si usa nelle democrazie mature e consapevoli, chiaramente la discussione deve essere allargata a tutte le forze di minoranza presenti nel civico consesso. E dovrà essere una discussione aperta e alla luce del sole, all'interno del Palazzo comunale nell'aula del consiglio comunale. Se invece, come pensiamo e come riteniamo più plausibile, è un accordo tra un consigliere di minoranza, oggi di maggioranza, e il sindaco Voce e la sua sempre più risicata maggioranza non possiamo che prenderne atto e trarne le debite conseguenze», annunciano i consiglieri.
«Noi continueremo a svolgere il nostro lavoro - concludono - di consiglieri di minoranza e d'opposizione. E lo faremo nelle commissioni e nei consigli comunali. Nelle piazze e nei luoghi di lavoro. Sempre vicini ai crotonesi».