Domenica, 17 Gennaio 2021

PRIMO PIANO NEWS

Così ''blindiamo'' la Calabria: il piano dell'assessore Catalfamo per sorvegliare i trasporti

Posted On Domenica, 22 Marzo 2020 15:05 Scritto da Redazione

L'assessore regionale alla Pianificazione e sviluppo territoriale, Domenica Catalfamo, in riferimento alle limitazioni degli spostamenti su tutto il territorio regionale in conformità all’Ordinanza del presidente della giunta regionale numero 15 del 2020,  per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019, informa che «per rendere efficace il blocco dei flussi in ingresso in Calabria, sarà necessario il supporto delle Prefetture per il controllo delle reti di accesso attraverso il coordinamento delle forze dell’Ordine (Carabinieri, Polizia di Stato, Esercito) Anas, Capitaneria di porto, Sacal, Rfi, Trenitalia, Regione Calabria, Province e Città metropolitana (Polizia locale), Anci Calabria (polizie locali), rappresentanti autolinee». 

«Nello specifico, dovranno essere controllate – spiega Catalfamo – le reti d’accesso via gomma al confine a nord: SS106, SS18, strade interne (provinciali, comunali), A2 autostrada; Svincoli: A2 autostrada - SS280 - svincolo Lamezia, Strada statale 282 - svincolo Rosarno. Il Controllo delle autolinee bus (collegamento con Calabria, collegamento con Sicilia, altri collegamenti) comprendono: uscita ogni svincolo A3 (in prossimità innesto con viabilità secondaria). I gestori autolinee dovranno impartire disposizioni su monitoraggio, controllo, comunicazione (la piattaforma Core della Regione Calabria monitora gli spostamenti delle autolinee)».

«Per le ferrovie – rende noto ancora Catalfamo –, oltre al controllo della discesa dei viaggiatori, il controllo su treno sarà così effettuato: tirrenica – controllo stazione Tortora (treni locali ed altri se fermano) e comunque stazione di prima fermata altri treni (diretti, intercity, freccia); ionica: stazione Rocca Imperiale (controllo treni in ingresso- treni locali ed altri se fermano) e comunque stazione di prima fermata treni diretti e intercity». 

«Proseguirà e sarà intensificato – sottolinea l’assessore regionale – il controllo dello Scalo di Lamezia Terme. Per mare: sbarco traghetti diretti a Villa San Giovanni e Reggio Calabria. Controllo anche delle rotte da Salerno, Genova, ed altri porti che giungono in Sicilia e a Messina. L’Anas su richiesta dell’assessore regionale ha immediatamente attivato oltre che i controlli ai varchi, anche i pannelli di divieto a messaggio variabile sull’A2 e sul tratto di Strada statale 106 della Basilicata», conclude il comunicato.