fbpx
Lunedì, 14 Giugno 2021

PRIMO PIANO NEWS

Donna di 46 anni in gravi condizioni a pochi giorni dal vaccino: incertezza su cause

Posted On Lunedì, 07 Giugno 2021 23:40 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

S’indaga a livello sanitario su quanto accaduto su una 46enne originaria di Cerenzia, ma residente a Caccuri entrata in coma nel weekend dopo che le sue condizioni sarebbero progressivamente peggiorate a seguito del vaccino anti-Covid somministratole lo scorso 27 maggio.

La donna figurerebbe anche tra le migliaia di persone che in Calabria erano già risultate positive al virus, affrontato nel mese di dicembre 2020. La donna si sarebbe comunque prenotata on-line per ricevere la dose di vaccino comunque consigliata per i soggetti già positivi. Da qui la somministrazione nel centro di Mesoraca e l’incedere dei fatti con la donna che avrebbe quindi cominciato ad avvertire qualche malessere poche ore dopo il vaccino ricevuto.

Situazione quella della 46enne che, col trascorrere dei giorni successivi, non è per nulla migliorata. Ecco perché su consiglio del medico la donna è stata sottoposta ad accertamenti presso l’ospedale civile “San Giovanni di Dio” di Crotone dove, a seguito di una risonanza magnetica, le sarebbe stato diagnosticato un trombo celebrale. Vista la gravità del caso, la donna è fatta quindi trasferire all’Annunziata di Cosenza in l’elisoccorso.

La donna è stata perciò immediatamente sottoposta a intervento chirurgico, ma le sue condizioni sono rimaste gravi fino a un peggioramento avvenuto sabato scorso in ragione di un interessamento venoso. La 46enne si trova adesso in coma farmacologico e la prognosi resta severamente riservata. Non è possibile stabilire al momento nessun nesso medico-scientifico tra l’ictus e la somministrazione del vaccino. Ecco perché la vicenda non è stata segnalata all’Aifa. Si indaga dunque sullo stato di deterioramento della salute della donna.