Giovedì, 22 Ottobre 2020

PRIMO PIANO NEWS

Dpcm anti-Covid, vertice in Questura: controlli fuori dalle scuole, alle stazioni bus e movida

Posted On Venerdì, 16 Ottobre 2020 18:49 Scritto da Riceviamo e pubblichiamo

«Nella giornata di ieri, 15 ottobre – informa una nota –, in seguito al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi in Prefettura, si è tenuto in Questura un tavolo tecnico presieduto dal questore di Crotone con la partecipazione dei funzionari della Polizia di Stato, degli ufficiali dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza e della Polizia municipale, in cui si è stabilita una mirata intensificazione dei servizi di controllo del territorio volta all’applicazione della normativa anti Covid-19 anche alla luce del Dpcm appena entrato in vigore».

«All’esito della riunione – informa il comunicato –, si è convenuto sulla necessità di porre maggiore attenzione ai punti nevralgici della città in cui con più probabilità vi è il rischio che si creino assembramenti di persone; nello specifico, nelle immediate pertinenze degli istituti scolastici negli orari di ingresso e di uscita degli studenti, nonché presso le autostazioni cittadine e le fermate dei bus. Circa gli istituti scolastici, oltre alla presenza delle Forze di Polizia a livello locale, è stato anche auspicato l’intervento di altre forme partecipative nonché di ampliare gli spazi esterni con maggiori divieti di fermata e/o sosta. In tale contesto composito, sono state anche fornite indicazioni per un maggior controllo, da parte della Polizia Stradale, sugli autobus di linea e ciò nell’ambito del progetto “Truck and Bus” che vede coinvolta direttamente tale Specialità della Polizia di Stato».

«Inoltre, soprattutto nelle fasce serali e notturne – puntualizza la nota – è stata convenuta una intensificazione dei servizi volti al rispetto, soprattutto da parte degli esercizi pubblici, degli orari sanciti dal recente Dpcm. Si è ancora una volta ribadita la necessità che le norme minime di contenimento (ed in particolare distanziamento ed uso delle mascherine) costituiscono indefettibile necessità», conclude la nota.